Lavoro: disoccupazione sale a 11,9% - InfoOggi.it

Breaking News
  • Ruby ter: Berlusconi avrebbe versato 400 mila euro a tre ragazze
  • Unicef: allarme sulla malnutrizione infantile in Somalia
  • Irruzione alla Camera, 19 deputati M5S sospesi per 15 giorni
  • Venezuela, è golpe: pieni poteri a Maduro
  • Alatri, gli assassini di Emanuele in un'altra discoteca dopo il delitto
  • Usa avverte Italia: Putin appoggia M5S
  • Brexit, il sottosegretario Gozi: "Prima Brexit, poi nuovo accordo. No a negoziati paralleli"
  • Sondrio, scontro tra auto: due morti
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Lavoro: disoccupazione sale a 11,9%

Lavoro: disoccupazione sale a 11,9%
0 commenti, , articolo di , in Economia

ROMA, 9 GENNAIO – Sale la disoccupazione in Italia: secondo i dati dell'Istat riferiti al mese di novembre, la stima dei disoccupati è in aumento (+1,9%, pari a +57 mila), dopo il calo dello 0,6% registrato nel mese precedente. Il tasso di senza lavoro è salito all'11,9% registrando così un aumento di 0,2 punti percentuali su base mensile e raggiungendo il livello più alto da un anno e mezzo.

L'aumento, che per l’Istituto ‘’è attribuibile a entrambe le componenti di genere e si distribuisce tra le diverse classi di età ad eccezione degli ultracinquantenni", potrebbe essere dovuto al calo dell’inattività: gli inattivi non vengono infatti conteggiati nella stima del tasso di disoccupazione. ‘’La maggiore partecipazione al mercato del lavoro a novembre, in termini sia di occupati sia di persone in cerca di lavoro, si associa al calo della stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni (-0,7%, pari a -93 mila). Il calo interessa entrambe le componenti di genere e tutte le classi di età. Il tasso di inattività scende al 34,8%, in diminuzione di 0,2 punti percentuali.’’

Se si guarda agli occupati, infatti, a novembre si registra un lieve miglioramento (+0,1%, +19 mila persone) mensile: "L'aumento riguarda le donne e le persone ultracinquantenni", specificano gli statistici. Dal punto di vista della natura dei rapporti di lavoro, aumentano gli indipendenti e i dipendenti permanenti, mentre calano i lavoratori a termine. Il tasso di occupazione è pari al 57,3%, in aumento di 0,1 punti percentuali rispetto a ottobre.

Complessivamente, il quadro che emerge indica una sostanziale stazionarietà degli occupati, esaurita la spinta che era stata possibile nei mesi scorsi grazie agli sgravi fiscali.

Maria Azzarello
 

Maria Azzarello

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image