Salvini chiude i porti a nave privata Vos Thalassa

by Fabio Di Paolo in Politica10/07/201860
Condividi Tweet Pin it

ROMA, 10 LUGLIO - Dopo aver chiuso i porti alle ong e aver proposto di dirottare altrove le navi militari del dispositivo europeo, il governo italiano per la prima volta affronta il problema delle navi private che trasportano migranti senza rispettare le leggi del mare. 

L’imbarcazione in questione si chiama Vos Thalassa, batte bandiera italiana e ieri sera ha soccorso 66 migranti in acque di ricerca e soccorso libiche, dunque di competenza della guardia costiera libica.

Il Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, non ha concesso l’autorizzazione a sbarcare in nessun porto italiano poiché la nave "non doveva intervenire in acque libiche, era pronta la guardia costiera di Tripoli".

I migranti, tuttavia, sono stati presi a bordo della Nave Diciotti della Guardia Costiera e saranno sbarcati in Italia.  L’intervento del pattugliatore italiano è stato deciso in seguito ad una segnalazione da parte del comandante della Vos Thalassa: alcuni migranti con la loro condotta avrebbero messo a repentaglio la vita dell’equipaggio. Una volta sbarcati in Italia, dovranno, quindi, essere sottoposti a misure cautelari e accertamenti giudiziari.

Sull'intervento della Diciotti la maggioranza è apparsa meno compatta del solito.  Il Viminale, infatti, ha commentato: "la guardia costiera italiana non può sostituirsi a quella libica, soprattutto se i colleghi africani sono già entrati in azione", mentre il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha twittato: “Orgoglioso della Guardia Costiera italiana che con nave Diciotti ha preso a bordo 60 migranti che stavano mettendo in pericolo di vita l'equipaggio dell'incrociatore [in realtà si tratta di un rimorchiatore ndr] italiano Vos Thalassa. Ora avanti con indagini per punire facinorosi”.

Fonte immagine: ilfattoquotidiano.it

Fabio Di Paolo