Piemonte: continuano le scosse di terremoto - InfoOggi.it

Breaking News
  • Ok della Ue al sostegno pubblico alle banche italiane
  • Italicum, no del M5S alle modifiche. Grillo: «Renzi un baro da due soldi»
  • Applausi e musica ai funerali di Bud Spencer. Il saluto commosso della folla
  • Boris Johnson non si candiderà alla guida dei Tories
  • Ilva, tre offerte di acquisto vincolanti
  • Pensioni, 90 miliardi di contributi a rischio
  • Corte europea condanna Italia: "Violato diritto coppia gay a non essere discriminata"
  • Droga: Operazione "Due Mari", maxi blitz Italia-Usa-Colombia, 33 arresti
  • Afghanistan, kamikaze contro polizia: 40 morti
  • Istanbul, blitz della polizia turca in covi Isis dopo la strage all'aeroporto Ataturk
  • Migranti, naufragio nel canale di Sicilia: morte dieci donne
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Piemonte: continuano le scosse di terremoto

Piemonte: continuano le scosse di terremoto
0 commenti, , articolo di , in Cronaca

CUNEO, 6 OTTOBRE 2012 - Continuano le scosse di terremoto, iniziate Mercoledì, a dimostrare che lo sciame sismico non si è ancora del tutto placato. Questa mattina, alle 7.30, è stata registrato dai sismografi uno dei movimenti più significativi, con magnitudo di 2.2 gradi e dall'epicentro nelle Alpi Cozie, profondo 14.7 chilometri.

Quest'oggi, la scossa non è stata avvertita per via della lieve entità, ma ieri è stata percepita quella di magnituto  3.1, soprattutto nel Cuneese. Non vi sono stati danni, ma anche i residenti distanti 20 chilometri dall'epicentro, hanno potuto sentire il movimento.

I comuni più interessati sono quelli nell'arco di 10 chilometri dall'epicentro: Frassino, Gambasca, Melle, Oncino, Ostana, Paesana, Sampeyre e Sanfront.

Sotto osservazione sono anche quelli di: Bibiana, Campiglione-Fenile, Luserna San Giovanni, Lusernetta, Rorà, Torre Pellice, Bagnolo Piemonte, Barge, Brondello, Brossasco, Cartignano e Casteldelfino.

Una residente di Barge, che dista 20 chilometri dall'origine del sisma, ha raccontato ad Infooggi: <<Mercoledì mi trovavo in giardino con mio figlio, di tre anni, quando abbiamo sentito un forte rumore. Pensai che il mio compagno avesse aperto il cancello e che questo fosse sbattuto contro la ringhiera, poi mi resi conto che non era così e realizzai che si trattava di una scossa, quando il mio vicino di casa è uscito e mi ha messo in allarme. Mi disse che gli oggetti sulla sua scrivania avevano tremato, mentre le porte sbattevano violentemente. A Torre Pellice, alcuni hanno notato il sollevarsi della polvere dalle mura delle loro abitazioni>>.

(Foto da www.inmeteo.net)

Alessia Malachiti

Alessia Malachiti

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image