Carrarese - US Catanzaro 5-4, "Giallorossi, poker che fa paura"

Scarica in PDF
CARRARA (MS), 5 AGOSTO 2012 - Tanto spettacolo allo Stadio “Dei Marmi” di Carrara (MS) d...

CARRARA (MS), 5 AGOSTO 2012 - Tanto spettacolo allo Stadio “Dei Marmi” di Carrara (MS) dove la Carrarese s’impone per 5-4 sui giallorossi accedendo così al secondo turno della Tim Cup dove troverà, in trasferta, il Cittadella. Nella ripresa il Catanzaro si è addirittura trovato in vantaggio per 4-2, ma in otto minuti la Carrarese ha ribaltato clamorosamente il risultato. Partita che è valsa il prezzo del biglietto.

Carrarese – Catanzaro mancava in un incontro ufficiale da ben 57 anni. Magari sarà stata proprio quest’assenza ad accumulare questo magnifico spettacolo che oggi ha deliziato i circa 300 tifosi (una sessantina quelli giallorossi) presenti allo Stadio “Dei Marmi”. Nonostante l’eliminazione dalla Tim Cup, ci sono buone speranze per la squadra del duo Cosentino-Cozza. Una grande partita quella dei catanzaresi che meritano comunque un plauso per quanto fatto vedere. Sorride invece la Carrarese del presidente Gianluigi Buffon che accede al secondo turno della Tim Cup dove, tra una settimana, troverà il Cittadella in trasferta. La cronaca.

Primo tempo che inizia in maniera arrembante per il Catanzaro. All’8’ ottima occasione per i giallorossi. E’ il portiere Piscitelli che deve fare gli straordinari per difendere la propria porta. Al 15’ è potente il tiro di Fiore che impegna severamente Piscitelli. Un minuto dopo Masini da posizione defilata manda la palla di poco a lato. Il Catanzaro cresce col passare dei minuti ed ecco che al 17’ passa. Calcio d’angolo battuto dal solito Squillace e al centro dell’area svetta il difensore Sirignano che insacca e fa 1-0. Al 21’ la Carrarese prova a rispondere ma è la traversa a dire no a Merini. Al 25’ i padroni di casa pervengono al pareggio con Belcastro che è lasciato inspiegabilmente solo dai difensori giallorossi e non può fare altro che battere Scerbo. Una partita dalle mille emozioni. Al 34’ è ancora il Catanzaro a spingere. Masini davanti alla porta di Piscitelli manca incredibilmente il pallone facendo svanire una ghiotta occasione per portare le “aquile” di nuovo avanti. Per la classica legge del calcio, goal sbagliato goal subito, al 37’ la Carrarese porta a compimento il sorpasso. Calcio di punizione perfetto di Giovinco (fratello del più noto Sebastian) sul quale Scerbo non può essere esente da colpe. La rimonta è completata, 2-1 per i padroni di casa. Non c’è recupero a fine primo tempo, si va a riposo dopo 45’ sul punteggio di 2-1 per la Carrarese.

A inizio ripresa mister Cozza opera subito due cambi. Fuori Maisto e Carboni, dentro rispettivamente D’Alessandro e Bugatti. In campo non cambia nulla in tema tattico. Il nuovo disegno tattico mostra subito i suoi frutti. A Bugatti, infatti, bastano appena tre minuti per ricambiare la fiducia del mister. Corner di Quadri e testa di Bugatti che, senza paura, fa 2-2. La Carrarese non ha neanche il tempo di riorganizzarsi che vede subito Masini volare nella propria area di rigore. La difesa di casa non ci pensa due a volte a stendere l’attaccante giallorosso, è calcio di rigore per il Catanzaro. Sul dischetto si presenta Quadri che spiazza Piscitelli e riporta il Catanzaro in vantaggio in una partita che vale il prezzo del biglietto. Si fanno sentire i circa sessanta tifosi giallorossi presenti nel settore ospiti. Al 60’ insistono i giallorossi con Masini che viene fermato solo dalla parata di Piscitelli. Al 62’ succede l’incredibile. Un’azione d’attacco dei padroni di casa viene interrotta per un tocco involontario dell’arbitro che fa partire il contropiede del Catanzaro con Masini, questo serve Fioretti che davanti a Piscitelli non può proprio sbagliare. Terzo goal del Catanzaro in ventidue minuti. Nonostante il grande caldo la Carrarese riapre la partita. Ci pensa Merini all’82’, complice ancora un non prefetto intervento di Scerbo, che oggi non ha raggiunto nemmeno la sufficienza. A questo punto i toscani ci credono e come. I tifosi sperano nel pareggio ma i loro beniamini gli regalano addirittura un clamoroso sorpasso. Prima Corrent all’87’ per il 4-4 e al 90’ esatto Venitucci per lo strepitoso 5-4. Una partita che rimarrà impressa nelle menti di tutti i tifosi che oggi erano presenti allo stadio, i quali possono tornare a casa deliziati per aver visto una “vera” partita di calcio.

Di seguito il tabellino della gara assieme ai risultati del Primo Turno a eliminazione diretta della Tim Cup 2012/2013:

CARRARESE – CATANZARO 5-4
(Primo tempo 2-1)

MARCATORI: al 17’ Sirignano (CAT), al 25’ Belcastro (CAR), al 37’ Giovinco (CAR), al 48’ Bugatti (CAT), al 51’ rig. Quadri (CAT), al 62’ Fioretti (CAT), all’82’ Merini (CAR), all’87’ Corrent (CAR), al 90’ Venitucci (CAR).

CARRARESE (4-3-3): Piscitelli; Corticchia, Pedrelli, Benassi, De Paola; Venitucci, Belcastro, Juan Cruz; Margiotta (dal 65’ Mancuso), Merini, Giovinco (dal 65’ Tognoni). (Cicioni, Bagnai, Trocar, Chella.) All.: Sabatini.

CATANZARO (4-3-3): Scerbo; Mariotti, Papasidero, Sirignano, Squillace (dal 68’ Narducci); Fiore, Quadri, Maisto (dal 46’ D’Alessandro); Fioretti, Masini, Carboni (dal 46’ Bugatti). (Cannizzaro, Ulloa, Romeo, Marino.) All.: Cozza.

ARBITRO: Tiziano Reni di Pistoia (Gori-Rugini). 4° uomo: Saverio Pelegatti di Arezzo.

NOTE – Giornata afosa, terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 722 (con circa 60 tifosi del Catanzaro presenti nel settore ospiti) per un incasso di 4.980,00 €. Ammoniti Juan Cruz (CAR), Merini (CAR), Sirignano (CAT), Masini (CAT). Angoli 0-7. Recuperi p.t. 0' e s.t. 3'.

Portogruaro – Cosenza 3-1  [vincente contro Ascoli];
Albinoleffe – Chieti 0-3 [vincente contro Lecce];
Carrarese – Catanzaro 5-4 [vincente contro Cittadella];
Avellino – Sanbenedettese 3-1 [vincente contro Sassuolo];
Cremonese – Chieri 4-0 [vincente contro Brescia];
Frosinone – Delta Porto Tolle 2-0 d.t.s. (0-0 al 90°) [vincente contro Juve Stabia];
Pisa – Arezzo 2-0 [vincente contro Padova];
Nocerina – Paganese 1-0 [vincente contro Reggina];
Reggiana – Virtus Entella 0-2 [vincente contro Hellas Verona];
Gubbio – Ponte San Pietro-Isola 4-5 d.t.s. (4-4 al 90°) [vincente contro Varese];
Benevento – San Marino 1-0 [vincente contro Livorno];
Trapani – Este 2-1 [vincente contro Ternana];
Carpi – Città di Marino 5-0 [vincente contro Grosseto];
Sorrento – Treviso 2-0 [vincente contro Spezia];
Barletta – Perugia 0-3 [vincente contro Bari];
Südtirol-Alto Adige – Cuneo 6-5 d.c.r. [1-1 d.t.s.] [vincente contro Modena];
Vicenza – Andria BAT 6-0 [vincente contro Empoli];
Lumezzane – Sarnese 3-0 [vincente contro Novara].

Il secondo turno si giocherà tra sabato 11 e domenica 12 agosto 2012.

InfoOggi.it Il diritto di sapere