Piazza Affari, Resoconto della giornata (20/03/2013)

2
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
MILANO, 20 MARZO 2013 – Oggi, nessun effetto Cipro sulle Piazze europee che - ad eccezione di ...

MILANO, 20 MARZO 2013 – Oggi, nessun effetto Cipro sulle Piazze europee che - ad eccezione di Londra (il Ftse 100 perde lo 0,13% a 6.433 punti) – chiudono in positivo. Infatti, a Milano il Ftse Mib riprende quota, archiviando la seduta a +2,2% a 16.016. Per quanto riguarda le altre Borse del Vecchio Continente: il Cac 40 +1,43% a 3.830 punti, Dax 30 +0,68% a 8.002 punti, Ibex 35 +1,18% a 8.419 punti. Si contrae anche lo spread Btp -Bund che si porta a quota 324 punti base, in flessione rispetto ai 337 punti di ieri. Risale l'euro rispetto al dollaro, che si porta oltre 1,29.

A Piazza Affari, la discesa dello spread fa respirare i bancari: Bpm, maglia rosa del listino, ha chiuso +11,11% a 0,492 euro, Bper a +5,86%, Mediobanca +4,73%, Ubi +3,71%, Unicredit +3,95%, Banco Popolare del 4,49%, Intesa Sanpaolo del 3,43%, Mps del 2,75%. In luce anche Mediaset (+5,51% a 1,647 euro). Bene A2A (+3,92% a 0,4772 euro), Ansaldo Sts (+5,89% a 7,28 euro) e Atlantia (+4,38% a 12,64 euro). Sull’indice principale, il flessione solo Fiat (-0,85% a 4,452 euro) e Saipem (-0,2% a 24,55%).

Infine, sul resto del listino, Mondadori chiude in calo dell'1,32% a 0,975 euro, conseguenza della pubblicazione dei conti 2012, che evidenziano perdite per 167,3 milioni in seguito a svalutazioni per 194,3 milioni riconducibili all'avviamento di Mondadori France e alle frequenze radiofoniche di R101.

Rosy Merola
 

InfoOggi.it Il diritto di sapere