• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Piazza Affari, Resoconto della giornata (10/09/2012)

Lombardia

MILANO, 10 SETTEMBRE 2012- La settimana finanziaria inizia con le Piazze europee fiacche, in attesa dei prossimi appuntamenti settimanali previsti dall'agenda dell'Eurozona: per mercoledì si attende la decisione della Corte costituzionale tedesca che dovrà decidere in merito alla legittimità del fondo Esm, mentre per venerdì è prevista la riunione dell'Eurogruppo. Milano, ha archiviato la seduta sotto la parità a -0,11%, ma resta sopra quota 16mila punti. Lo spread tra il Btp e il Bund tedesco ha chiude in aumento a 363 punti dai 350,8 punti di venerdì. In Europa, in calo anche Parigi -0,37%, Madrid -0,32%, Amsterdam -0,61% e Zurigo -0,45%. Sostanzialmente piatte le borse di Francoforte -0,01% e Londra -0,03%, in progresso Lisbona +0,23%.

 A Milano, per quanto riguarda l'indice principale, in evidenza Mps (+5,84% a 0,2792 euro), segno positivo per Unicredit a 3,674 euro (+0,38%). In flessione il resto dei titoli del del comparto: Mediobanca (-1,04% a 4,188), Intesa Sanpaolo (-0,81% a 1,345), Bper (-0,80%), Bpm (-0,80%), Banco Popolare (-0,78%) e Ubi banca (-0,19% a 3,154 euro). [MORE]

Bene anche A2A (+4,94%), Ferragamo (+3,49%) e Lottomatica (+3,28%). La peggior performance del paniere principale, la registra Ansaldo St che perde il 3,58% a 6,06 euro. Male St a 4,452 (-2,62%), Fiat Industrial che perde il 2,03% a 8,20 euro, Finmeccanica -1,94% a 3,738 euro. Sull'All Share, Rcs ha chiuso a 1,294 euro (-16,52%).

Rosy Merola