Legnano, confermata meningite per il paziente di 49 anni ricoverato. Due casi in pochi giorni - InfoOggi.it

Breaking News
  • Renzi contro tutti, Cuperlo-Damiano- Orlando sanciscono nascita nuova area
  • Omicidio Sarah Scazzi: oggi decisione della Cassazione
  • Meningite, nuovo caso a Segrate Gallera: convocata una task force
  • Morto Franco Piro, ex deputato del partito socialista
  • Assalto a un portavalori tra Avellino e Salerno, esplosi colpi: nessun ferito
  • Omicidio di Kim Jong-nam, in un video l'aggressione all'aeroporto malese
  • Immigrazione, 171 indagati per falsi permessi soggiorno in Lombardia
  • Blitz antidroga a Milano, 18 persone arrestate
  • Pd, Emiliano- Rossi- Speranza: ''Responsabilità scissione è di Renzi''
  • U2, a marzo si registra il nuovo album
  • Terremoto, due scosse nella notte a L'Aquila. La più forte di magnitudo quattro
  • Abetone, bimbo di 2 anni precipita con lo slittino. Ricoverato in prognosi riservata
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Legnano, confermata meningite per il paziente di 49 anni ricoverato. Due casi in pochi giorni

Legnano, confermata meningite per il paziente di 49 anni ricoverato. Due casi in pochi giorni
0 commenti, , articolo di , in Salute

LEGNANO, 10 GENNAIO - Confermata meningite per l'uomo di quarantanove anni ricoverato all'ospedale di Legnano da venerdì pomeriggio. Un altro paziente, di cinquanta anni, di Canegrate, si trova nel reparto di Rianimazione da domenica mattina affetto da meningite da meningococco di tipo C. Solo uno dei due casi sarebbe contagioso.

L'emergenza si sta allargando anche nel lombardo, ma come spesso viene ribadito, non vi è rischio di epidemia.

“Al paziente di Canegrate, che è cosciente e le sue condizioni sono stazionarie, il sierotipo individuato è di tipo C. A differenza dell’uomo di Busto Garolfo, per il quale non vi alcun pericolo di contagio. Nel primo caso si tratta quindi di una forma contagiosa che prevede precise procedure di profilassi antibiotica scattate fin da subito”, ha spiegato il dottor Paolo Viganò, il primario dell’Unità Operativa di Malattie Infettive dell’ospedale di Legnano.

A causa della contagiosità di uno dei due pazienti venti persone sono state sottoposte alla profilassi prevista per questi casi.  

Chiara Fossati

immagine da www.ravennaedintorni.it

Chiara Fossati

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image