Politica: oggi esame al Senato per il nuovo Governo

1254
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 10 Settembre - Dopo il si al Conte 2, incassato ieri a Montecitorio, oggi il nuovo Governo chi...

ROMA, 10 Settembre - Dopo il si al Conte 2, incassato ieri a Montecitorio, oggi il nuovo Governo chiede la fiducia a Palazzo Madama.

 E' ancora in corso il dibattito generale per la fiducia al neo-Governo, Giuseppe Conte interverrà nell'Aula del Senato intorno alle 15.30, prenderà infatti la parola in replica alla discussione che dovrebbe concludersi intorno a quell'ora.

 Anche oggi l'accoglienza riservata a Conte e al nuovo Governo, non è stata delle migliori, dai banchi della Lega sono volate parole forti, dal "traditore, traditore" a "Bibbiano, Bibbiano" durante l'intervento del Dem, Dario Stefano. Matteo Salvini è arrivato in Aula tra l'incitamento dei suoi causando per pochi minuti l'interruzione degli interventi, come da scaletta, verso le 14.30 prenderà la parola. Da fonti di Palazzo emerge che al momento, non è previsto che intervenga in Aula il Senatore Pd Matteo Renzi. 

Ben diverse e più complesse le strategie tra i Senatori, rispetto alla votazione di ieri  dei Deputati, dai primi conteggi sui probabili voti a favore, Giuseppe Conte, sulla carta può avvalersi di 168 voti: 106 del M5S senza quello di Gianluigi Paragone, 50 del Pd, oggi Matteo Richetti ha annunciato che non voterà a favore, 4 di LEU, dovrebbero arrivare altri 3 voti dalle Autonomie, tra cui il voto di Pierferdinando Casini e quasi certi, altri 5 dal Gruppo Misto. 

Sono ancora incerti i voti di alcuni Senatori a Vita, come quello della Bonino, per Mario Monti e Liliana Segre sarà un si alla fiducia, per il Comandante Gregorio De Falco, ex pentastellato, più che un voto a favore, sarà un "atto di fede", come ha ribadito in questi istanti all'Adnkronos. 

Nel pomeriggio seguiranno le dichiarazioni di voto e il voto di fiducia che dovrebbe concludersi intorno alle 18.

Laura Fantini

fonte immagine polisblog.it

InfoOggi.it Il diritto di sapere