Trofeo Puerta, la Roma crolla nel finale: il Siviglia vince 2-1 - InfoOggi.it

Breaking News
  • Incendio ed esplosione a Palermo, 4 vigili del fuoco feriti
  • Reati contro la P.A., arrestati due sindaci in Puglia
  • Referendum: maggiorana assoluta dei veneti ha detto SI' autonomia
  • Sarzana – architetto morto in strada, è giallo
  • Siria – liberato principale campo petrolifero Isis
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Trofeo Puerta, la Roma crolla nel finale: il Siviglia vince 2-1

Trofeo Puerta, la Roma crolla nel finale: il Siviglia vince 2-1
0 commenti, , articolo di , in Sport

SIVIGLIA, 11 AGOSTO - Al Sànchez-Pizjuàn il Siviglia vince il Trofeo Puerta, battendo per 2-1 la Roma. La squadra di Berizzo cresce nel secondo tempo e concretizza i due gol nei venti minuti finali. Inutile invece la rete di Dzeko, che a tempo scaduto accorcia le distanze con un destro all’angolino. I giallorossi non hanno comunque mai dato la sensazione di poter impensierire i padroni di casa, tenendo poco palla e faticando a ripartire. Letale il Siviglia, soprattutto grazie alle giocate di Nolito (un gol e un assist per lui). 

Di Francesco lascia in campo, per più di un’ora di gioco, quella che dovrebbe essere la formazione titolare dell’esordio in campionato a Bergamo. Alisson (non impeccabile, due gol sul suo palo) in porta, Peres e Kolarov sulle fasce, Moreno e Manolas in difesa (da verificare un problema muscolare del greco). A centrocampo De Rossi, Strootman e Nainggolan, mentre in attacco Dzeko affiancato da Defrel e Perotti. Proprio l’ex Siviglia è uno dei più pimpanti, ma la Roma fatica ad essere pericolosa, a parte un tiro di Kolarov su punizione. Anche il Siviglia all’inizio appare appannato. Le due squadre hanno cambiato guida tecnica e si vede, tanto che i primi 45 minuti scivolano via senza particolari emozioni.

Nella ripresa però gli andalusi accelerano, mentre la Roma non riesce a cambiare ritmo, soprattutto a centrocampo. La banda di Di Francesco regge fino a un quarto d’ora dal termine (colpendo anche un palo con Defrel), poi si scatena Nolito. Prima un passaggio filtrante dalla sinistra, che Escudero raccoglie e - bruciando Manolas e De Rossi - appoggia in rete. Poi il fantasista spagnolo diventa protagonista in prima persona, liberandosi di Fazio e battendo ancora Alisson. Dzeko accorcia al 90’ con un colpo da biliardo sul secondo palo, ma è una magra consolazione. Alla Roma, soprattutto in attacco, serve fantasia. E la fantasia a Trigoria ha un nome ben preciso: Riyad Mahrez.

Claudio Canzone

Fonte foto: gazzetta.it

Claudio Canzone

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image