Un grande John Byrne sugli integrali X-Men n. 4 e 5

369
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
Roma, 21 giugno 2019 - Con la nuova collana “Marvel Integrale”, si può dire che la Panini ...

Roma, 21 giugno 2019 - Con la nuova collana “Marvel Integrale”, si può dire che la Panini – per certi versi - ci ha fatto tornare ai tempi in cui la Comic Art proponeva in formato bonelliano le storie di Conan, ma si può e si deve dire che proponendo a un prezzo ragionevole le storie scritte da Chris Claremont per “Gli incredibili X-Men”, la casa italica delle idee ci sta riproponendo una magistrale ristampa della seconda genesi degli eroi del Prof. Xavier, e questo non è davvero poco. 

Tanto più in questi ultimi numeri usciti – esattamente il 4 dal titolo "Wolverine ricercato vivo o morto!" ed il 5 "Il trionfo di Magneto" – in cui – udite, udite! – si rivede all’opera il grande John Byrne. 

Divenuto grande, a dire il vero, qualche anno più tardi di queste mirabolanti storie che comunque già ne misero in vista l’impeccabile stile artsitico. 

I due numeri della collana “Marvel Integrale” dei quali stiamo parlando rappresenteranno anche una sorpresa per i fans di Logan  - il caro vecchio Wolverine – che, proprio grazie all’estro bizzarro di Byrne , si ritroverà ad indossare un costume quasi “afro”, apparso poi soltanto in questo ciclo di storie. 

Un ciclo in cui diversi altri eroi saranno comprimari, visto che sia i Vendicatori che Ka-zar entrano in gioco in questi due albi, proprio a fianco dei nostri X-Men. 

Spin off quasi strategici e doverosi da parte di Claremont, impegnato in queste, che – oltre la metà degli anni ’70 – furono le storie con cui rivitalizzò questo supergruppo marvelliano dando nuovo lustro ai mutanti xaveriani, già allora tra i personaggi più famosi del comicdom yankee

Le ottime storie degli X-Men sono appena (ri)cominciate e malgrado lo strano effetto che fa tenerle in mano, non nel classico formato americano comic book, ma in quello italico bonelliano, riescono – fortunatamente – ad essere ancora epiche e godibili!

Maurizio LOZZI


InfoOggi.it Il diritto di sapere