Biotestamento, Locatelli: ''Finalmente applicata Costituzione" - InfoOggi.it

Breaking News
  • Turchia, raid aerei contro basi curde in Siria e Iraq
  • Torino, arrestato uomo di 29 anni per terrorismo. Pianificava attentati
  • Corea del Nord, ancora tensione con gli Usa
  • Alitalia, al referendum vince il No
  • Gli Usa non escludono raid in caso di un test nucleare della Corea del Nord
  • Gabriele Del Grande in Italia: "Sto bene, non ho ancora capito perché sono stato fermato"
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Biotestamento, Locatelli: ''Finalmente applicata Costituzione"

Biotestamento, Locatelli: \'\'Finalmente applicata Costituzione\
0 commenti, , articolo di , in Politica

ROMA, 20 APRILE - "Con l'approvazione della legge sul testamento biologico un passo fondamentale è stato fatto per l'applicazione dell'articolo 32 della Costituzione secondo il quale nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario. Un diritto costituzionale che finalmente, con questo provvedimento, diventa dovere per il sistema sanitario nazionale". Con queste parole esprime la sua sodisfazione Pia Locatelli, capogruppo del Psi alla Camera e coordinatrice dell'Intergruppo parlamentare per il fine vita, intervenendo per dichiarazione di voto sulle Disposizioni anticipate di trattamento.

La legge Secondo quanto stabilito ieri nell’Aula della Camera, al paziente sarà riconosciuto il diritto di abbandonare le terapie. In particolare si è votato sul primo articolo della legge sul biotestamento, il quale prevede che il paziente possa rifiutare anche l'idratazione e la nutrizione artificiali, approvato dalla Camera a larga maggioranza con 326 i voti favorevoli. Con voto contrario si sono espressi Forza Italia e Alternativa Popolare, a favore il Pd, M5s e Mdp. Questo esonera il medico da ogni responsabilità derivante dalla scelta del paziente di non sottoporsi a terapie, ma gli riconosce la possibilità di essere obiettore di coscienza e, di conseguenza, gli è concesso di rifiutarsi ad esempio di staccare la spina.

"Abbiamo lavorato per quasi un anno per ottenere la calendarizzazione del provvedimento e un altro in Commissione per avere un testo condiviso", ha continuato Locatelli. "Il risultato è il frutto dell'impegno di forze politiche diverse, di un lavoro trasversale, come a volte avviene sui temi etici e apprezziamo che il governo abbia lasciato al Parlamento la piena responsabilità della legge. Siamo però solo a metà percorso. Ci aspetta un passaggio al Senato che sarà forse ancora più arduo. Speriamo di non arrivare alla fine della legislatura a mani vuote. Il Paese non ce lo perdonerebbe", ha concluso.

Maria Azzarello

Maria Azzarello

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image