Serie A, la presentazione della 23ª giornata

31
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
PISA 14 FEBBRAIO 2015 – Dopo la sofferta vittoria di Cagliari la Roma è pronta alla sfi...

PISA 14 FEBBRAIO 2015 – Dopo la sofferta vittoria di Cagliari la Roma è pronta alla sfida con il Parma. Il Napoli, che non molla, anticipa a Palermo mentre la Juventus è impegnata nel posticipo di Cesena. 

Come sempre ci aspetta un week-end calcistico molto intenso. Si apre con due anticipi molto interessanti che vede sfidarsi quattro squadre sempre propositive e alla ricerca della vittoria.

Alle 18.00 infatti, al Mapei Stadium, aprono la 23ª giornata di Serie A il Sassuolo e la Fiorentina. I due allenatori, Di Francesco e Montella, si sono scambiati reciproci complimenti nella conferenza stampa della vigilia. Stasera però in campo non conteranno le vecchie amicizie ma solo la voglia, da parte dei padroni di casa di battere un’altra grande del campionato, e da parte degli ospiti di proseguire il momento positivo che li vede al quarto posto.

Chi è nelle stessa condizioni della Fiorentina è il Napoli. Gli azzurri infatti si trovano al terzo posto con vista sul secondo. Questa sera però dovranno fare i conti con un Palermo voglioso di riscatto dopo il pesante 3-0 subito a San Siro contro l’Inter. In casa rosanero è stata una settimana un po’ turbolenta a causa delle dichiarazioni del presidente Zamparini in merito al rinnovo del gioiellino Dybala mentre gli ospiti volano sull’onda dell’entusiasmo dopo la serie di vittorie consecutive nel nuovo anno.

Non si sono ancora placate le polemiche sul Milan. Dopo la trasferta con la Juventus e le accuse di Galliani seguite dalla feroce risposta della società del presidente Agnelli, i rossoneri si rituffano in campionato ospitando l’Empoli che tanto bene sta facendo parlare di se per le grandi prestazioni soprattutto contro le grandi. Monito per la squadra di Inzaghi il pareggio in rimonta dell’andata grazie alle reti dell’ormai ex Torres e di Honda che avevano portato al 2-2 finale. Per il Milan dunque una partita insidiosa contro una squadra da prendere con le molle che deve sta lottando per la salvezza.

Sono cinque le partite che si disputeranno alle 15.00. All’Olimpico la Roma dovrebbe avere vita facile contro il Parma di Donadoni. I ducali, al quarto cambio di presidente in stagione, sono ormai spacciati e attendono solamente la matematica per sancire la retrocessione in Serie B. La squadra di Garcia invece viene dalla difficile vittoria di Cagliari che ha quantomeno alleviato i problemi. Sono rientrati a Trigoria i vincitori della Coppa d’Africa Gervinho e Doumbia, pronti a dare una mano ai proprio compagni. L’allenatore francese recupera anche Manolas e Florenzi dopo l’assenza per squalifica mentre deve far fronte nuovamente alle condizioni non perfett di Totti e al febbricitante Pjanic.

L’altra squadra della capitale, la Lazio, non vive un momento molto brillante ed è reduce da due sconfitte consecutive (3 nelle ultime quattro giornate) che l’hanno allontanata dal terzo posto. Nelle ultime ora tra l’altro è circolata una conversazione “scottante” del presidente Lotito che ha fatto indignare più di tutti Carpi e Frosinone, spiacevoli “protagoniste” della conversazione. Pioli ha il compito di restituire tranquillità ai suoi ragazzi ma ad attenderlo c’è la difficile trasferta di Udine. La squadra di Stramaccioni dopo il pareggio interno con la Juventus è incappata nella sconfitta per 3-1 di Napoli e vuole ripartire. Momento simile, ma un punto in più in classifica, è quello della Sampdoria. Nel 2015 la squadra di Mihajlovic sembra aver perso la grinta e la voglia di vincere che ne aveva contraddistinto la prima parta di stagione. Ora ad attenderla c’è la trasferta del Bentegodi contro il Chievo che in settimana ha battuto il Parma ma è più che mai in lotta per non retrocedere.

Sfida interessantissima anche quella tra Atalanta e Inter. I nerazzurri di casa non perdono tra le mura amiche da sette anni quando sulla panchina dei milanesi sedeva proprio Roberto Mancini e nelle ultime stagione hanno creato non pochi grattacapo all’Inter. La squadra di Colantuono prova quindi a continuare questa striscia positiva e si affida a Pinilla supportato da uno tra Denis e Gomez. Gli ospiti dovrebbero affidarsi alla stessa formazione che ha battuto il Palermo domenica scorso, con Icardi davanti pronto a ripetersi e chissà, a tornare ad esultare in caso di gol.

Voglia d’Europa contro quella di salvezza delle sfide Torino - Cagliari e Genoa - Verona. I granata sono reduci dalla quarta vittoria consecutiva, non accadeva da ben 37 anni. La squadra di Zola hanno ancora l’amaro in bocca per la sconfitta interna con la Roma e si trovano al terzultimo posto, superati anche dal Chievo. Nella sfida del Ferraris, il Genoa sembra aver superato il momento più difficile della stagione e attende l’Hellas Verona di Mandorlini. I gialloblu hanno cinque punti di vantaggio sui sardi ma sono tutt’altro che tranquilli dato che alle loro spalle hanno ripreso a viaggiare a provano la rimonta.

Chiude la 23ª giornata il posticipo tra Juventus e Cesena. La squadra di Allegri scenderà in campo conoscendo già il risultato della Roma e in attacco, senza lo squalificato Tevez, ci sarà il duo spagnolo Llorente - Morata. Il tecnico livornese è conscio del fatto che di fronte ci sarà una squadra in salute (due vittorie nelle ultime tre giornate) pronta a dar battaglia ma la Juventus vuole arrivare a +7 allo scontro fondamentale del 2 marzo, soprattutto ora che ricominciano gli impegni europei.

 

 

Programma 23ª giornata
Sassuolo Fiorentina Sabato          18.00
Palermo Napoli      "                 20.45
Milan Empoli Domenica     12.30
Roma Parma         "              15.00
Udinese Lazio         "              15.00
Atalanta Inter         "              15.00
Genoa H. Verona         "              15.00
Torino Cagliari         "              15.00
Chievo Sampdoria         "              15.00 
Cesena Juventus         "              20.45 

 

Giuseppe Sanzi

InfoOggi.it Il diritto di sapere