Poesia. Versi e Canti di Walter Perri: "Cosa rimane" (Parole senza tempo)
Resilienze Calabria Catanzaro

Poesia. Versi e Canti di Walter Perri: "Cosa rimane" (Parole senza tempo)

sabato 2 luglio, 2022

Se c’è una categoria che ha fatto dell’amore un marchio di fabbrica è sicuramente quella dei poeti. Grandi scrittori di ogni tempo che hanno saputo trasformare meglio di chiunque altro questo sentimento in parole.

InfoOggi ospiterà nella rubrica Resilienze Walter Perri, Cantautore calabrese e Poeta ci delizierà in una sorta di magia che vogliamo presentare in questa piccola raccolta con cadenza settimanale.

Parole senza tempo che ben rappresentano l’amore in tutte le sue sfumature e che parlano direttamente al cuore e con il cuore.

Un amore è irrimediabilmente finito. Anzi, forse in realtà non è mai nato. Cosa rimane è la metafora dei sentimenti unilaterali che non si appagano nella reciprocità. C’è rabbia nei versi. Chi è rifiutato quasi sempre non comprende e sfoga nell’illogica misconoscenza della libertà affettiva di ognuno, il rancore che ha preso il posto dell’amore profuso. A fine versi il solito tasto da cliccare per ascoltare, se vi va, la mia canzone “Amore” che tanto bene ha fatto scorrazzando per il mondo attraverso il web. Un abbraccione a tutti voi!


Cosa rimane

Una terra

arsa dal sole,

un singhiozzo

e un grido nella notte.

La pietra

resta pietra.

E quel che è sterile

diventerà deserto.

Ogni sorriso

ha una storia di pianto.

E il dolore

traccia la via

per ogni gioia.

Odi in silenzio.

Taci.

C’è un grido

che strazia la notte.

 

Walter Perri

 


"Amore"
Qualche cosa di te

Autore