Volley: San Michele schiaccia con un 3 a 0 la Pepea

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
CATANZARO 24 GENNAIO - Dopo la bellissima e schiacciante vittoria della settimana scorsa ...

CATANZARO  24 GENNAIO - Dopo la bellissima e schiacciante vittoria della settimana scorsa nel derby contro l'Elfa Volley, la San Michele prosegue la sua marcia vincente e questa volta lo fa ai danni del sestetto di Chiaravalle, Pepea Volley. Mister Spina sin dal primo set concede spazio ad alcuni giocatori che hanno riposato nella giornata precedente e schiera Calabrese, Gaglianese e Startari anche data l'assenza dell'acciaccato Celia che, nonostante tutto è a referto ma realmente non disponibile. La partita si mette subito bene e i padroni di casa danno già l'impressione di volerla chiudere velocemente, Ceniti smista come sempre ottimi palloni per i suoi attaccanti e senza troppe difficoltà il set termina con il punteggio di 25-13.

Il secondo parziale è quasi fotocopia, verso metà set però la San Michele accusa un piccolo calo di concentrazione dato anche dal basso ritmo di gioco, gli ospiti ne approfittano e sfruttando i tanti errori avversari riescono a raggiungere il pareggio. Imbrogno spegne le speranze con quattro punti consecutivi che regalano il 2-0 alla San Michele. Nel terzo periodo c'è spazio anche per la ritrovata Sara Rotella che rientra dall'infortunio alla spalla e prende il posto di una positiva Giulia Colella, si gioca punto a punto ma i ritmi non decollano mai, la San Michele decide di chiudere la partita iniziando a spingere sull'accelleratore e dopo poco più di un'oretta si aggiudica la seconda vittoria stagionale e il meritato primato in classifica.

Tabellino: Volley San Michele - Pepea Volley 3-0 (25/13 - 25/18 - 25/21)
San Michele: Colella, Ceniti, Gaglianese, Startari, Rotella, Calabrese, Sorrentino, Imbrogno, De Micheli, Celia, Astorino (L1), Parentela (L2)
Pepea: Clasodonte, Cortese, Mammone M, Annabella, Madarjac, Mammone S, Marra

Andrea Spina

Visualizza la fotogallery

InfoOggi.it Il diritto di sapere