• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Tennistavolo in Sardegna: Cronache Pongistiche dell'1 dicembre 2021

Sardegna > Cagliari

CAGLIARI, 1 DIC. - Tre podi, di cui uno altissimo. La Sardegna giovanile pongistica si congratula con Laura Alba Pinna (Tennistavolo Sassari) che nell’ultimo torneo nazionale giovanile dell’anno, a Terni, vince sorprendentemente nella categoria under 13 femminile. Nella stessa gara coglie il bronzo Eva Mattana della Muraverese, mentre un altro tesserato della società turritana, Marco Poma, si classifica al terzo posto nell’under 21 maschile.

Sulla storica prestazione di Laura Alba, partita come testa di serie n. 6 interviene il tecnico e vicepresidente del Tennistavolo Sassari Mario Santona: “Dopo troppo tempo un/una sassarese torna sul gradino più alto di un torneo nazionale giovanile. Siamo particolarmente contenti prima di tutto per la ragazza che ha strameritato la vittoria battendo tra quarti, semifinale e finale le prime tre della classifica nazionale. Importante è anche evidenziare che lo ha fatto prendendo quasi sempre l'iniziativa nel gioco e questo ci fa ben sperare per un costante miglioramento verso livelli ancor più competitivi. Laura ha vinto il girone ed è poi giunta ai quarti di finale senza lasciare neppure un set alle avversarie. Nel tabellone ad eliminazione diretta, passato agevolmente il primo ostacolo con Melissa Zaniboni (TT Castel Goffredo), ha battuto nettamente per 3-0 Gioia Picu (Alfieri Di Romagna TT Edera),numero 3 delle classifiche under 13. In semifinale la partita più tirata vinta meritatamente per 11-9 al quinto set contro Alice Galli (Tennistavolo Vallecamonica). In finale altro exploit contro la numero 1 del tabellone Marina Misceo (Circolo Tennistavolo Molfetta) con un 3-1 scaturito dopo una gran bella partita dove sono trapelati tanta grinta, pochissimi errori e attacchi costanti a base di topspin di dritto, giocata inconsueta tra le ragazze delle giovanili. Tale risultato lo consideriamo un gran bel punto di partenza e i più sentiti ringraziamenti li rivolgiamo al nostro tecnico Segun Olawale che anche con il resto della pattuglia di bambini sta facendo un gran lavoro”.

Della stessa partita ha fatto parte Eva Mattana, anche lei protagonista con un ben augurante terzo posto. L’ha seguita il fratello maggiore Alberto Mattana: “Eva è la numero 5 delle teste di serie. Nel girone vince in modo agevole per 3-0 sia con Maddalena Rosso (TT Verzuolo), sia con Jessica Hu Wenxin (Anspi Tennistavolo Cortemaggiore) ma è la seconda gara che la vede in maggior difficoltà. Tecnicamente non bella, da entrambe le parti giocata molto sui nervi e con il carattere. Eva, sotto 2-1. riesce a ribaltare fino a chiudere per 11-9 al quinto con tutti i set tirati fino all'ultimo. Passata come prima nel girone e con la X, al primo turno affronta Sara Franzoi (Circolo T.T. Cles) negli ottavi. Dopo aver vinto facile il primo set, si spegne il computer e in un amen si ritrova sotto 2-1. Dopo una lavata di testa, nelle fasi iniziali del quarto set a fatica riesce a ritrovare la strada e di conseguenza a portare a casa quel set stesso e successivamente anche il quinto. Approdata ai quarti Eva incontra Azzurra Marinelli (Tennistavolo Castel Goffredo) testa di serie numero 4 con cui non ha mai vinto. Nonostante arrivi da una partita tirata fino al quinto, dimostra di essere ancora mentalmente dentro il gioco e parte bene vincendo il primo. Nonostante il buon livello di gioco e la pregevole tenuta mentale di mia sorella, l'atleta di Castel Goffredo ribalta il parziale portandosi sul 2-1. Dopo un cambiamento sul piano tattico, che paga subito, Eva non molla e lottando punto su punto riesce a chiudere a 9 il quarto set portandolo a casa. Il quinto è un susseguirsi di punti giocati tatticamente bene e di emozioni che si accavallano nel vedere un traguardo mai raggiunto sempre più vicino. Che arriva con l’11-6 conclusivo, catapultandola così alla semifinale di un torneo nazionale in singolo, per Eva la prima volta. La attende Misceo, numero uno del torneo. Partita difficile con poche energie ma comunque onorata al meglio. Dopo aver perso i primi due set anche abbastanza combattuti Eva riesce a strappare il terzo, ma cede del tutto al quarto per 11-2 perdendo quindi la partita 3-1. Tutto sommato un buon torneo grazie al risultato finale che comunque rimane il primo traguardo importante in singolo. Tecnicamente ci sono ancora margini di miglioramento notevoli però ho apprezzato il lato caratteriale e il non aver mai mollato un punto. Torniamo a Muravera con una medaglia di bronzo, speriamo la prima di altre”.

Nell’under 21 maschile Marco Poma è contento a metà: “Non sono soddisfatto, pur essendo arrivato terzo. Non ho giocato al meglio delle mie potenzialità, rischiando sia nel girone, sia al primo turno che ho superato al quinto set ai danni di Giacomo Sernesi (Tennistavolo S. Polo). Mi sono un po' ripreso agli ottavi, sconfiggendo Costantino Cappuccio (TT Vigevano Sport) e ai quarti ho giocato abbastanza bene con Antonio Pellegrini (TT Ennio Cristofaro). In semifinale ho ripreso l’andamento altalenante e contro Andrea Puppo (TT Reggio Emilia) potevo fare molto di più. Sicuramente in questo momento, Andrea è ad un altro livello rispetto al mio; per raggiungerlo devo insistere col lavoro assiduo in palestra. In definitiva sono contento ma non appagato”.

Un podio lo coglie anche la Marcozzi Cagliari con l’atleta laziale Tommaso Maria Giovannetti che sempre nell’under 21 si classifica secondo alle spalle di Puppo.

A Terni si sono riversati tanti altri atleti isolani. Nell’under 11 maschile Nicola Cilloco (Tennistavolo Sassari) va avanti fino ai quarti, mentre i suoi compagni Federico Casula, Simone Demontis e Marco Dessì (Muraverese) si fermano alla prima fase. Anche Francesca Seu (Muravera TT) si deve arrendere ai quarti dell’under 15 femminile. Nell’under 19 partecipano tre atlete del Muravera TT: Sara Congiu, Serena Anedda e Alessandra Stori, ma l’unica a passare il turno è Rossana Ferciug (Quattro Mori Cagliari) che però viene bloccata subito. Conosce l’ebbrezza del tabellone anche Elia Licciardi (Muravera TT) nell’under 17 maschile, ma anche lui deve inchinarsi al primo scontro diretto. Si ferma ai gironi il suo compagno di scuderia Emanuele Cuboni che però si esalta nell’under 15 maschile dove approda sino agli ottavi di finale. Nella stessa categoria hanno partecipato Simone Cocco e Alberto Piras (Muraverese).

Si devono accontentare dei turni a gironi tutti gli altri partecipanti. Nell’under 17 femminile figuravano iscritte Stori e Seu (Muravera TT), Chiara Scudino (Tennistavolo Sassari), Ferciug (Quattro Mori). Nell’ under 19 maschile Licciardi (Muravera TT). Significativa rappresentanza del Tennistavolo Sassari nell’under 13 maschile con Casula, Demontis Ganau e Cilloco. La Muraverese risponde con Cocco e Dessì. In under 21 femminile hanno giocato Anedda, Congiu e Lisa Bressan (Muravera TT); quest’ultima, originaria di Gorizia, è arrivata tra le prime otto. Infine, nell’under 13 femminile ha gareggiato Letizia Porcu (Muraverese).

CAMPIONATI NAZIONALI PARALIMPICI A SQUADRE: I PRIMI RISCONTRI DALLA SARDEGNA

Impegno, ma anche tanta socializzazione tra i protagonisti nei vari concentramenti tra nord e sud d’Italia che hanno accolto gli atleti paralimpici (sardi compresi), impegnati nelle varie serie riservate alle categorie in piedi (6-10) e a quelle in carrozzina (1-5).

Nella serie A Gruppo 11, per giocatori con disabilità intellettivo relazionale, il Monterosello Special di Sassari ha schierato il duo composto da Alessandro Ara e Gianfranco Idini. Tanta esperienza per loro nonostante le tre sconfitte patite dal TT Mediterraneo Bikes, Sport Club Etna e Paralimpica Mimi' Rodolico A .

Nell’A1 gruppo 1-5 il Tennistavolo Norbello è volato a Sgonico (Trieste). Nel team guilcerino i due pongisti Daniel Maris e Giuseppe Marchese non sono riusciti a reggere l’impatto con le più forti avversarie affrontate: prima il Castel Goffredo, poi il Tennistavolo Vicenza e infine gli Handicappati Fiorentini. “Sinceramente non c'è molto da dire – esordisce il tecnico Ana Brzan – perché abbiamo perso tutte e tre le partite come da pronostico. Daniel non si sta allenando e Giuseppe deve fare ancora tanta esperienza, considerato che gli ultimi due anni per lui non sono stati facili per vari problemi fisici. La nota positiva è che entrambi hanno lottato, con Giuseppe che si è preso pure la soddisfazione di battere Valeria Zorzetto (Vicenza), ex nazionale paralimpica. L'unico rammarico è che in molteplici situazioni sia uno, sia l'altro non hanno saputo gestire i punti di vantaggio che avevano durante i vari set delle partite. Sappiamo benissimo che il campionato è molto duro nella nostra prima esperienza in A1 paralimpica. Cercheremo di fare il meglio possibile.

Le classi 6-10 si sono giocate nella palestra di Villa Dante a Messina. Dalla Sardegna sono arrivati i Campioni d’Italia della Muraverese e il team quartese de La Saetta.

Il duo composto dal sarrabese Luca Paganelli e dal sulcitano Andrea Manis, accompagnati dal coach Mario Bordigoni sono partiti con i favori dei pronostici chiudendo con un superlativo due su due.

Pur uscendo entrambi da un infortunio, che ha ridotto la frequenza dei nostri allenamenti – dichiara Luca Paganelli - abbiam cercato di dare il massimo, consci di dover affrontare un campionato popolato da squadre di tutto rispetto. La trasferta messinese ci ha visto fronteggiare nello specifico i cugini della Saetta e l'AD Polisportiva Colognola ai Colli. Nella prima partita con i nostri corregionali Romano Monni e Pietro Ghiani, io ed Andrea abbiamo la meglio e prevaliamo per 3-0. Nell'incontro con la squadra di Verona soffriamo un po' di più: inizialmente io perdo 3-0 da Salvatore Mercurio, pagando il poco allenamento ed il recente cambio di telaio, mentre Andrea porta il punteggio alla parità battendo per 3-1 Pravadelli. Nel doppio, un po' un' incognita, considerando l'impossibilità di giocarlo lo scorso anno, andiamo molto bene prevalendo per 3-0. Chiudo su Pravadelli per 3-2 in sofferenza e per adesso si può dire che il nostro l'abbiam fatto. Il prossimo appuntamento è fissato per fine marzo. Il livello quest'anno è molto alto (una squadra, quella di Molfetta, è composta da due terza categoria). In ogni caso noi non molleremo e daremo il massimo”

La Saetta, come già anticipato dal giocatore muraverese, si è presentata con Romano Monni e Pietro Ghiani. “Sono state tre partite piuttosto complicate visto il poco allenamento sulle spalle – afferma la presidente saettina Agnese Maccioni - ma comunque utili per fare esperienza e confrontarci con gli atleti più forti della classe 6-10. Abbiamo purtroppo perso le partite contro Trevignano, Muraverese ed Ennio Cristofaro per 3-0, riuscendo a racimolare solo un set”.

Altre sei formazioni isolane sono state convogliate a Casamassima (Bari) per onorare il primo concentramento di serie A2.

Nel A2-gruppo 1-5 (girone A): il Tennistavolo Sassari B si ritrova al comando a punteggio pieno dopo i successi incamerati nel derby in famiglia con il Tennistavolo Sassari B e l’Olympicus Valverde.

La pongista guspinese Manuela Casu, in forza al club turritano B racconta la sua avventura agonistica in Puglia: “Siamo entusiasti di questa prima uscita. C’è stata una forte affluenza di atleti del Tennistavolo Sassari che, nell’ultimo anno, come movimento paralimpico è indubbiamente cresciuto, non solo dal punto di vista numerico ma anche delle prestazioni. Io e il mio nuovo compagno di squadra Giammarco Mereu abbiamo dovuto inaugurare la giornata con il derby i cui protagonisti per il Sassari A erano Giuseppe Demontis e Maurizio Scanu, quest’ultimo ha vinto con me 3-2 (al termine di un incontro molto combattuto) e perso con Giammarco 3-0 che, grazie anche alla sua classe 4 ,è nettamente superiore a tutti noi. Giammarco ha avuto la meglio anche con Giuseppe vincendo 3-0. Siamo molto felici per la reintroduzione del doppio che io e il mio compagno abbiamo vinto, grazie a una buona intesa, sia contro l’altra sassarese, sia contro i siciliani della società Olimpicus Valverde con i quali abbiamo portato a casa una vittoria che ci ha consentito, come squadra, di totalizzare quattro punti preziosi”.

E per il Tennistavolo Sassari A dà il suo contributo scritto Maurizio Scanu: “La prima giornata ha presentato subito il derby per le due squadre sassaresi che, nonostante la grande amicizia tra i componenti delle due formazioni, si è svolto con un bel agonismo. Ma il successo arride alla compagine B con il risultato di 3-1. Tutti i match sono stati molto combattuti, con scambi esaltanti e di grande qualità. I risultati delle prestazioni sono stati la giusta ricompensa per l’impegno ed il lavoro sodo profuso durante gli allenamenti. Anche la sfida contro i padroni di casa del TT Ennio Cristofaro ha risaltato la nostra voglia di dimostrare i progressi ottenuti, sia durante i singolari, sia soprattutto nel doppio che ci ha visto vincere il primo set per poi soccombere davanti alla maggior esperienza degli avversari impostisi nei successivi tre, senza però impedirci di rientrare sull’isola carichi di grandi soddisfazioni”.

Il duo Luca Bulla – Giancarlo Cossu forma il collettivo del Libertas Ping-pong Monterosello. Una sola la gara disputata, contro il club ospitante che si è imposto per 3-0.

Rinvio di gara invece per il Tennistavolo Quartu che avrebbe dovuto affrontare ugualmente il TT Ennio Cristofaro.

Nella serie A2 in piedi il Tennistavolo Sassari cede sia al TT Olimpicus, sia all’Isola Peter Pan Roma. Per il club del nord Sardegna sono scesi in campo Lorenzo Sanna e Giovanni Battista Sanna.

Rinviate invece le due gare del Tennistavolo Norbello.

GIORNATA PARALIMPICA A NORBELLO: IL 3 DICEMBRE CONSUETA INVASIONE DI STUDENTI E FEDERAZIONI SPORTIVE

Turnazioni festanti tra una piazzola e l’altra. Protagonisti gli studenti provenienti da diverse scuole della Sardegna che venerdì 3 dicembre 2021 si ritroveranno nella palestra Comunale di Norbello per dare spessore alla sesta edizione della Giornata Paralimpica nel Guilcer, patrocinata dal Comitato Italiano paralimpico. Protagoniste indiscusse saranno nove discipline sportive, tra cui ovviamente il tennistavolo che attraverso tecnici ed atleti mostreranno i presenti come anche con la disabilità, si possono raggiungere mete incredibili in ambito agonistico, attraverso l’incoraggiamento e il sostegno di tutti. La società locale, il Tennistavolo Norbello, ha sempre creduto nella grande sinergia che sport olimpici e paralimpici possono raggiungere se si crede veramente in nuovi e accattivanti obiettivi. Di questo parere è Simone Carrucciu, presidente sia del sodalizio guilcerino, sia della FITeT Sardegna. Il suo forte spirito di abnegazione nelle tematiche del paralimpismo (è anche vicepresidente vicario del CIP) lo spinge ad insistere su questa manifestazione che diffonde messaggi di ottimismo ed empatia. Nel corso della mattinata ci sarà spazio anche per la decima edizione del Torneo Ping-Pong Sardegna ideato per creare divertimento e spirito di competizione tra gli appassionati con disabilità intellettivo relazionali.  

WEEK END PARALIMPICO GENUINO AL PATTINODROMO DI CAGLIARI

Molto simile a ciò che accadrà a Norbello è stato l’evento allestito presso il Pattinodromo di Cagliari la scorsa settimana, annoverante tra le discipline protagoniste, anche il tennistavolo. Negli spazi gestiti dalla Fitet Sardegna si è fatto vedere anche il testimonial paralimpico Daniel Maris che ha giocato con i tanti studenti provenienti da scuole elementari, medie e superiori. I due tavoli montati presso l’impianto di via degli Sport non sono mai restati inattivi, grazie anche al contributo delle due sparring Eleonora Trudu e Roberta Perna che hanno intrattenuto e divertito i presenti con esercizi di avviamento alla disciplina e dispensando nozioni elementari per far capire meglio le specificità di un gioco solo apparentemente semplice.

SERIE B VETERANI: NULVI IMBATTIBILE, PROVA AD INSEGUIRLA IL TENNISTAVOLO SASSARI

Nel primo raduno della B veterani, le tre compagini sarde, incluse nel girone F, hanno fatto tutto sommato il bel tempo. Una in assoluto, il Santa Tecla Nulvi Avis che chiude l’esperienza al Liceo Peano di Roma con un en plein di vittoria. Tra le vittime sia il Tennistavolo Sassari (due successi complessivi) e il TT Guspini che fa buona impressione ma non muove la classifica.

Sul fronte anglonese parola al modellista pongista Giancarlo Carta: “Opposti inizialmente ai padroni di casa del Giovanni Castello, abbiamo rotto subito gli indugi col mio nuovo compagno di squadra Lusiano Perez, brava persona, molto umile, che conosco da tanto tempo; infatti, ci siamo trovati molto bene anche in doppio. Lusiano, senza problemi, ha superato Pietro Coppola. Contro Salvatore Chessa non avevo mai vinto, ma questa volta mi è andata bene al quinto set, e di questo ne sono estremamente felice, nonostante i lancinanti dolori alla schiena che mi stanno tormentando da un po’ di tempo, anche se, fortunatamente, sono in via di miglioramento. Nella seconda gara ho sfidato i miei concittadini del TT Guspini e nonostante la sconfitta devo dire che hanno giocato molto bene, specie Silvio Dessì e Massimiliano Broccia. Quest’ultimo mi ha dato molto filo da torcere ma anche Lusiano ha faticato parecchio contro Silvio. Ci conosciamo da una vita anche con i sassaresi Tonino Pinna e Luca Baraccani. Perez ha avuto ragione di quest’ultimo pur soffrendo particolarmente il gioco a base di block e tagli dell’avversario. Tonino inizialmente mi ha massacrato facendo suoi i primi due set. Poi quando anche nella terza frazione si è trovato avanti 8-4 mi sono quasi rilassato, ormai rassegnato alla sconfitta. A quel punto, invece, il mal di schiena mi è passato e la partita è diventata molto bella e appassionante con continui capovolgimenti di fronte: ho avuto la meglio al quinto set. A maggio ci ritroveremo a Nulvi per il secondo concentramento durante il quale affronteremo il TT Maccheroni e il Libertas Siena”.

Sull’andamento globale del Tennistavolo Sassari interviene Luca Baraccani: “Arrivati a Roma di mattina presto, abbiamo partecipato al primo round di questo campionato veterani, nel bel complesso della Castello. Le temperature erano piuttosto rigide, per tutta la giornata. Abbiamo cominciato sfidando il Guspini, partendo in salita, con la mia sconfitta su un solido e motivato Dessi, per 3-1. Subito dopo Pinna vince 3-0 su Broccia. Nel doppio prevaliamo su Dessì- Fabrizio Melis per 3-1. Chiude agevolmente la competizione Pinna, 3-0 su di un mai domo Dessì. Quindi primo Match vinto 3-1. Dopo poco tempo parte l'altro confronto contro Roma. Prima due vittorie per 3-0, rispettivamente di Pinna su Mottola e poi di Baraccani su Di Silvio. Si chiude con la vittoria decisiva nel doppio contro gli stessi due in un lungo e combattuto confronto per 3-2. Nel pomeriggio parte l'ultima sfida di giornata contro il Nulvi. Purtroppo, perdo un lungo match con Perez per 3-2, poi gioca Pinna, che prima domina, poi si fa riprendere e, con un po' di sfortuna, superare da Carta sempre per 3-2. Vinciamo agevolmente il doppio 3-0 contro gli stessi avversari, ma non basta. Infatti, chiude il match un buon Perez per 3-1 su Pinna. Ci vediamo a maggio per il secondo round”.

Nonostante le tre sconfitte incamerate dal TT Guspini, Massimiliano Broccia non appare per nulla afflitto: “Innanzitutto ringrazio la società del Castello Roma per l'ospitalità. Non ci è andata tanto bene, il livello delle squadre avversarie era alto, ma io Silvio Dessì e Fabrizio Melis siamo rientrati a casa soddisfatti delle nostre prestazioni. Faccio i complimenti alle squadre sarde, Nulvi che si aggiudica il primo posto e Sassari che la segue. Prossimo appuntamento in Anglona il primo maggio sperando di fare un risultato migliore, anche se non abbiamo nulla da rimproverarci; abbiamo giocato molto bene tutti e tre”.

PROSSIMI IMPEGNI NEI VARI CAMPIONATI

A livello nazionale e regionale si gioca la quinta giornata di andata (fatta eccezione della D2 che è alla terza).

In A1 maschile gran derby di Sardegna al Palatennistavolo di Cagliari quando sabato 4 dicembre alle ore 19:00 si sfidano Marcozzi e Tennistavolo Norbello. La compagine guilcerina, il giorno prima, nella palestra di via Azuni (ore 10:30), ospiterà il team olandese del TTV Entac, nella gara del primo turno della Coppa Europea TT Intercup.

In A1 femminile le due compagini isolane sono di scena nel mantovano. Il Tennistavolo Norbello in casa della Paninolab Bagnolese sabato 4 dicembre 2021 e l’indomani il Quattro Mori ospite della capolista Castel Goffredo.

A2 maschile (girone B): la Marcozzi riceve in casa sua il TT Torre del Greco, con la quale condivide la terza piazza (ore 15:30). Match casalingo pure per il Tennistavolo Sassari che il 4 dicembre alle ore 16:00 accoglierà l’Ausonia Enna (Scuola Corso Cossiga 6).

Nella B2 tutta sarda (girone I) si comincia sabato al palazzetto di Nulvi con i locali del Ferraripay che alle 15:30 sfidano la Muraverese Gialla. L’indomani nell’impianto di Corso Cossiga a Sassari alle 10:00 si incrociano Tennistavolo Sassari e Muraverese Rossa.

C1 nazionale (girone O): riposa il Tennistavolo Sassari, mentre l’ITC Enrico Fermi Iglesias dà il benvenuto all’Eos Roma Zefiro, sabato alle 16:00 presso sala ex Enaoli in via Canepa.

Quanto alla C2 regionale c’è in programma il testa coda tra Tennistavolo Guspini e Tennistavolo Norbello: Palazzetto n. 2 asse mediano, sabato 4 dicembre ore 16:30. La vicecapolista Muravera sarà di scena a Decimomannu, alle 16:00 di sabato 4 dicembre 2021.

E poi c’è la D1 (girone A): è stato rinviato il big match tra le due battistrada Nulvi e Guspini, separate da un solo punto. Nel girone sud altro scontro di cartello tra le due inseguitrici della leader Carbonia Blu: sabato 4 dicembre, alle 16, presso la palestra della scuola elementare in via Roma al via Carbonia Bianca – Torrellas Gialla. In contemporanea e nella stessa sede, la già menzionata Carbonia Blu, prima della classe, se la vede ugualmente in casa con il Decimomannu.

Giocano anche i quattro gironi della D2.