Rapina in villa a Lanciano, fermato un quinto uomo

185
Scarica in PDF
LANCIANO, 30 SETTEMBRE - Un ventiseienne romeno è stato sottoposto a fermo di polizia giudizia...

LANCIANO, 30 SETTEMBRE - Un ventiseienne romeno è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria, perché gravemente indiziato di essere il quinto membro della banda che ha compiuto la cruenta rapina nella villa dei coniugi Martelli, all'alba di domenica scorsa, a Santa Maria Lombardo (Chieti). 

Nella tarda serata di ieri, l’uomo è stato rintracciato nelle campagne della periferia di Lanciano grazie alla sinergica attività svolta da Polizia e Carabinieri. Un’operazione congiunta con il dispiegamento di ben 60 uomini, l’utilizzo dei cani molecolari ed elicotteri che sorvolavano costantemente le frazioni di Rizzacorno, Colle Campitelli e contrada Fontanelle. 

Portato nella caserma di Lanciano, il fuggitivo è stato sottoposto al provvedimento limitativo e poi trasferito in carcere, in attesa della decisione del giudice. Tre membri della banda erano stati arrestati poco dopo l'aggressione, incastrati dalla testimonianza di un’altra delle loro vittime. Il quarto, considerato il capo del sodalizio, è stato rintracciato e catturato giovedì nel Casertano mentre cercava di vendere alcuni orologi rubati nella villa. 

Si è svolto nella giornata di ieri l’interrogatorio ai primi tre romeni arrestati. Avrebbero ammesso le proprie responsabilità, ma negato di aver partecipato alla mutilazione del lobo di una delle vittime e indicato in altra persona il responsabile del taglio dell’orecchio. 


Luigi Cacciatori 

Immagine da: abruzzolive.it

InfoOggi.it Il diritto di sapere