Pimonte, violentarono una 15enne: gli 11 del branco seguiranno un percorso di recupero - InfoOggi.it

Breaking News
  • Uber, i giudici hanno deciso: resta attivo
  • Legge elettorale, Grillo apre al modello tedesco
  • Napoli, omicidio al pub nella Riviera Chiaia
  • Genova, Papa Francesco incontra gli operai dell'Ilva
  • G7: Trump non terrà la conferenza stampa alla conclusione dei lavori
  • Tripoli: assalto al carcere dove è detenuto il figlio di Gheddafi, almeno 52 morti
  • Palermo, bimbo di un anno muore soffocato da un'oliva
  • Rai, terminato incontro tra Campo Dall'Orto e Padoan: il manager si è dimesso
  • Egitto, attacco a cristiani copti: bilancio provvisorio tra i 25 e i 35 morti
  • Il G7 ed i nodi tra Germania ed Usa. Le ragioni del vertice più delicato
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Pimonte, violentarono una 15enne: gli 11 del branco seguiranno un percorso di recupero

Pimonte, violentarono una 15enne: gli 11 del branco seguiranno un percorso di recupero
0 commenti, , articolo di , in Cronaca

PIMONTE, 20 MARZO – Niente carcere per gli undici minorenni che un anno fa abusarono di una quindicenne a Pimonte. I componenti del branco – tutti residenti tra Pimonte, Gragnano e Vico Equense – seguiranno infatti un percorso di riabilitazione: andranno a scuola o al lavoro, poi faranno tutti attività di volontariato, sport e seguiranno un percorso di recupero psicologico. 

La sentenza è stata pronunciata questa mattina dal tribunale dei Minori di Napoli che ha accolto le richieste dei difensori dei giovani imputati che sono apparsi tutti pentiti e dispiaciuti per l'episodio.
I ragazzi saranno in prova fino all’8 ottobre 2018 poi torneranno davanti al giudice per valutare l’esito del percorso. Nel caso in cui qualcuno dovesse violare gli obblighi, il percorso di riabilitazione verrà immediatamente interrotto e si andrà a processo.

Gli 11 del branco minacciarono e violentarono la 15enne nella capanna del presepe di Pimonte. L’orrore, testimoniato anche da alcuni video e dalle chat sui cellulari dei ragazzini, fu ricostruito dai carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia e della stazione di Pimonte.

A denunciare l’accaduto fu la stessa minorenne che, dopo aver avuto un rapporto sessuale con il suo fidanzato, fu costretta ad averne anche con gli amici di quest'ultimo dietro il ricatto della pubblicazione su social network di un video ritraente il precedente rapporto. Successivamente gli imputati minacciarono di diffondere anche i filmati della violenza.


[foto: ilmessaggero.it]

Antonella Sica

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image