Piazza Affari, Resoconto della giornata (02/04/2013)

3
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
MILANO, 02 APRILE 2013 – La seduta odierna di Piazza Affari – dopo la pausa legata alle ...

MILANO, 02 APRILE 2013 – La seduta odierna di Piazza Affari – dopo la pausa legata alle festività di Pasqua, ha evidenziato che gl’operatori finanziari, a dispetto delle polemiche interne, hanno apprezzato la decisione di Napolitano, forse perché si auspicano che – dal gruppo dei “saggi” – si giunga alla formazione di un altro governo tecnico. Così, dopo un inizio debole, il Ftse Mib ha chiuso in progresso dell'1,41% a 15.555 punti. Positive anche le altre Piazze europee: il Cac 40 ha chiuso in aumento dell'1,98% a 3.805 punti, il Dax 30 dell'1,91% a 7.944 punti, l'Ibex 35 dell'1,65% a 8.050 punti e il Ftse 100 dell'1,23 % a 6.491 punti.

In flessione anche lo spread tra il Btp e il Bund tedesco, che si è portato a quota 330 punti base - rispetto ai 347 punti dell'ultima chiusura della settimana scorsa – con il tasso sul Btp decennale al 4,62%. 

A Piazza Affari, la flessione dello spread si è fatto sentire sul comparto dei bancari, che hanno contenuto le perdite: Ubi ha archiviato la seduta in calo dell'1,88%, Bpm dell'1,11% e Banco Popolare dello 0,92%. In positivo Intesa Sanpaolo (+2,01%) e Unicredit (+1,5%). Tuttavia, il titolo in evidenza per il suo andamento negativo è stato Mps, che alla fine ha chiuso a -2,81% a 0,1798 euro, dopo aver sfiorato il minimo di giornata a 0,1612 euro. Bene, invece: Prysmian (+3,61% a 16,63 euro), Salvatore Ferragamo (+3,15% a 22,26 euro) e Stm (+3,01% a 6,16 euro), Telecom Italia (+2,81% a 0,5665 euro) e Eni(+2,68% a 18 euro).

Rosy Merola

InfoOggi.it Il diritto di sapere