• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Tennistavolo in Sardegna: Cronache pongistiche del 20 ottobre 2021

Sardegna > Cagliari

CAGLIARI, 20 OTTOBRE 2021 -  STAGE REGIONALI GIOVANILI NEL SARRABUS. Due stage nel fine settimana per riprendere il filo del discorso e proiettare i promettenti virgulti sardi verso scenari sempre più suggestivi. Il tecnico regionale Francesca Saiu e il suo affiatatissimo staff cominceranno da sabato 23 ottobre 2021 con un incontro aperto a maschietti e femminucce dei vivai isolani nati dal 2010 in su. Sarà un appuntamento pomeridiano che comincerà alle 15:30 e si chiuderà alle 19:00 presso la palestra comunale di viale Rinasdcita a Muravera.

L’indomani non si cambia luogo di ritrovo ma il rendez-vous pongistico, oltre a prolungarsi dalla mattina alla sera (9.15- 18:30), prevede delle convocazioni mirate.

Di seguito la lista degli osservati speciali: Anna Dessi, Emanuele Cuboni (AD Muravera TT), Federico Casula, Alba Laura Pinna, Nicola Cilloco, Simone Demontis (ASD TT. Sassari), Francesco Sogus, Luca Broccia, Elena Kuznetsova, Manuel Broccia (ASD TT. Guspini), Eva Mattana, Marco Dessi (ASD Muraverese TT), Letizia Pusceddu (Torrellas Capoterra), Zemgus Lai (ASD Marcozzi).

I collaboratori del tecnico regionale Francesca Saiu: Andrea Piras, Nicola Pisanu, Michele Buccoli (sparring) e il preparatore atletico Marco Pintus.

MISSIONE CONTINENTALE NELLA EUROPE CUP WOMEN E MEN PER QUATTRO MORI, MARCOZZI E TENNISTAVOLO NORBELLO

L’autunno è portatore della consueta ventata di pongismo internazionale che i club sardi non stanno mai disertando. Dalla ETTU sono stati diramati i vari appuntamenti concernenti la Europe Cup maschile e femminile. Nella competizione in rosa il Tennistavolo Norbello sarà impegnato nel Gruppo A che concentrerà quattro compagini a Bratislava. L’esordio del team presieduto da Simone Carrucciu è venerdì 22 ottobre 2021 alle 19:30 contro le padrone di casa del Skst Bratislava. Il giorno dopo duplice sfida. Alle 12:30 opposta alla russa Tmk Tagmet Taganrog e alle 19:30 alle spagnole della Hujase Jaén Paraíso Interior.

Il Quattro Mori Cagliari, impegnata nel girone B a Linz (Austria) comincerà già da giovedì 21 ottobre 2021 perché le contendenti sono cinque. Alle 21 il club di via Crespellani si opporrà alle spagnole del COVICSA Santa Eularia. Venerdì 22 ottobre, alle 14:00 è il turno del team di casa LZ Linz Froschberg. Sette ore più tardi se la vedranno con le colleghe del Cajasur Priego, anche loro provenienti dalla penisola Iberica. Match conclusivo sabato 23 ottobre alle 14:00 con il TT Malonne (Belgio).

Anche nel settore maschile la Marcozzi si ritroverà a Linz per un altro concentramento a cinque. Compresa nel girone D la squadra cagliaritana esordirà il 21 ottobre alle 10:30 con il  Stk Libertas Marinkolor (Croazia). Alle 17:30 affronta il CSS-SZAK Odorheiu Secuiesc (Romania) e l’indomani sfida con la società ospitante SPG Linz. Fine delle sfide sabato 23 ottobre alle 10:30 con l’ungherese Pte Peac Kalo-Meh. Passeranno il turno le prime due classificate di ciascun girone.

SERIE A1 MASCHILE E FEMMINILE: VINCE SOLO IL QUATTRO MORI CAGLIARI

Delle formazioni impegnate nei massimi campionati maschili e femminili giocano in tre perché la Marcozzi Cagliari deve rimandare l’appuntamento in trasferta (28 ottobre 2021) con il Top Spin Messina a causa dei disagi aerei.

A Norbello si celebra la prima partita doppia stagionale con le ragazze che pareggiano in extremis grazie al punto strepitoso di Krisztina Nagy. Contro l’Eppan, in precedenza erano andate a segno anche le sue compagne di squadra Tatiana Kukulkova e Offiong Edem. Nel tavolo attiguo non basta l’ottimo esordio del campione lusitano Diogo Carvalho per ottenere il primo risultato positivo stagionale. Il Circolo Prato 2010 fa sua la posta in palio mettendo in apprensione la compagine guilcerina in basso alla classifica maschile.

Tornando alla A1 femminile, non fallisce l’appuntamento con la prima vittoria in campionato la Quattro Mori Cagliari che con il trio Rossana Ferciug, Andreea Dragoman e il nuovo innesto croato Tijana Jokic ha ragione del TT Marco Polo.

SERIE A2 MASCHILE: PARI PER IL TENNISTAVOLO SASSARI, PERDE LA MARCOZZI

Si sta acclimatando bene al campionato la matricola Tennistavolo Sassari che raggranella un altro prezioso punto. “Nella prima trasferta di questo combattutissimo campionato – rileva il coach Mario Santona - conquistiamo un altro pareggio sul difficile campo della Stella del Sud Napoli con un punto a testa per i nostri Ganiyu Ashimiyu, Marco Poma e Marco Sinigaglia. Passano in vantaggio i padroni di casa con Rocca che batte Poma, poi noi facciamo il break con il nigeriano Ganiyu su Di Marino e Sinigaglia su Babatunde. Una grande occasione la perdiamo nel quarto incontro con il nostro straniero che vince i primi due parziali nei confronti di Luigi Rocca che, recuperato un set, si ritrova sotto 8-5 nel quarto. Purtroppo per noi il forte pongista calabrese è riuscito a recuperare e vincere.

Al contrario Marco Poma è riuscito nell’impresa di recuperare due parziali di svantaggio grazie ad un tempestivo cambio tattica che ha steso il quotato nigeriano avversario.

Infine, Di Marino riagguanta il definitivo pari battendo per 3-0 Sinigaglia. Queste prime due partite hanno confermato il gran livello del girone B di A2: un campionato molto equilibrato nel quale tra l' evitare una delle tre retrocessioni o battersi per il salto di categoria sarà questione di pochi punti. In definitiva competizione durissima quanto stimolante”.

Primo stop stagionale per la Marcozzi Cagliari che cede 4-2 al TT Ennio Cristofaro. L’unico a tenere alto il morale della squadra è stato il russo-guspinese Maxim Kuznetsov che ha prima sbloccato il risultato (contro Falana) e poi sul 3-1 ha riacceso le speranze di riaggancio sconfiggendo Antonio Pellegrini. Ma l’apporto dei suoi compagni Isiaka Kazeem e Massimo Ferrero è stato infruttuoso con doppie sconfitte ciascuno, ed entrambi vittime di Gerolamo Roberto Minervini.

SERIE B2 MASCHILE: UN TERZETTO A PUNTEGGIO PIENO

Eccole che si allontanano dal gruppo: Muraverese TT Rossa, Santa Tecla Nulvi Cooperativa San Pasquale e Tennistavolo Sassari si ritrovano a quattro punti pronte a combattere per qualcosa di grande.

La compagine turritana ha la meglio sul Cancello Alghero. Parola a Tonino Pinna: “Va fatta una premessa: nell'ASD Il Cancello Alghero mancava il giocatore più forte Carlo Fois. Credo purtroppo che sarà indisponibile per tutto (o quasi) il campionato. Infatti, si è dovuto sottoporre a un intervento chirurgico e di conseguenza ci vorrà parecchio tempo prima che possa tornare a giocare. Abbiamo iniziato contemporaneamente su due tavoli: io contro Marco Tiloca e Segun Olawale contro Fabio Costantino. La mia partita all'inizio non è stata semplice: al primo set ero sotto 10-8. Marco Tiloca è un ottimo pongista, con una splendida "mano" e se inizia a giocare sciolto non è semplice per nessuno. Vincendo il set 12-10, il terzo e quarto set sono stati in discesa riuscendo a chiudere 3-0. Per Ola invece è stato ovviamente più semplice contro Fabio Costantino, atleta volenteroso ma che niente ha potuto con il nostro giocatore più forte. La sfida secondo me più importante è quella che vede Luca Baraccani contro Maurizio Muzzu. Quest'ultimo è un atleta esperto, molto regolare e che sbaglia poco; ma Luca, usando la sua grande intelligenza, come sempre del resto, è riuscito a portare a casa tutti i set senza perderne neanche uno. Poi scendiamo in campo Olawale contro Tiloca e io contro Maurizio Muzzu. Ola è riuscito ad imporsi nettamente in tutti i parziali regolando Tiloca 3-0, mentre io dopo aver vinto il primo set, ero sotto 7-10 nel successivo, ma sono riuscito poi a chiuderlo 12-10 e anche la partita (3-0). Abbiamo vinto senza perdere neanche un set, forse per gli amici di Alghero una sconfitta pesante, ma la mancanza di Carletto Fois è realmente troppo grande per poter affrontare un campionato come questo. Noi siamo fiduciosi per le prossime partite e per il proseguo delle giornate, sperando di essere tra i protagonisti fino alla fine, anche se sarà non semplice”.

Nel Sarrabus si gioca l’anticipo della quarta giornata con il derby in casa Muraverese nel quale si impone la Rossa sulla Gialla. Tra gli sconfitti esce allo scoperto Andrea Piras: “Si apre con lo scontro tra Michele Buccoli e Marcello Porcu, vinto da quest'ultimo per 3-0. Sull'1-0 sotto gioco io contro Riccardo Dessi, vincendo per 3-0 e riportando in parità il match. Sull'1-1 entra in campo il mio compagno Marco Cocco che sostituisce l'assente Francesco Lai. Il suo esordio in B2 avviene contro Riccardo Lisci. Nonostante la buona prestazione espressa, Lisci regala il vantaggio alla sua squadra. La partita successiva la gioco io contro Porcu riuscendo a portare di nuovo la parità. Sul 2-2 se la vedono Buccoli e Lisci, ma il campione guspinese si dimostra in grande forma e firma il 3-2. La successiva disputa vede Cocco contro Dessi, ma nonostante la buona condotta del nostro compagno, Dessi vince 3-2 allungando il risultato globale sul 4-2. A questo punto affronto Lisci, ma non riesco a batterlo e quindi chiude il derby con una tripletta che assicura la vittoria e due punti importantissimi per i suoi rossi”.

Il Muravera TT sfrutta il fattore casalingo per avere la meglio sul Santa Tecla Nulvi Ferraripay. Gara commentata dal padrone di casa Nicola Pisanu: “Importantissima vittoria in chiave salvezza contro una direttissima concorrente. Al posto di Simone Boi, ancora convalescente per problemi fisici, esordisce Elia Licciardi. Il lanuseino rischia di regalarci due punti che avrebbe tranquillamente meritato poiché entrambe le partite le ha perse al quinto e decisivo set rispettivamente contro Francesco Broccia e Giancarlo Carta. C’è da aggiungere ovviamente che se avesse vinto con Francesco Broccia, la partita con Carta non l’avrebbe disputata. Edoardo Loi porta a casa tre punti fondamentali per la vittoria; il nostro neoacquisto vince agevolmente contro Francesco Ara e Francesco Broccia mentre con Giancarlo Carta, in qualche situazione ma nei momenti decisivi, Edo riesce sempre a fare punto facendo suo il match per 3-1. Io vinco per 3-1, nel primo incontro di giornata, contro Francesco Ara che ha dimostrato un buon stato di forma mettendomi in difficoltà soprattutto col servizio. Il mio secondo punto lo conquisto vincendo 3-0 contro il giovane Francesco Broccia”.

SERIE C1 MASCHILE: PRONTO RISCATTO DEL TENNISTAVOLO SASSARI

Dopo l'infelice esordio di campionato, Il Tennistavolo Sassari ottiene una fantastica vittoria in casa dell’EOS Zefiro Roma. “Siamo andati subito in vantaggio grazie al nostro compagno di squadra Luca Pinna – spiega Marcello Adriano Pinna - che ha inferto un sonante 3-0 ad Emanuele D'Angelo apparso particolarmente falloso col dritto e incapace di contenere l'attacco esplosivo dell'atleta turritano. Il secondo incontro di giornata vede contrapposti il sottoscritto ad Andrea Marcolini, anch'egli attaccante, il quale cerca di forzare da subito lo scambio andando però spesso fuori misura in quanto mal digerisce i cambi di ritmo che sono riuscito a imporre nei tre set disputati e che daranno così il secondo punto al Tennistavolo Sassari. Nel terzo incontro Alberto Ganau deve cedere le armi al quinto set a Ivan Riggi, atleta di punta della compagine romana. Terminato il terzo set abbiamo iniziato a sperare nell'impresa in quanto il nostro atleta, fino a quel momento, ha dato prova di un buon tennistavolo alternando top di dritto velocissimi e recuperi spettacolari a filo di transenna. Purtroppo per noi l'avversario non ha smesso di crederci e dal quarto set in poi riprende le redini dell'incontro siglando così il primo punto per EOS. Scendo nuovamente in campo e batto Emanuele D'Angelo con un secco 3-0 nonostante l'atleta romano sia, rispetto alla partita di esordio, più consistente in fase offensiva. È la volta di Luca Pinna che parte alla grande vincendo il primo set 11-8. Ivan Riggi accorcia le distanze ma nel terzo e quarto nulla può contro la tenacia del sassarese che riprende a rispondere efficacemente ai servizi dell'avversario e inizia a metterlo in difficoltà con i propri. In fase di scambio, poi, attua una valida tattica che costringe l'avversario a forzare la mano da posizione centrale o del rovescio (meno congeniale) così da indurlo all'errore. Sul 4-1 per noi si sfidano Alberto Ganau e Andrea Marcolini. Come è facile intuire, iniziamo a pregustare la vittoria, purtroppo però l'epilogo della partita sarà diverso. Marcolini parte subito forte e determinato lasciando solo le briciole al nostro compagno di squadra (4-11) il quale però nel secondo set cerca di reagire, arrendendosi però ai vantaggi (10-12). Nel terzo set l'atleta romano allunga, il top di dritto è più preciso e Alberto non riesce a sporcare il gioco durante gli scambi cosicché la partita si concluderà con un 6-11 per Marcolini. Faccio l’ingresso in campo per la mia ultima sfida di giornata contro Ivan Riggi. Come spesso mi accade, quando c'è in ballo qualcosa di importante, la tensione sale alle stelle e questo inficia non poco sulla prestazione. Dopo la sconfitta dei primi due set per 9-11 6-11 (dove ho avuto difficoltà nella risposta ai servizi e ai top incrociati del forte atleta mancino), cerco di reagire e faccio mio il terzo set (11-8). Nel quarto però Riggi è più consistente, non sbaglia quasi nulla sia di dritto, sia di rovescio. La mia offensiva non è abbastanza dirompente da chiudere il punto quando si presenta l'occasione e così il match si concluderà con il parziale di 4-11. Nel quinto incontro di giornata Alberto Ganau non ha la meglio su D'Angelo che, in quell'occasione, interpreta la sua miglior partita regalando così il punto del pareggio a EOS (2-3). C'è da dire però che i risultati mancati dall'atleta sassarese (oltre al merito degli avversari che ha incontrato), sono da attribuire anche alla carenza di allenamento. Siamo fiduciosi anzi sicuri che, invertendo la rotta, possa togliersi qualche bella soddisfazione in questo campionato nazionale. Sul quattro pari Luca Pinna, dopo un avvio difficile, regala la prima, nonché importantissima, vittoria al Tennistavolo Sassari. Sul 4-11 del primo set per Marcolini, non nascondo che dalla panchina abbiamo sudato freddo! Ciò nonostante, il sottoscritto, Alberto ma soprattutto Luca che era in campo, non abbiamo smesso di crederci e finalmente, dopo più di quattro ore di gioco abbiamo raggiunto l'obiettivo! Grande plauso a Luca, ovviamente miglior giocatore di giornata che, anche nella partita di chiusura contro Marcolini ha sfoggiato dei gran colpi e neutralizzato l'offensiva dell'avversario. Un ringraziamento particolare va anche ai miei parenti che, nel rispetto delle norme anticovid vigenti, hanno assistito e supportato la squadra.

SERIE C2: COMANDANO IN TRE

Provano ad innestare il turbo TT Decimomannu, Muravera TT e TT Guspini. Squadre attrezzate che fanno presagire un campionato denso di emozioni.

Il team del medio Campidano va ad assaltare il fortino del Guilcier Ghilarza. Massimiliano Broccia contribuisce al successo con due vittorie: “La seconda di campionato è andata a buon fine. Parte Michele Lai che vince senza avere tanti problemi nei confronti di Briam Mele. Entra Silvio Dessì contro Ignazio Calderisi e raddoppiamo. Spetta a me contro Alessandro Faedda: non riesco a trovare le misure giuste per giocarci, comunque vinco 3-2. Rientra Dessì che vince contro Mele 3-1. Il nostro giovane presidente Lai lascia il posto a Fabrizio Melis: pur giocando bene non riesce a sconfiggere Faedda che ha la meglio per 3-1. Chiudo la partita io contro Calderisi che supero 3-0. Vincendo 5-1 teniamo la squadra in vetta alla classifica. Ora un po' di riposo e ci sentiamo il 6 novembre. Buon campionato a tutti”.

Anche il Muravera TT rimane a punteggio pieno seppur sudando assai contro i veterani dell’Azzurra. Quattro match terminano al quinto set, ma i sarrabesi la spuntano con due punti di Emanuele Cuboni (su Licio Rasulo e Guido Lampis) ed uno a testa di Aurora Piras (su Lampis) e Sara Congiu(su Rasulo).

Il tecnico Francesca Saiu è però contenta a metà. “Questo campionato – dice - è importante per due motivi principali: affinare l’esperienza dei nostri ragazzi più giovani e poi rendere maggiormente convincente, duttile e corazzato il gioco delle donne, non abituate a battersela con i maschi, soprattutto quelli di una certa età che sicuramente hanno un modo di opporsi abbastanza ostico. Considerando che stiamo puntando alla salvezza, ogni punto è sempre buono e l’ultima gara affrontata, per come si stava mettendo, ci sta che alla fine siamo riusciti a spuntarla. Dovrei essere felicissima di ciò ed invece le perplessità mi attanagliano. Emanuele Cuboni ha realizzato una doppietta, ma ancora il suo gioco non mi convince e stesso discorso vale per le ragazze. Aurora Piras non è nemmeno la parente più lontana dell’Aurora “formato settimana scorsa” perché perdendo spesso la concentrazione ha patito un po’ i suoi avversari, soprattutto Alessandro Polese che l’ha battuta al quarto set. Lo stesso azzurrino ha avuto la meglio anche su una Sara Congiu sembrata particolarmente apatica; non è da lei perdere due match point come se niente fosse. Però ha riguadagnato durezza quando si è trattato di portare i due punti a casa imponendosi di nuovo al quinto set su Licio Rasulo. La prossima gara l’affrontiamo in casa con il Tennistavolo Norbello, sperando di ripeterci ma con la testa rivolta sempre alla possibilità di salvezza”.

Il Tennistavolo Decimomannu si impone su La Saetta Quartu. “Un po' di inaspettato fieno in cascina ci viene regalato da questa seconda partita di campionato in casa – chiosa Marco Saiu - contro i nemici della Saetta di Quartu. Gli ospiti si presentano con l'infimo Alberto Manos, giocatore conosciuto per il suo spumeggiante gioco di rottura (in ogni senso) e come trasposizione pongistica del tennista Nadal; il giovane Lorenzo Piras, giocatore potente e furbissimo, mio ex compagno di squadra in quel che fu la magnifica squadra Asd Monserrato del magnate Sandrino Picciau. E infine dal sassarese di nascita ma quartese di adozione, il simpatico Maurizio Ledda, che con quel dritto potrebbe impensierire chiunque in un campionato come il nostro. Nelle file della squadra di casa, l'ormai idolo dei tifosi Marco Verminetti, schierato da numero uno; Marco Saiu, ormai al terzo anno al Decimomannu, ed il profeta in patria Mattia La Gaetana. Nel primo incontro uno scatenatissimo Verminetti va a condurre 2-0 su Piras che, resosi conto di essere in campo, inizia a fare quello che sa, portandosi abbastanza facilmente sul 2-2. Ma un crollo di concentrazione lo porta a perdere decisamente in fretta il quinto set, dando il primo punto alla squadra di casa. Dopo di loro Mattia La Gaetana inizia a capire le gomme di Manos solo al termine dell'incontro; unica consolazione è che nemmeno Manos le ha capite ancora molto bene. Sul 2-0 per la compagine del presidente Tomaso Fenu, come sempre armato di doppio obbiettivo (uno è quello di non retrocedere), scendono in campo, nella partita più bella della giornata, Saiu contro Ledda. Saiu si aggrappa ai servizi e naturalmente Ledda al suo forte dritto. La partita è molto delicata ed equilibrata. Alla fine, è sempre uno spigolo o una retina a decidere chi vince il set, e Saiu beneficia, nella bella, di una fortunatissima retina sull'8 pari che gli consente di chiudere. Complimenti in ogni caso a Maurizio che è evidentemente senza allenamento ma sempre pericolosissimo. La squadra ospite, schierando Manos da forte (?), gli fa decidere una ampia fetta di partita nell'incontro tra i numero 1, quindi contro Verminetti che capisce molto meglio i puntini dello stesso Alberto, e non ha difficoltà a chiudere e portarci sul 3-1. Saiu poi la chiude riuscendo, grazie al suo gioco volutamente scoordinato, a venire a capo della partita con Lorenzino che in passato aveva avuto più volte il suo scalpo! Ormai rilassati dalla vittoria Mattia La Gaetana lotta contro Maurizio Ledda facendo vedere sprazzi di tennistavolo davvero notevoli, ma la maggior esperienza in campionati ben più difficili ed il suo proverbiale OdontoTop porta Maurizio a venire a capo dell'incontro alla lunga. Un passo in avanti verso la salvezza che ci fa piacere, prima della pausa in cui cercheremo di allenarci meglio, sicuro che i saettini sapranno rialzarsi perché le forze in campo non si discutono”.

La Muraverese dilaga sul campo del Tennistavolo Norbello: “Nonostante il punteggio severo – precisa Roberto Murgiano - i padroni di casa ci hanno dato filo da torcere ed i singoli incontri sono risultati spesso combattuti. I padroni di casa schieravano Eleonora Trudu, Martina Mura e Giuseppe Mele, noi Mario Bordigoni, Pierluigi Montalbano e il sottoscritto. Il punteggio finale è stato di 6-0 a nostro favore nonostante il grande impegno e l'agonismo esibito dai locali che certamente saranno in grado di riscattarsi nella prosecuzione del campionato”.

SERIE D1/A: SANTA TECLA NULVI UNICA A PUNTEGGIO PIENO

Il team anglonese espugna il difficile campo del Ghilarza al termine di un match molto equilibrato e si ritrova solo in vetta alla classifica. Ecco il riassunto elaborato dall’esperto in comunicazione Francesco Ara. “Come nell’incontro della settimana scorsa, anche questa volta Mark Anderson sigla due punti (su Agostino Campanello e Mario Marchi) con tutta la grinta che lo contraddistingue e dimostrandosi in gran forma. Gli altri sono stati realizzati da Roberto Caddeo, che nonostante un brutto infortunio al braccio stringe i denti e con carattere riesce ad avere la meglio su Gianni Pintus, e da Luca Pilo, autore anche lui di un match perfetto contro Pintus che gli permette di rifarsi dalla sconfitta contro Mario Marchi Marchi.

Dopo la sconfitta della prima di campionato nella serie D1 di Tennis Tavolo  e relativa delusione, ci siamo preparati per incontrare il Tennis Tavolo Sassari nel nostro esordio casalingo con vittoria , forse anche un po inaspettata, ma che ci da morale per il proseguo di questa nuova avventura. Siamo felici del risultato positivo, tutti abbiamo dato il massimo con la squadra composta da me, Antonio Trubbas e Melis Pierpaolo, Corda Stefano  e Marco Dessì. Attendiamo con fiducia la prossima sfida.

È pareggio tra Alghero A e TT Guspini. La cronaca elaborata dal pongista catalano Salvatore Motzo: “Prima di campionato positiva, anche se, per come si erano messe inizialmente le cose, se avessimo vinto non avremmo rubato nulla a nessuno. Contro i ragazzini terribili di Guspini abbiamo messo in piedi una formazione di esperienza con Emilio Albero e me e Salvatore Zinchiri che deve credere un po' di più nei propri mezzi. Partiamo benissimo con due vittorie pesanti : io supero Manuel Broccia in quattro set ed Emilio rifila un secco 3-0 ad un osticissimo Peddis. Salvatore, opposto a Luca Broccia, gioca bene e vince un set con merito ma affrontare in gioco aperto dei ragazzi che si allenano con costanza ed impegno a toppare su ogni palla che esce dal tavolo è ancora troppo impegnativo. Anche Emilio soccombe a Manuel Broccia al quinto set di una partita tiratissima. Io riporto in vantaggio la nostra squadra battendo il bravo Luca Broccia e Fabiano Peddis riporta il match in parità battendo Salvatore Zinchiri. Come inizio non è male; pareggiare è meglio che perdere, abbiamo giocato bene e personalmente mi sono tolto la soddisfazione di battere due ragazzini di cui sentiremo parlare”.

Primi due punti per il Tennis Tavolo Olbia. “Dopo la sconfitta della prima di campionato nella serie D1 di Tennis Tavolo e relativa delusione – rammenta Antonio Trubbas - ci siamo preparati per incontrare il Tennis Tavolo Sassari (Gian Felice Delogu, Martina Bonomo, Sergio Idini) nel nostro esordio casalingo con vittoria, forse anche un po’ inaspettata, ma che ci dà morale per il proseguo di questa nuova avventura. Siamo felici del risultato positivo, tutti abbiamo dato il massimo con la squadra composta da me, Pierpaolo Melis, Stefano Corda e Marco Dessì. Attendiamo con fiducia la prossima sfida”.

SERIE D1/B: VOLANO TORRELLAS GIALLA E MONSERRATO

Le due compagini del cagliaritano replicano anche nella seconda giornata di andata. Riccardo Di Giovanni illustra la vittoria del team paulese: “La nostra squadra, fatta da giovani (?) di belle speranze incrocia le racchette con La Saetta. Inizia Gianpaolo Manca che fa valere tutta la sua esperienza contro il giovane Leonardo Pala, troppo emozionato per il suo esordio in D1. A seguire Marco Sanna affronta Luca De Vita, e dopo un primo set equilibrato l'atleta saettino si impone con autorità per 3-0. A seguire gioco contro Mattia Pala. Conosco il suo gioco e so bene quanto è migliorato in questi anni e quanto possa essere pericoloso quando entra in partita. Per mia fortuna riesco ad imbrigliarlo fin dall'inizio chiudendo per 3-0. Stesso risultato nell'incontro successivo dove Sanna si impone sul più piccolo dei Pala. A questo punto l'incontro decisivo per la nostra vittoria diventa la partita fra Manca e Mattia Pala. L'incontro è molto equilibrato e Mattia riesce a giocare molto meglio rispetto all'incontro precedente ma alla fine è Manca a riuscire ad imporsi con un sofferto 3-2. Portata a casa una insperata vittoria nell'ultimo incontro, facciamo esordire Luigi Dessì che nulla può contro De Vita, con quest'ultimo che si impone per 3-0. Vittoria insperata alla vigilia, contro una Saetta priva di qualche titolare, ma che permette di portare a casa due punti importanti in chiave salvezza”.

Altra partita in casa, per il Torrellas Gialla e altra vittoria, questa volta contro il Tennistavolo Decimomannu. “Un 4-2 più netto di quanto il risultato possa far pensare – rimarca Maurizio Piano - visto che le nostre due sconfitte sono arrivate quando la vittoria era ormai già in tasca. Questa volta, sono stato io ad aprire la gara affrontando Paolo Soraggi, contro cui sin dall'inizio sono riuscito a sfruttare al meglio i servizi e imporre il mio gioco d'attacco, vincendo così per 3-0. Nella seconda partita del match, il mio compagno di squadra Celestino Pusceddu ha faticato non poco a prendere le misure al gioco di puntinata di Efisio Sirigu, ma al termine di un set interminabile ha tirato un sospiro di sollievo vincendo 16-14; rotto il ghiaccio, poi, nei successivi due set ha prevalso in maniera netta e chiuso i conti per 3-0. La prima terzina di partite, poi, si è chiusa con la sfida fra Giuseppe Lepori e Salvatore Garau. Anche in questo caso, il mio compagno non è riuscito a prendere subito le misure col gioco dell'ex Suelli e ha perso 16-14 il primo set. Poi, però, è riuscito a trovare la concentrazione giusta per aver ragione della puntinata avversaria e ha vinto abbastanza agevolmente i successivi set portando a casa il punto del 3-0. A mettere la firma sul 4-0 sono poi stato io, che contro Sirigu ho avuto poche difficoltà nel chiudere sul 3-0. A questo punto, ha fatto il suo esordio in campionato Antonello Migliaccio che, subentrando a Lepori, ha affrontato Soraggi ma non è riuscito a trovare la misura dei colpi, dando anche troppo spazio agli attacchi del suo avversario; sotto di due set è riuscito a vincere ai vantaggi il terzo, ma il pongista decimese ha chiuso i conti nel quarto. Nell'ultima partita, quindi, sono scesi in campo Pusceddu e Garau. L'atleta ospite ha prevalso con un netto 3-0, complice anche un Pusceddu ormai scarico che non è riuscito a ritrovare la concentrazione giusta per poter impensierire l'avversario.

Con questa vittoria continuiamo a veleggiare in vetta, ma dopo la sosta arriverà un novembre alquanto tosto, in cui affronteremo prima il Monserrato e poi il Carbonia Blu”.

Esordio positivo che anticipa il derbissimo rinviato al 30 ottobre per le due formazioni del TT Carbonia. Quella Bianca è implacabile sul campo del Torrellas Capoterra Blu. “Dopo un anno e mezzo di stop – narra Federico Ibba - finalmente torniamo a disputare il nostro campionato regionale di tennistavolo. La partita inizia con il piede giusto perché il mio compagno Luciano Macri riesce a vincere Marco Carboni seppur quest’ultimo riesca a sfoderare, a tratti, dei bei colpi soprattutto di rovescio; dopo tocca a Chicco Bianciardi contro Marco Schirru: partita molto tirata nei primi due set ma Chicco riesce, nei punti finali, a portare a casa entrambi i set e poi riesce a chiudere la partita nel set successivo. Poi tocca a me contro Massimo Carta, giocatore molto tosto e ostico. Ne esce fuori una contesa molto equilibrata dove Massimo mi riacciuffa per ben due volte ma alla bella interpreto il set in maniera quasi impeccabile e porto a casa la partita. Complimenti all'avversario che mi ha dato tanto filo da torcere. Di seguito Lucio riesce a chiudere il risultato con un 3-0 su Marco Schirru. Per la quinta sfida lascio il posto a mio padre Marco che nonostante fosse senza riscaldamento riesce a vincere 3-0 contro Carboni: partita sofferta sul secondo parziale chiusosi ai vantaggi, ma poi vinta con disinvoltura da mio padre. Bianciardi chiude la pratica capoterrese con una buonissima partita che vince 3-0 contro Carta. In definitiva buona gara da parte nostra, mi auguro di continuare a fare risultati utili nel tentativo di raggiungere i nostri obbiettivi”.

La squadra Blu va invece a vincere al Palatennistavolo di via Crespellani contro la Marcozzi Cagliari. “Prima nostra partita di campionato – descrive Pietro Pili - dove ci schieriamo con la formazione consolidata dell’anno scorso. Oltre al sottoscritto gareggiano Vito Moccia, Marco Lai e Walter Barroi. Risultato finale 5-1 per noi, così come segue: Passano in vantaggio i padroni di casa grazie a Mauro Serra che al quinto parziale riesce ad avere ragione di Marco Lai. Barroi incontra Sedda vincendo 3-0 e io invece proseguo la striscia positiva dominando 3-0 sul giovane Dzintars Lai. Poi Moccia prevale su Dzintars ma il ragazzo ha espresso un buon livello di tennistavolo. Nell’ incontro tra Barroi e Serra vince il mio compagno, esprimendo una qualità di gioco decisamente superiore a questa categoria. L’incontro più combattuto vede come protagonisti me e l’amico Stefano Sedda. Sono andato sotto 2-0 per poi recuperare e vincere 3-2 anche con un po' di fortuna. Ma tengo a rimarcare il netto miglioramento di Stefano”.

SERIE D2/A: PREVALE IL FATTORE CASALINGO

Si comincia con due dispute in famiglia. Nel primo caso il Tennistavolo Sassari B prevale sul Tennistavolo Sassari C. Il quartetto composto da Maria Laura Mura, Chiara Scudino, Claudio Sabino, Alexander Evans ha avuto la meglio sui piccoli Nicola Cilloco, Federico Casula, Edoardo Ivan Eremita, Stefano Ganau. “Alla prima gara di quest'anno – osserva Claudio Sabino - hanno partecipato ragazzi di età compresa tra gli 8 e i 17 anni. Questo ha reso le sfide divertenti e insolite. Sicuramente è stata un'esperienza molto bella e utile per i più piccoli perché hanno potuto competere con ragazzi dalla maggiore esperienza. Allo stesso tempo è stata piacevole per noi più grandi perché il confronto con i bambini ci ha fatto vivere un'esperienza originale e molto arricchente”.

Identiche meccaniche in casa Santa Tecla Nulvi con un clima di immensa felicità perché finalmente molti tesserati rimasti all’asciutto per due anni hanno ritrovato l’ebbrezza delle gare ufficiali. Prevale nettamente la formazione A sulla B. Tra i giocatori anche il presidente del sodalizio nulvese Francesco Maria Zentile: “Nella gara iniziale Marcello Bianco della formazione A prevale su un Gavino Posadinu che mi ha fatto un’ottima impressione. Stefano Conconi concede un ottimo allenamento alla pongista paralimpica Jessica Rozzo mentre io siglo il punto della bandiera, sudando parecchio perché la spunto al quinto set su Samuele Raggiu. Conconi si impone anche su Gavino, ma è molto interessante osservare i notevoli miglioramenti del nostro giovane tesserato a cui mancano le partite ufficiali ma non gli allenamenti che frequenta assiduamente e con passione. Non nascondo di essere molto fiero di lui e se continua così potrà regalarci qualche sorpresa. Bianco poi non ha avuto problemi nello sbarazzarsi facilmente di me, infine Samuele ha prevalso su Jessica. L’importante era che si ritornasse in campo e riprendere l’attività agonistica”.

SERIE D2/B: VINCONO ORISTANO A E PAULILATINO

Il Paulilatino esordisce in casa con un successo (6-0) ai danni del Tennistavolo Sassari A. La formazione sassarese ha esordito con la squadra pararalimpica composta dal lanuseino Giammarco Mereu, Manuela Casu e Maurizio Scanu. Il club paulese allenato dal tecnico Ana Brzan, si presenta rinnovato: oltre a Giuseppe Mellai, Nazzaro Pusceddu e il figlio Luigi, ha esordito Davide altro componente della famiglia.

“L’incontro di sabato – puntualizza Manuela Casu - dal punto di vista del risultato finale era in gran parte già scritto: tre normodotati contro tre disabili in carrozzina hanno maggiori chances, ma noi siamo comunque soddisfatti, perché abbiamo espresso impegno e passione. La D2 è una grossa opportunità, ci mette alla prova consentendoci di preparare al meglio il campionato nazionale paralimpico che avrà inizio a fine novembre. Quest’anno io, Maurizio e Giammarco siamo determinati e abbiamo come obiettivo quello di affrontare gli incontri con maggiore consapevolezza e un pizzico di esperienza in più che la d2 immancabilmente ci offre. Cogliamo l’occasione per ringraziare i nostri avversari che sono stati particolarmente ospitali e con i quali ci siamo divertiti. Si è respirato un clima di sana sportività più che apprezzabile”.

In casa TT Oristano tanto divertimento, ma vince la formazione A. Le sensazioni del presidente-giocatore Nicola Cuccureddu: “Il derby è sempre il derby. Ambedue le squadre hanno una rosa rimaneggiata dalle numerose assenze. Primo incontro Cuccureddu Roberto Chessa è una partita senza colpi di scena, troppo il divario, Cuccureddu vince facile. Nella seconda partita scenario completamente diverso, risultato aperto che vede un Carlo Maulu molto concentrato attaccare dall’inizio senza soffrire il gioco dell’avversario, aggiudicandosi il match per 3-0 senza mai veramente soffrire. Nel terzo incontro la squadra B si gioca il pareggio. Mariapia Are contro Francesco Pibi è un match veramente alla pari: sono più gli episodi a deciderlo, vince Pibi 11-9 al quinto set. È poi la volta di Sebastiano Urrai contro Chessa: partita che doveva essere a risultato già scritto, ma il mio compagno la complica giocando contratto, cedendo un set all’avversario e vincendo gli altri di misura. Tocca poi a Cuccureddu e Are: anche questa parte col pronostico ben delineato che vede la facile vittoria del presidente per 3-0. Chiude l’incontro Maulu con Pibi con il primo che vince facile per 3-0.

SERIE D2/C: DUE VITTORIE NETTE

Sia il Cagliari TT, sia La Saetta di Quartu S. Elena hanno vita facile rispettivamente contro Marcozzi e Torrellas Young. Nel primo caso è Paolo Marinelli a descrivere le dinamiche dell’incontro: “Buona la prima. Sulla carta doveva essere un inizio facile, ma complice qualche acciaccato, ci siamo trovati ad affrontare una squadra “terribile”, senza Stefano Manca, sostituito da un post influenzato e non in forma Giuseppe Curreli. Bravo Aldo Puleo a scegliere la formazione. Inizio io contro Varis Lai: avevo giocato contro di lui qualche anno fa ed è sicuramente migliorato parecchio (privilegi dell’età… e dell’avere un allenatore), anche se non è bastato; tre set tutto sommato facili per me, con qualche bello scambio. Dei nostri giovani avversari quello che dava più preoccupazioni era Zemgus Lai, giustamente. Ne ha fatto le spese Giuseppe che, secondo set a parte, ne ha sempre subito il gioco offensivo, senza mai riuscire a opporsi veramente, complice anche una forma fisica compromessa da una recente influenza. A seguire, Aldo non ha avuto difficoltà contro Leo Rasulo, un po’ meno formato dei suoi compagni di squadra. I dolori (per me) sono arrivati nella quarta partita, quando mi son trovato Zemgus dall’altra parte del tavolo. Nonostante una marea d’errori miei e le buone giocate sue, con una certa fatica ho comunque portato a casa la partita, riuscendo anche a divertirmi. Ordinaria amministrazione le ultime due partite di Aldo contro Varis e di Giuseppe contro Leo”.

Sulla gara de La Saetta Quartu si espone Francesco Murtas: “Tra mille difficoltà legate agli spazi di allenamento (circa due anni senza attività) oltreché al solito covid, assieme ai miei fidi compagni di viaggio, Alessio Picciau e Simone Sebis, abbiamo iniziato nuovamente il nostro solito cammino. La partita si è giocata a Capoterra in un clima sereno e cordiale con il piacere di rivedere dei vecchi amici. La storia della partita racconta di un 6-0 in cui ci sono stati tanti begli sprazzi delle ragazze avversarie, in particolare Letizia Pusceddu e Sara Floris supportate da Elisa Aramu. I puntini di Alessio e la vivacità di Simone hanno messo i sigilli anzitempo alla partita. È stato veramente bello riprendere l'attività”.

SERIE D2/D: UNA AL COMANDO

Vince il duello in famiglia e si ritrova solitaria in cima. La Muraverese Tennistavolo Arancio si manifesta molto più forte dei fratelli della Muraverese Verde. “Questo week end è iniziato il campionato regionale di D2 – ricorda Alberto Mattana - un girone composto da 4 squadre su 5 da formazioni di Muravera. Torno da giocatore sui campi formando la squadra con mia sorella Eva e Letizia Porcu. La prima partita è uno dei due derby e in questa occasione contro i "bambini verdi" la cui squadra è composta da Marco Dessì, Alberto Piras e Simone Cocco. Apre le danze Eva vincendo 3-0 con Simone Cocco. Successivamente Letizia porta a casa (contro Marco Dessì) il suo punto per 3-0 nonostante nei primi due set Marco potesse meritare qualcosa in più in quanto sempre avanti nel punteggio. Io vinco con Alberto Piras 3-0 (no comment). Riapre il discorso Simone Cocco che con un 3-1 su Letizia porta per la sua squadra il primo punto. Chiude la partita Eva su Alberto Piras con un 3-0. Sul 4-1 vinco l'ultima con Marco Dessì, anche qui no comment”.

Nell’altra gara in calendario il Muravera pareggia con la Muraverese Old. La cronaca di Rita Franzò: “Io, Alessandra Stori e Federica Cuboni, ci siamo confrontati con il team composto da Francesco Marotta, Antonio Agostinelli e Roberto Deiana. Nella prima partita i protagonisti sono Stori e Marotta: ci portiamo a casa il primo punto senza problemi vincendo 3-1. Successivamente io affronto Deiana con il quale perdo 3-0. Anche la mia compagna di squadra Federica, contro Agostinelli, perde 3-0. La mia seconda partita la gioco contro Marotta e la vinco 3-1 guadagnando il secondo punto che ci permette di tornare in parità. Vittoria per me inaspettata perché prima di giocare ero molto tesa e avendo già perso la prima partita non è stato facile prepararmi ad affrontare lo scontro. Aver realizzato questo punto importante per l’andamento della partita mi ha reso molto felice dandomi la carica per affrontare al meglio i prossimi impegni, imparando a credere maggiormente in me e in ciò che sono in grado di fare. Il nostro terzo punto lo vinciamo grazie ad Alessandra che fa doppietta battendo 3-0 Agostinelli. Terminiamo la sfida con un pareggio ottenuto da Deiana che ha avuto la meglio su Federica Cuboni (che personalmente ho trovato molto in forma) vincendo 3-0. Siamo tutte e tre soddisfatte del risultato e continueremo ad allenarci per poter vincere contro di loro al ritorno”.