Tennistavolo in Sardegna: cronache pongistiche del 19 maggio 2022
Sport Sardegna Cagliari

Tennistavolo in Sardegna: cronache pongistiche del 19 maggio 2022

giovedì 19 maggio, 2022

CAGLIARI, 19 MAG. - IN SARDEGNA ARRIVA IL TTX CON LA COMPLICITA’ DI ATENEIKA CHE OSPITA ANCHE I CAMPIONATI SARDI ASSOLUTI E PARALIMPICI

L’epilogo stagionale della Fitet Sardegna è da pelle d’oca. Ospite nei suggestivi impianti del CUS Cagliari, sotto l’ala protettiva di Ateneika, riuscirà a condensare tre momenti ad altissimo impatto aggregativo che lasceranno un profondo solco nell’immagine della disciplina.

L’11 giugno 2022 nella sontuosa area sportiva di Sa Duchessa ci si potrà sbizzarrire con il Table Tennis X (TTX) un modo più facile di esprimersi con racchette e palline non convenzionali. Il giorno dopo, immersi in un contesto di suoni, colori e vivacità all’ennesima potenza, i campioni nostrani, si daranno battaglia nel corso dei Campionati Sardi, Assoluti e Paralimpici.

Se tutto questo diventa possibile il merito è di una collaborazione fruttuosa che dura dal 2013 tra Fitet Sardegna e Ateneika, l’eccellente contenitore sportivo e musicale diventato un punto di riferimento non solo verso la folta popolazione universitaria ma per tutta la città metropolitana di Cagliari. E ovviamente il Tennistavolo fa parte anche delle sedici discipline che si dispiegheranno in 200 ore di gare riservate alla multiforme famiglia dell’ateneo che non è composta solo da studentesse e studenti ma anche da dottorande, specializzandi docenti e personale tecnico amministrativo. Da mercoledì primo giugno al dodici giugno via Is Mirrionis, come da tradizione, pullulerà di presenze anche la notte perché i concerti la faranno da padroni con artisti di grido come Emma Nolde, Ditonellapiaga, Dargen D’Amico, Mara Sattei, Stu Larsen, Finley, Giorgio Poi e tanto altro ancora.

L’attraente colpo d’occhio generato dall’evento TTX “Ping-Pong Fest” è fatto apposta per legittimare la caratteristica fondamentale di Ateneika: valorizzare i rapporti umani e saldare nuove amicizie.

Dieci tavoli outdoor saranno piazzati all’interno dell’area cussina, a stretto contatto con il continuo viavai generato da Ateneika. E chiunque potrà cimentarsi, dai cultori del tennistavolo, agli amanti del ping-pong che avranno a che fare con un gioco differente dall’originale perché “contaminato” da materiali inusuali con palline nerborute a prova di vento, racchette spogliate dagli ingredienti che le rendono particolarmente performanti e soprattutto da un apparato regolamentare profondamente modificato.

“Per saperne di più credo che venire l’undici giugno al CUS Cagliari sia la soluzione migliore – interviene il presidente Fitet Sardegna Simone Carrucciu – perché il divertimento sarà assicurato. L’amicizia coltivata in questi anni con il CUS Cagliari, con il vulcanico patron di Ateneika Alessio Correnti e i suoi fantastici collaboratori ha favorito l’ideazione di questa tappa del TTX e non solo. D’obbligo un ringraziamento da rivolgere al presidente nazionale della Fitet Renato Di Napoli: ha creduto nel nostro progetto di divulgazione che di sicuro riscuoterà successo, come già accaduto in Penisola, in altri appuntamenti organizzati nelle piazze cittadine. Con felicità rimarco come, dopo tanti anni, ritornino al CUS Cagliari anche le attività agonistiche. Infatti domenica 12 giugno ospiterà i Campionati Sardi Assoluti e Paralimpici. Che sia di buon auspicio per nuove avventure insieme”.

TENNISTAVOLOLTRE: “A POCHE LEZIONI DAL TERMINE I RISCONTRI SONO PARECCHIO SODDISFACENTI”

Rush finale in Sardegna per la terza edizione del progetto a valenza nazionale “Tennistavololtre Plus”. Diffuso dalla Fitet con il nobile obiettivo di fare proseliti nelle scuole di ogni ordine e grado attraverso una formula didattica fresca ed innovativa, esalta i principi di un sano approccio allo sport. Attraverso la valorizzazione del concetto di empatia tutta la classe viene coinvolta, con particolare attenzione ai discenti con disabilità.

Le ultime lezioni distribuite tra i sette istituti scolastici isolani aderenti all’iniziativa coincideranno con la chiusura dell’anno scolastico: alla gioia di poter stazionare al più presto sotto l’agognato ombrellone si associa la spensieratezza derivata da un tavolo di ping-pong che attrae i protagonisti. Tra cui gli intraprendenti studenti-tutor attenti, non solo sportivamente parlando, alle evoluzioni dei loro compagni capaci di dare un’impronta alternativa alla loro azione quotidiana.

Se anche nel 2022 il comitato sardo ha fatto centro, lo si deve alla buona volontà del presidente Simone Carrucciu: preferisce il contatto umano diretto per instaurare rapporti che possano generare ulteriori interessi comuni attorno alla disciplina che rappresenta. “Le potenzialità del tennistavolo vanno spiegate con attenzione – argomenta Carrucciu – e tutte le volte che mi trovo in sintonia con un dirigente scolastico l’entusiasmo raddoppia perché se il binomio scuola-sport viene letto nella sua valenza più appropriata genera una predisposizione naturale verso altre iniziative disegnate nel nome dell’integrazione tra studenti. Questi progetti inclusivi sono sicuramente un vero valore aggiunto nel percorso formativo dei giovani e noi cerchiamo di essere presenti il più possibile. Grazie a tutti per la disponibilità e collaborazione”.

E Carrucciu ha avuto la fortuna di poter contare su un tecnico paralimpico d’esperienza. L’italo-slovena Ana Brzan si è buttata a capofitto negli orari curriculari programmati percependo di giorno in giorno sensazioni molto positive: “Capisco sempre di più quanto sia importante includere persone con disabilità fisica o comportamentale attraverso il divertimento – afferma – componente fondamentale in queste situazioni e tutt’altro che trascurabile”. Nel suo girovagare tra plessi scolastici della Sardegna ha colto anche altre sensazioni: “Vedo un forte interesse verso la scoperta delle nostre regole e all’ascolto delle storie riguardanti il tennistavolo paralimpico, e la sua suddivisione in diverse classi di disabilità. Tutto va a gonfie vele e anche gli insegnanti di sostegno mi danno una grande mano; ciò mi aiuta molto nello svolgere il compito per cui sono stata chiamata. Tra l’altro li vedo sempre molto interessati a fare due tiri e con questo ho detto tutto”.

Gli istituti interessati al progetto Tennistavololtre Plus 2021/2022:

Istituto Comprensivo – Abbasanta, I.C. “Ines Giagheddu” – Calangianus, l’Istituto Scolastico “Gaetano Cima” – Guasila, Istituto Scolastico “Galileo Galilei” – Macomer, I.C. “Porcu – Satta” – Quartu S. Elena, I.C. “G. L. Mezzacapo” – Senorbi, Istituto Comprensivo – Villaurbana.

COPPA SARDEGNA: IL TT GUSPINI SI CONFERMA LA SQUADRA PIU’ IN FORMA DEL MOMENTO

I più affezionati si sinceravano continuamente che quella voce menzionata nel calendario non fosse fatua, come purtroppo accaduto nelle vicissitudini agonistiche 2020 e 2021. E invece la Coppa Sardegna finalmente è tornata a brillare in quel suo essere un po’ campionato a squadre, un po’ torneo che tanto attizza i cultori della disciplina. Delle quindici formazioni che hanno aderito, trionfa la favorita, quel Guspini Rosso in gran parte composto dai protagonisti che hanno “ucciso” il campionato di serie C2 con sole vittorie.

Ma l’edizione 2022 sarà ricordata anche perché il comune di Muravera ha riconsegnato l’impianto anche alle due società pongistiche locali, ovviamente dopo un poderoso intervento di restyling. Un motivo di vanto in più per il Muravera TT che ha voluto organizzare la manifestazione in sinergia con il comitato sardo della Fitet.

“Dopo parecchi mesi siamo rientrati a casa – ribadisce il presidente del sodalizio Luciano Saiu – e la palestra comunale torna ad essere agibile con pavimento e illuminazione nuovi di zecca. Inoltre siamo riusciti a far smontare la tribuna da esterno e attendiamo che vengano acquistati i moduli da 12 sedute, simili a quelli che vengono utilizzati a Norbello”.

In occasione della Coppa Sardegna, che ha consentito di riprendere il filo interrotto quasi un anno fa, sono stati aperti otto tavoli: “Ma all'occorrenza – prosegue Saiu – adesso che senza tribuna c’è più spazio, possiamo montarne anche dieci”. Per quanto riguarda l'aspetto tecnico della manifestazione non vuole pronunciarsi: “Posso dire semplicemente che è stata una bella giornata di sport che aspettavamo da troppo tempo”.

I RISULTATI

Sarà solo una coincidenza ma nel capoluogo del Sarrabus si ritrovano in tutto quindici formazioni, lo stesso numero che caratterizzò l’ultima edizione del 2019, in attesa di vedere uguagliato o superato il record del 2018 con trentuno adesioni.

L’arbitro Nicola Mazzuzzi di Cagliari si è occupato di smistare in anticipo le iscrizioni per determinare le teste di serie, in base alla classifica dei singoli componenti. Vengono poi formati quattro gironi nel quale la formula di gioco è la courbillon che prevede anche il doppio.

Nel primo il Guspini Rosso composto da Silvio Dessì, Massimiliano Broccia e Fabrizio Melis precede a punteggio pieno il TT Carbonia Blu di Marco Lai, Vito Moccia e Pietro Pili.

Anche il Guilcier Ghilarza nel n.2 sbaraglia tutte le avversarie grazie al tandem Briam Mele-Alessandro Faedda. Alle loro spalle il Guspini Bianco di Fabiano Peddis e Manuel Broccia.

Padrona incontrastata del terzo raggruppamento è La Saetta Quartu di Gianluca De Vita, Maurizio Ledda e Alessandro Mercenaro. Seconda giunge il Tennistavolo Norbello di Eleonora Trudu e Nicola Orani.

L’ultimo girone è invece blindato dai padroni di casa del Muravera TT con il duo lanuseino Elia Licciardi ed Emanuele Cuboni, seguita dal Torrellas Capoterra Gialla di Maurizio Piano e Giuseppe Lepori.

Le quattro protagoniste del tabellone ad eliminazione diretta animeranno gran parte del pomeriggio pongistico in viale Rinascita.

In semifinale i futuri vincitori devono fare un gran daffare per sbarazzarsi dei giovani ogliastrini del Muravera TT, allenati da Francesca Saiu che oltre a vincere il primo match (Licciardi su Broccia) tengono in apprensione il doppio Dessì/Melis e lo stesso Silvio da Guspini ha bisogno del quinto parziale per liberarsi di Elia. Più agevole il successo di Dessì su Cuboni.

Tra le altre due protagoniste spicca il Guilcier Ghilarza che affonda 3-1 La Saetta. Anche in questo caso è la formazione perdente che sblocca il risultato (Ledda su Faedda), poi i guilcerini prendono il sopravvento anche se nell’ultimo incontro, Mele (in precedenza vittorioso su Mercenaro e nel doppio, con Faedda, su De Vita-Mercenaro) ha ragione su Ledda ai vantaggi della quinta frazione.

Nella finalissima di nuovo Mele parte benissimo su Broccia, poi il team guspinese si ricompatta e non ce n’è per nessuno grazie ad un Dessì che non dà respiro ai due avversari, anche nel doppio condiviso con Melis.

BOTTA E RISPOSTA CON SILVIO DESSI’

Tra doppi e singolari ha disputato dieci incontri, vincendoli tutti quanti. Una soddisfazione personale che si aggiunge a quella di squadra per il successo arrivato in Coppa Sardegna. Silvio Dessì racconta la domenica fruttuosa nella Sardegna sud orientale.

Un tuo parere sulla finale con Ghilarza, secondo te cosa è che ha fatto la differenza?

È stata giocata con le poche energie rimaste da ambo le parti, dopo la sconfitta in apertura di Broccia con Mele e la mia vittoria su Faedda. Il doppio è stato decisivo come in semifinale. Con Melis abbiamo prevalso senza poche difficoltà contro la coppia Faedda Mele. Il punto della vittoria lo ottengo contro un sempre più ostico Mele, grazie al sostegno di tutti i compagni di squadra.

Un giudizio sul tuo stato di forma?

Dopo dieci partite direi pessimo, mi fa male tutto.

Come riuscite ad amalgamarvi così bene tra compagni?

Ormai ci conosciamo da una vita...conta molto l'affiatamento e la passione per questo sport.

Un giudizio sulle prestazioni di Broccia e Melis?

Fino a quando ha tenuto fisicamente, Massimiliano ha giocato molto bene poi è calato. Fabrizio ha gestito i doppi giocando veramente da veterano della specialità e infatti non ne abbiam perso uno.

In semifinale avete incrociato un agguerrito e giovane Muravera, cosa ne pensi?

La partita più difficile è stata proprio contro il duo Cuboni/Licciardi. Siamo partiti subito male con la vittoria di Elia su Massi, pareggio con la mia su Cuboni. Il doppio decisivo ci vede avanti 2-0, subiamo la rimonta dei ragazzi di Lanusei ma con un po' di esperienza riusciamo a prevalere. Sul 2-1 per noi gioco con Elia molto più fresco di me, trent'anni di differenza si fanno sentire. Partita molto combattuta e interminabile, quasi un'ora di gioco, dove riesco a prevalere 3-2 anche grazie al supporto dei dirigenti e tifosi locali.

Altre squadre che ti hanno colpito favorevolmente?

Più che le squadre la vittoria del mio compagno Giorgio Onnis (Guspini Verde) su Elia Licciardi è stato il risultato più sorprendente del torneo. complimenti.

Un giudizio complessivo sulla manifestazione?

Direi molto bene anche perché abbiamo vinto. Grandioso il pavimento nuovo della palestra. Strano però vincere una competizione e non fare la premiazione; aspettiamo la serata di gala per ricevere la Coppa.

Per te la stagione non è ancora finita, vero?

Prossimi impegni Coppa Italia e Campionati Italiani a Riccione tra pochi giorni, insieme ai miei compagni della C2 dove speriamo di ben figurare e soprattutto divertirci.

Come si sta nella società TT Guspini sotto la direzione di Michele Lai?

Beh, direi che non si potrebbe stare meglio, sempre presente, organizzazione impeccabile. Unica cosa: dovrebbe giocare di più. Auguro un buon fine di stagione a tutti e..forza Guspini!

 PERFORMANCE DA INCORNICIARE PER LA MARCOZZI IN TT INTERCUP

Lampi europei per la formazione di A2 della Marcozzi che sta partecipando al Kurt Posiles-Trophy della TT InterCup. Opposto ai lussemburghesi del DT Nidderkäerjeng, il terzetto che rappresenta il sodalizio di via Crespellani ha vinto per 4-1 con doppiette per Maxim Kuznetsov e Stefano Curcio (uno nel singolo e l’altro nel doppio condiviso con Massimo Ferrero). Il punto ospite lo sigla il serbo Lupulesku nei confronti di Ferrero.

Il prossimo appuntamento sarà in Francia contro l’Ingre CMPJM Tennis de Table.

CAMPIONATI ITALIANI A RICCIONE: SI COMINCIA

Dal 21 maggio e fino al 4 giugno 2022 il Play Hall di Riccione attende i protagonisti che animeranno i Campionati Italiani 2^-3^-4^-5^-6^ categoria.

Di seguito i tesserati in Sardegna, suddivisi per categoria, che si sono qualificati.

SESTA CATEGORIA

Singolare maschile: Michael Belmonte (Decimomannu), Dzintars Lai, Filippo Picciau, Varis Lai (Marcozzi).

Doppio maschile: Dzintars/Picciau

QUINTA CATEGORIA

Singolare maschile: Nazzaro Pusceddu (Paulilatino), Zemgus Lai (Marcozzi), Mattia La Gaetana (Decimomannu), Elia Licciardi, Emanuele Cuboni (Muravera TT).

Singolare femminile: Maria Laura Mura, Laura Alba Pinna, Chiara Scudino, Stanislava Burenina (Tennistavolo Sassari)

Doppio maschile: Lai/La Gaetana; Licciardi/Cuboni

Doppio misto: Licciardi/Sofia Episcopo (Circolo TT Molfetta)

QUARTA CATEGORIA

Singolare maschile: Giancarlo Carta, Francesco Ara, Francesco Broccia (Santa Tecla Nulvi), Silvio Dessì, Massimiliano Broccia (TT Guspini), Gian Luca De Vita (La Saetta)

Singolare femminile: Martina Mura (Tennistavolo Norbello), Floriana Franchi, Alessandra Stori (Muravera TT),

Doppio Maschile: Ara/F. Broccia; Dessì/M. Broccia.

Doppio Femminile: Mura/Irene Moretti (Campomaggiore Terni): Franchi/Stori

Doppio Misto: Felice Leppori (USD Villazzano)/Mura; Gabriele Bianchi (G. Castello)/Franchi; Michele Giardina (Libertas Zaccagnini)/Stori

TERZA CATEGORIA

Singolare maschile: Pasquale Vellucci (Tennistavolo Norbello), Stefano Curcio, Massimo Ferrero (Marcozzi), Nicola Pisanu (Muravera TT), Mattia Contu (Quattro Mori Cagliari)

Singolare femminile: Eleonora Trudu, Marialucia Di Meo (Tennistavolo Norbello), Rossana Ferciug (Quattro Mori Cagliari), Aurora Piras, Serena Anedda, Francesca Seu (Muravera TT).

Doppio maschile: Vellucci/Riccardo Varone (PG Frassati), Curcio/Ferrero; Contu/Emanuele Leto (Fortitudo).

Doppio femminile: Di Meo/Trudu; Ferciug/Claudia Minutoli (Casper); Anedda/Piras; Seu/Giorgia Filippi (Colognola ai Colli).

Doppio misto: Di Meo/Vellucci; Ferrero/Ferciug; Francesco Trevisan (Sportni Krozek Kras)/Seu; Andrea Scardigno (Molfetta)/Anedda; Giovanni Novi (PG Frassati)/Trudu.

SECONDA CATEGORIA

Singolare maschile: Marco Poma (Tennistavolo Sassari), Maxim Kuznetsov, Antonino Amato, Tommaso Giovannetti (Marcozzi), Salvatore Margarone (Santa Tecla Nulvi)

Singolare femminile: Giulia Cavalli, Krisztina Nagy (Tennistavolo Norbello), Lisa Bressan (Muravera TT)

Doppio maschile: Poma/Amato; Kuznetsov/ Nicola Di Fiore (Pulcini Casina TT); Giovannetti/Marco Cappuccio (Il Circolo Prato 2010);

Doppio femminile: Cavalli/Arianna Barani (Cortemaggiore); Bressan/Sofia Mescieri (Castel Goffredo)

Doppio misto: Amato/Cavalli; Alessandro Guarneri (TTS. Polo)/Nagy; Poma/Mescieri; Giovannetti/Giulia Ciferni (TT Vasto); Kuznetsov/Elena Thai Kim Lan (Castel Goffredo); Marco Bressan (TT Genova)/Bressan.

ULTIMI SCAMPOLI DI CAMPIONATI NAZIONALI: TERMINANO B2 E C1

Nonostante i verdetti si conoscessero da tempo, arrivano a definitiva conclusione i campionati nazionali di serie B2 (girone I) e di C1 (girone O) ai quali hanno partecipato società sarde.

Nel campionato maggiore il Santa Tecla Nulvi Ferrari Pay supera il Muravera TT. Parola al responsabile comunicazione della società anglonese Francesco Ara: “La sfida contro il Muravera si è rivelata molto più semplice del previsto, in quanto la squadra avversaria è giunta a Nulvi senza nessuno dei suoi titolari. Due dei giocatori presenti erano all’esordio assoluto (Daniele Manca e Nicolo’ Tedde), mentre Giovanni Moro aveva già esordito nella sfida di andata contro il Tennistavolo Sassari. Considerata la particolare situazione abbiamo deciso di dare spazio a due dei nostri giovani, ovvero Samuele Raggiu e Gavino Posadinu, che sono partiti come titolari al mio fianco. Nonostante gli avversari, specialmente Moro e Manca, avessero un tipo di gioco abbastanza particolare e potenzialmente insidioso (derivante da un background tennistico), non sono riusciti ad impensierire i nostri Raggiu e Posadinu, che si sono fatti trovare pronti aggiudicandosi due incontri a testa senza cedere alcun set. Io ho disputato un solo match contro Manca, anche questo terminato 3-0. Dal momento che avevamo già ottenuto la salvezza il mese scorso e che quindi questa sfida non avrebbe potuto incidere sulla classifica, avrei personalmente preferito sfidare il Muravera al completo per fare qualche partita in vista dei campionati italiani di categoria, dato che negli ultimi mesi non ho disputato tantissimi incontri ufficiali. Alla fine però si è rivelata un’occasione per far giocare in serie B Samuele e Gavino, i quali erano entrambi molto contenti. Potranno anche dire di aver fatto il 100% di vittorie in B2”.

L’altra gara rimanente ha visto protagonisti Il Cancello Alghero e Tennistavolo Sassari. Segue disamina del giocatore catalano Fabio Costantino: “Partita giocata in un clima vacanziero e in un campionato che ha già espresso il suo verdetto sia in cima che in fondo alla classifica. Questa volta la mia squadra, schierata con il sottoscritto, Carmine Niolu e Marco Tiloca, ha affrontato il TT Sassari come noi in formazione rimaneggiata (Olawale, Alexander Evans e Claudio Sabino). Il risultato finale ha confermato quello che era il pronostico: 5-3 per la mia squadra (2 punti Tiloca, 2 Niolu e 1 punto da parte mia) e 3 punti di Olawale per Il TT Sassari. I miei complimenti vanno ai due ragazzi, Evans e Sabino, che ci hanno creato qualche problema col loro gioco: vista la giovane età, ha ancora margini di miglioramento. Si conclude quindi un campionato per noi non semplice, giocato sempre in formazione rimaneggiata e con l’utilizzo della palestra cominciato a novembre. L’appuntamento per la prossima stagione avverrà in serie C1. Buone vacanze a tutti.”

In C1 il tennistavolo Sassari si mostra particolarmente dimesso contro l’EOS Roma, come confermato dal presidente atleta Marcello Cilloco: “Si è concluso il campionato di con una sconfitta patita dall'EOS Roma per 5-2. Gara che comunque non avrebbe cambiato le sorti della nostra squadra che già domenica scorsa è stata condannata alla retrocessione. Dopo le sconfitte mie su Riggi e di Alberto Ganau su Marcolini, riacciuffiamo il pareggio con le vittorie mie su Marcolini e di Luca Pinna contro D'Angelo. Sul 2-2 si incontrano i numeri 1 Luca Pinna e Ivan Riggi: giocano una gran bella partita che si conclude tiratissima solo al quinto set a favore di Ivan. 3-2 per Roma e Alberto gioca con D'angelo perdendo 3-0. Ultima partita di Luca Pinna, per la verità un po’ scarico, contro Marcolini persa per 3-0 che determina la sconfitta per 5-2”.

Nella foto il presidente Fitet Sardegna Simone Carrucciu durante una vecchia premiazione della manifestazione Ateneika

Autore