Serie A, Fiorentina - Juventus 0-2. I bianconeri scavalcano il Napoli che stasera ospita la Lazio

3
Scarica in PDF
FIRENZE, 10 FEBBRAIO - La marcia della Juventus non si arresta. I bianconeri passano anche a Fi...

FIRENZE, 10 FEBBRAIO - La marcia della Juventus non si arresta. I bianconeri passano anche a Firenze dopo una gara tesa e ricca di colpi di scena, polemiche finali comprese. Tre punti pesanti per la squadra di Allegri, che scavalca momentaneamente il Napoli in vetta alla classifica, in attesa della sfida di questa sera tra i partenopei e la Lazio. 

Parte bene la Juve, che mette subito pressione alla difesa viola con il fischiatissimo ex, Bernardeschi, e Manzukic alle spalle di Higuain. A centrocampo si rivede Marchisio dal 1’, complice l’assenza di Matuidi, mentre in difesa Lichtsteiner la spunta su De Sciglio. Pioli risponde con il solito 4-3-3 con davanti Chiesa, Simeone e Gil Dias. In mezzo al campo il solito trio Badelj, Benassi e Veretout.

Ritmi alti fin dai primi minuti, con il primo tiro in porta che è di Marchisio, ma Sportiello para senza troppi affanni. I padroni di casa crescono con il passare dei minuti e dopouna conclusione di Benassi. parata da Buffon, al minuto 18 l’episodio che rischia di cambiare il match: Benassi crossa dalla destra e Chiellini intercetta in area con la mano. Per Guida è rigore.

Passano tre, lunghissimi minuti, e dopo dalla cabina del Var viene segnalato all’arbitro un fuorigioco con rilevato di Benassi: episodio molto controverso con Simeone che tocca palla, commettendo probabilmente fallo su Alex Sandro, e quest’ultimo che indirizza la palla verso il giocatore viola. Il tocco dell’esterno bianconero viene però giudicato involontario e questo non sala la posizione irregolare dell’ex centrocampista del Torino.

A quel punto la partita si accende ancora e aumentano i contrasti e gli espiodi irregolari. Al 38' punizione di Pjanic verso il secondo palo e Sportiello rifugia in angolo. Sul corner Chiesa innesca il contropiede per Gil Dias, che punta Lichtsteiner e va al tiro cogliendo un palo clamoroso con Buffon battuto.

Nella ripresa prosegue il copione dei primi 45 minuti fatto di tanto pressing e poca tecnica. Al 58’ fallo ingenuo di Badeji su Bernardeschi al limite dell’area. Il talento di Carrara posiziona la palla e con un sinistro a giro sorprende Sportiello e regala il vantaggio alla Juventus, ammutolendo il Franchi.

Pioli si gioca le ultime carte Thereau ed Eysseric e proprio all'ex Udinese capita la palla migliore al 70, ma Buffon si supera e si salva con i piedi. La Fiorentina ci mette tanto agonismo ma a cinque minuti dal termine Chiellini trova Higuain sul filo del fuorigioco e per il numero nove argentino è un gioco da ragazzi firmare il 2-0 e chiudere definitivamente i conti.

Vittoria importante per la squadra di Allegri, che si avvicina nel modo migliore per alla sfida in Champions contro il Tottenham e mette pressione al Napoli, impegnato questa sera contro la Lazio. Sorride il tecnico bianconero, che fa i complimenti alla squadra di Pioli e aI suoi: "Direi che stasera c’è da fare i complimenti alla Fiorentina per la partita che ha fatto, però complimenti anche alla Juventus perché nelle difficoltà iniziali abbiamo tenuto banco. Abbiamo subìto un paio di situazioni della Fiorentina, ma grandi occasioni non ci sono state da entrambe le parti. C’è stata una bella pressione da parte della Fiorentina e noi giocavamo un po’ troppo sui binari".

Commento finale sulla prestazione di Bernardeschi, bravo a rispondere ai fischi con un gol e tanto sacrificio: "Ha fatto una bella partita, è cresciuto molto indipendentemente da stasera. Non era facile per lui tornare a Firenze, nel posto dove è cresciuto. Ha giocato con grande personalità e ha fatto un gol molto importante".

 

Giuseppe Sanzi

(fonte immagine minutemediacdn.com)

InfoOggi.it Il diritto di sapere