Prigionieri di una segnaletica obsoleta. Disagio ai residenti nel quartiere Santo Janni di Catanzaro - InfoOggi.it

Breaking News
  • Il PD si spacca in Trentino: 14 membri lasciano il partito
  • Siria, massacro nel Ghouta orientale. Una strage peggiore di quella di Aleppo
  • Perugia, uomo accoltellato mentre affiggeva manifesti di "Potere al Popolo"
  • E' stato firmato il nuovo contratto degli enti locali
  • Gesù chiama malvagia la sua generazione. Perche?
  • Meteo: Burian porta il gelo della Siberia, previsioni su Nord, Centro, Sud e Isole
  • Elezioni: Bersani, Prodi sbaglia, e' sfumatura del renzismo
  • Giochi olimpici 2018: Italia è Oro. Trionfo Goggia, e' il 14esimo oro olimpico nello sci
  • Dirigente Fn pestato: Raid rivendicato da autori, "non c'è spazio per i fascisti"
  • Giulianova, giovane accoltellato a scuola per aver messo uno sgambetto
  • Caso polizze, il Tribunale di Roma archivia la posizione di Virginia Raggi
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Prigionieri di una segnaletica obsoleta. Disagio ai residenti nel quartiere Santo Janni di Catanzaro

Prigionieri di una segnaletica obsoleta. Disagio ai residenti nel quartiere Santo Janni di Catanzaro
0 commenti, , articolo di , in Cronaca

CATANZARO, 7 DICEMBRE - Accade nuovamente oggi, come già avevamo denunciato nel 2010 con il nostro articolo "quando lamministrazione pubblica crea disagi ai cittadini" che sette famiglie, residenti nel quartiere Santo Janni di Catanzaro lungo la SP 17 KM al 4,5 Viale dei Tulipani, siano rimaste "segregate in casa" a seguito del rifacimento dalla segnaletica sul manto stradale nella zona.

A seguito del rifacimento del manto stradale della zona, gli addetti ai lavori, dopo aver proceduto alla posa dello stesso, hanno relizzato la segnaletica orizzontale sulla base di una obsoleta mappa catastale, sicuramente precedente alla costruzione delle abitazioni, tracciando quindi una linea continua in luogo di quella discontinua che le famiglie residenti erano riuscite a far realizzare a seguito della nostra denuncia.

Peraltro, la presenza della linea discontinua proma dell'intervento di manutenzione era visibile anche su Google.

Una situazione paradossale, quindi, quella che si verifica oggi e che sta già coinvolgento altri abitanti della zona, per come dichiaratoci dagli operai che stanno procedendo ai lavori per conto della Provincia di Catanzaro, ai quali sono stati rivolti disappunto e preoccupazione per la vicenda.

Ed infatti, prevedendo il Codice della Strada il divieto per i veicoli di oltrepassare la linea longitudinale continua, tutti i residenti del tratto di SP 17 interessato dal rifacimento del manto stradale a della sua segnaletica, sarebbero costretti, qualora non si provvedesse alla realizzazione della linea discontinua, a percorrere diversi chilometri all'uscita dalle proprie abitazioni, per inserirsi regolarmente sulla strada provinciale.

Tutto ciò è assolutamente inconcebilile e si auspica che a seguito della nostra segnalazione l'Amministrazione Provinciale di Catanzaro provveda non solo a ripristinare materialmente la linea discontinua che era stata realizzata nel 2010, quanto ad effettuare un vero e proprio "aggiornamento" della mappa catastale evidentemente obsoleta. Ci rivolgiamo direttamente al Presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, affinchè verifichi  e metta in opera nel minor tempo possibile i dovuti aggiornamenti sulla segnaletica onde evitare che anche in futuro si verifichi il medesimo problema.

Emanuela Salerno

La fotogallery


Emanuela Salerno

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image