Serie A: La Roma risorge ma la Juve va. Il Napoli non si ferma

17
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
PISA, 08 FEBBRAIO 2015 - I bianconeri vincono e convincono contro il Milan. La squadra di Garcia int...

PISA, 08 FEBBRAIO 2015 - I bianconeri vincono e convincono contro il Milan. La squadra di Garcia interrompe la serie di pareggi sbancando Cagliari mentre il Napoli non da scampo ad una buona Udinese.  

In attesa del big match del 2 marzo tra Roma e Juventus, le due squadre vincono e continuano la loro marcia d’avvicinamento verso quella che potrebbe essere la partita che riapre o chiude definitivamente i conti nella corsa scudetto. Dietro di loro continua a viaggiare forte in Napoli che nel 2015 conosce solo la vittoria. Chi invece sembra aver dimenticato come si vince è la Sampdoria che sbatte contro un ottimo Sassuolo e si fa raggiungere dalla Fiorentina in attesa della partita tra Lazio e Genoa.

Nell’anticipo delle 18.00, il Torino si impone in casa dell’Hellas Verona confermando il grande periodo di forma. I granata sbloccano il risultato al 32’ con Martinez e raddoppiano ad inizio ripresa con il solito Quagliarella che, su rigore, realizza il suo 9° gol in campionato. A sette minuti dalla fine ci pensa Toni e dimezzare lo svantaggio dei suoi ma la speranza di arrivare al pareggio viene definitivamente interrotta dalla rete di El Kaddouri al 92’. La squadra di Ventura è ora in corsa per un posto in Europa League.

Alle 20.45 va di scena la partita più attesa della giornata, Juventus - Milan. I bianconeri entrano in campo decisi ad archiviare immediatamente la pratica e sbloccano il risultato con Carlos Tevez, sempre più capocannoniere del campionato, già al 14’. La squadra di Allegri però si rilassa un po’ e subisce il ritorno del Milan che trova il pareggio su azione d’angolo con Antonelli bravo ad anticipare tutti su cross di Cerci. Passano appena tre minuti e squadra di casa ancora in vantaggio. Questa volta è Bonucci ad anticipare tutti, su sponda di Tevez, regalando il meritato vantaggio ai suoi prima della fine del primo tempo. Nella ripresa la squadra di Inzaghi ha la grande occasione per riagguantare la Juventus ma Pazzini trova un Buffon straordinario a dirgli di no. Allora è Morata, al 65’, a chiudere definitivamente i conti con un tap-in dopo un bel tiro di Marchisio finito sul palo.

Nella partita delle 12.30 con l’Atalanta, importante rimonta casalinga della Fiorentina che le consente di salire al quarto posto insieme alla Sampdoria. I nerazzurri trovano il vantaggio con Zappacosta dopo appena dieci minuti e danno alla partita l’impronta desiderata. I viola però trovano il pareggio al 18’ con Basanta che sfrutta un blocco in area per battere Sportiello. Nella ripresa ci pensa Diamanti con una grande giocata a ribaltare il risultato a quindici minuti dalla fine. La squadra di Colantuono però non molla e riagguanta il risultato all’83’ con il neo entrato Boakye che nell'occasione trova impreparato Tomovic. Quando la partita sembra essere destinata al 2-2 è capitan Pasqual a siglare la rete decisiva che fa esplodere di gioia la curva Fiesole.

Non riesce a tornare ad una vittoria che manca ormai da un mese la Sampdoria di Mihaijlovic. Nella sfida contro il Sassuolo infatti, i blucerchiati non vanno oltre l’1-1 dopo essere passati in svantaggio dopo appena due minuti a causa del gol di Acerbi. Sette minuti dopo ci pensa il solito Eder, su assist di Soriano, a pareggiare i conti. Come spesso avviene quando giocano Sassuolo e Sampdoria, la partita e vivace e potrebbe regalare altri gol ma la bravura di Consigli fissa il risultato sull1-1 che non accontenta la squadra di casa. Nella corsa al terzo posto rafforza la propria posizione il Napoli che batte tra le mura amiche l’Udinese. Gli azzurri approcciano alla partita con il piglio giusto e trovano il guizzo che porta al vantaggio con Mertens, bravo a mettere alle spalle di Karnezis con un preciso sinistro dopo 8 minuti. Dopo tredici minuti stupenda azione della squadra di Benitez sull’asse Mertens - Hamsik - Gabbidini che porta l’ex Samp a raddoppiare. L’Udinese però non demorde e prima va vicina al gol con Allan, fermato dalla traversa, e poi lo trova con Thereau, che anticipa Rafael su un’uscita incerta del portiere brasiliano.

Torna alla vittoria dopo quattro turni la Roma di Rudi Garcia contro il Cagliari. I giallorossi devono far fronte a numerose assenze dovute a infortuni, squalifiche e Coppa d’Africa. Come se non bastasse presentano in attacco un trio formato da Ljajic, il giovane Verde e un febbricitante Totti. I sardi partono bene e vanno vicini al vantaggio con Cop su cui si oppone De Sanctis in uscita. Primo tempo equilibrato dunque ma la Roma trova in Verde un’inaspettata risorsa. Il 18enne della primavera infatti prima sfiora il gol di destro e poi scucchiaia un assist d’oro per Ljajic che il serbo è bravo a trasformare nel vantaggio. Nella ripresa la squadra di Zola preme con maggiore convinzione e ha la clamorosa occasione del pareggio ancora con Cop che solo davanti al portiere spedisce incredibilmente alto. Allora la Roma non perdona e trova il raddoppio con il giovane Paredes che su cross, ancora di Verde, fa partire un tiro al volo che bacia il palo e termina alle spalle di Brkic. I rossoblu riaprono la gara al 95’ con M’Poku ma non c’è più tempo e la gara termina sull’1-2.

Nel posticipo serale, l'Inter batte il Palermo con una prestazione convincente. Bel primo tempo dei nerazzurri che sbloccano il risultato con Guarin al 16' su angolo di Shaqiri. Nella ripresa la partita è più divertente con diverse occasioni da una parte e dall'altra. Al 52' azione insistita dei rosanero che prima prendono il palo con Vazquez e poi vedono Dybala sbagliare un gol già fatto, ad un metro dalla linea di porta. Pochi minuti dopo doppio legno per la squadra di Mancini, prima con un'incornata di Icardi e poi con una di Ranocchia nell'azione successiva. L'Inter chiude la partita con lo stesso attaccante argentino che al 65' sfrutta una spizzata di Palacio per depositare alle spalle di Sorrentino e all'88'  su cross di Guarin sigla la doppietta personale. 

 

 

 

Risultati 22ª giornata
H. Verona Torino 1-3
Juventus Milan 3-1
Fiorentina Atalanta 2-1
Empoli Cesena 2-0
Cagliari Roma 1-2
Napoli Udinese 3-1
Parma Chievo rinviata
Sampdoria Sassuolo 1-1
Inter Palermo 3-0 
Lazio Genoa Lunedì  20.45

 

Classifica
Juventus 53                 Sassuolo 29
Roma 46   Inter  29 
Napoli 42   Udinese 28 
Fiorentina 35   H. Verona  24 
Sampdoria 35                         Empoli 23
Lazio* 34   Atalanta 23
Torino 31   Cagliari 19
Palermo 30   Chievo* 18
Milan 29   Cesena 15
Genoa° 29   Parma (-1)* 9

 * una partita in meno

 

Giuseppe Sanzi

InfoOggi.it Il diritto di sapere