Pordenone, vittima si vendica dopo anni accoltellando il pedofilo: l'uomo in gravi condizioni

by Gianluca Teobaldo13/11/20174
Condividi Tweet Pin it

PORDENONE, 13 NOVEMBRE - Un ragazzo di 23 anni, che quando era ancora minorenne sarebbe stato vittima di abusi, ha accoltellato il presunto pedofilo. È successo a San Vito al Tagliamento, in provincia di Pordenone, poco dopo mezzanotte. La persona ferita, un medico di 48 anni, è ricoverata in ospedale in prognosi riservata. 

Il giovane si è costituito un’ora dopo l’accoltellamento ed è stato fermato dai carabinieri della compagnia di Pordenone per tentato omicidio. Il medico è un ex allenatore di calcio e alcuni anni fa avrebbe dato ospitalità al ragazzo fino a quando la madre del giovane lo aveva accusato di episodi di molestie sessuali verso il figlio.

Il processo è ancora in corso ma il medico, che ha sempre respinto le accuse, la scorsa primavera è finito agli arresti domiciliari. Nei suoi computer, a casa e a lavoro, sono state trovate numerose immagini pedopornografiche. A coordinare le indagini era stata la Direzione distrettuale antimafia, che si occupa degli episodi di adescamento di minori via internet.

Il medico è stato trasferito nell’ospedale di San Vito al Tagliamento in condizioni critiche. L’aggressione è avvenuto a casa sua, pare dopo una lite con il ragazzo. L’uomo ha indicato al personale di soccorso e ai carabinieri l'identità del suo aggressore prima che questo si recasse in caserma per costituirsi.

 

Giuseppe Sanzi

(fonte immagine Infooggi.it)