Tirreno-Adriatico 2018, Adam Yates vince a Filottrano, nella tappa dedicata a Michele Scarponi

16
Scarica in PDF
FILOTTRANO, 11 MARZO - Adam Yates si è aggiudicato la quinta tappa della Tirreno Adriat...

FILOTTRANO, 11 MARZO -  Adam Yates si è aggiudicato la quinta tappa della Tirreno Adriatico 2018, la Castelraimondo-Filottrano di 178 chilometri, dedicata al ricordo di Michele Scarponi. Il britannico della Mitchelton-Scott ha avuto la meglio sugli avversari, tagliando il traguardo con otto secondi di vantaggio su Peter Sagan, seguito da Michal Kwiatkovski, il quale è ora, grazie all’abbuono per la terza posizione, nuovo leader della classifica generale davanti a Damiano Caruso, staccato di 3”. 

La tappa

La giornata odierna della Corsa dei due Mari è stata all’insegna delle emozioni. Partito da Castelraimondo, il gruppo è approdato a Filottrano, a casa del compianto Michele Scarponi, tra la commozione generale.

La prima parte della gara è stata caratterizzata dalla pioggia. Dopo alcuni tentativi vani, un gruppetto di corridori, composto da Igor Boev (Gazprom Rusvelo), Dario Cataldo (Astana), Iljo Keisse (QuickStep Floors), Kristijan Koren (Bahrain Merida) e Steve Morabito (Groupama FDJ), è riuscito ad avvantaggiarsi.

I fuggitivi hanno mantenuto un vantaggio massimo di poco inferiore ai sei minuti, finchè il gruppo non li ha a poco a poco riassorbiti. L’ultimo ad essere ripreso è stato Dario Cataldo, quando mancavano poco meno di venti chilometri al traguardo.

L’azione decisiva è arrivata ai meno cinque dalla conclusione: partito Adam Yates, ha provato a riportarsi sulla sua ruota il kazako Alexey Lutsenko (Astana). Tuttavia il britannico è riuscito a guadagnare una ventina di secondi e a mantenere il lieve vantaggio fino al traguardo, nonostante la rimonta degli inseguitori.

Adam Yates, fratello di Simon, sul palco è stato premiato da Anna Tommasi, moglie di Scarponi, accompagnata dai suoi bambini.

Domani la sesta frazione, la Numana-Fano (153 km), adatta ai velocisti.

[foto: cyclinside.it]

Antonella Sica

InfoOggi.it Il diritto di sapere