I <3 New York: un simbolo che ha fatto il giro del mondo oggi acquista dignità di parola - InfoOggi.it

Breaking News
  • Uber, i giudici hanno deciso: resta attivo
  • Legge elettorale, Grillo apre al modello tedesco
  • Napoli, omicidio al pub nella Riviera Chiaia
  • Genova, Papa Francesco incontra gli operai dell'Ilva
  • G7: Trump non terrà la conferenza stampa alla conclusione dei lavori
  • Tripoli: assalto al carcere dove è detenuto il figlio di Gheddafi, almeno 52 morti
  • Palermo, bimbo di un anno muore soffocato da un'oliva
  • Rai, terminato incontro tra Campo Dall'Orto e Padoan: il manager si è dimesso
  • Egitto, attacco a cristiani copti: bilancio provvisorio tra i 25 e i 35 morti
  • Il G7 ed i nodi tra Germania ed Usa. Le ragioni del vertice più delicato
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

I <3 New York: un simbolo che ha fatto il giro del mondo oggi acquista dignità di parola

I <3 New York: un simbolo che ha fatto il giro del mondo oggi acquista dignità di parola
0 commenti, , articolo di , in Cultura e Spettacolo

NEW YORK 1977- Ed Koch, l’allora sindaco democratico della città di New York, mostrò per la prima volta una t-shirt con la scritta I <3 New York per invitare i cittadini newyorkesi ad amare e rispettare la città a dispetto di tutti i problemi che presentava. La scritta, e con il tempo anche la t-shirt, divenne più famosa del messaggio che sponsorizzava.


I <3 New York divenne, infatti, una sorta di ritornello di cui tutti oggi, pur non conoscendo la storia, colgono il significato sui capi di abbigliamento, sui cartelloni pubblicitari, sui gadgets o, persino, sui muri. Vita autonoma ha poi avuto il solo simbolo(<3): un cuoricino che rimanda al verbo “amare” e, per una questione di economia di tempo e spazio, oggi viene utilizzato nella scrittura digitale e non con quasi più frequenza del verbo stesso.

LONDRA 2011- Il nuovo Oxford English Dictionary, all’interno dell’ultima edizione, per la prima volta introduce un simbolo grafico tra le sue voci, smentendo la credenza comune che vede il dizionario unicamente come un libro con il significato di tutte le parole esistenti.
Questo può, forse, indurci a pensare che un oggetto cult (in questo caso la famosissima t-shirt) sia in grado di diventare un codice di linguaggio talmente forte da conferire a un simbolo il potere di riportare l’uomo a divenire un essere che, pur dotato di affinata capacità di parola, preferisce comunicare con i segni come all’inizio della sua storia?

MARIAZZURRA PASCALI

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image