Juventus, Marchisio ha rinnovato fino al 2020. Quasi fatta anche per il prolungamento di Allegri

15
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
PISA, 06 LUGLIO 2015 - Per il principino, che si avvia a chiudere la carriera in bianconero, co...

PISA, 06 LUGLIO 2015 - Per il principino, che si avvia a chiudere la carriera in bianconero, contratto fino al 2020. Il tecnico livornese presente in sede per discutere con Marotta di mercato e sul prolungamento fino al 2017. 

Giornata di rinnovi in casa bianconera. Alle 17, nella sala stampa dello Juventus Stadium, conferenza di Claudio Marchisio e del presidente Andrea Agnelli per annunciare il rinnovo del numero otto bianconero per altri cinque anni, fino al 2020. Per il centrocampista si tratta di una firma importante dato che, dopo aver già superato le 300 presenze con la maglia della Juventus, si avvia a chiudere la carriera con la stessa maglia con la quale ha iniziato a giocare fin da piccolo. Per lui un contratto da top player che lo porterà a percepire 3,5 milioni all'anno più bonus. Dopo una stagione esaltante dunque, rinnovo meritato per chi, probabilmente, è l’erede designato a sostituire il partente Pirlo nel ruolo davanti la difesa.

Nel frattempo, a Torino è giunto anche Max Allegri che ha incontrato in sede Beppe Marotta per discutere dei prossimi obiettivi di mercato ma soprattutto del prolungamento del contratto. L’amministratore delegato ha più volte definito la questione come una semplice formalità dato che l’accordo è già stato discusso da tempo. Per il tecnico livornese è pronto un contratto fino al 2017, con opzione per un altro anno, in cui passerà dagli attuali 2,5 milioni netti ai 3,5 milioni a stagione più bonus, diventando così il secondo allenatore più pagato della Serie A dopo Roberto Mancini.

Dopo gli addii a Pirlo e Tevez dunque, la Juventus blinda due sicuri protagonisti delle prossime stagioni in attesa di concludere il mercato con il botto. Le voci che vorrebbero Cuadrado prossimo colpo juventino si fanno sempre più insistenti, a patto che il Chelsea sia disposto a cederlo in prestito con diritto di riscatto dopo appena sei mesi dal suo acquisto.

 

Giuseppe Sanzi

InfoOggi.it Il diritto di sapere