Sardegna al centrosinistra, le Regionali le vince Francesco Pigliaru

26
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
CAGLIARI, 17 FEBBRAIO 2014 – Nonostante le operazioni di spoglio non si siano ancora concluse,...

CAGLIARI, 17 FEBBRAIO 2014 – Nonostante le operazioni di spoglio non si siano ancora concluse, è ormai certo che il nuovo presidente della Regione Sardegna sarà Francesco Pigliaru, candidato della coalizione del centrosinistra. Alle ore 17:15 il professore di economia ha raggiunto la sua sede elettorale in via Bottego, a Cagliari, per parlare con i giornalisti. In una conferenza stampa improvvisata, il vincitore ha dichiarato di essere pronto a realizzare tutto ciò che hanno promesso in campagna elettorale, “e lo faremo per chi ci ha votato, per chi non lo ha fatto e anche per quelli che non si sono recati alle urne: dobbiamo riavvicinare i delusi alla politica. Voglio essere il presidente di tutti”.

I cronisti hanno rivolto numerose domande a Francesco Pigliaru e il presidente ha confermato di aver ricevuto, nel pomeriggio, anche la telefonata del presidente uscente Ugo Cappellacci, che si è congratulato con il vincitore. Il nuovo governatore della Regione ha ringraziato anche Matteo Renzi, che prima lo ha sostenuto in campagna elettorale e poi lo ha contattato per esprimergli tutta la sua gioia per la vittoria in Sardegna. "Ero convinto di vincere, anche se non sapevo con quale distacco; all'inizio anche io ero emozionato, poi l'entusiasmo della gente ha risvegliato tutte le energie sopite". 

Le priorità del professore sono i giovani, l’istruzione e i disoccupati; snellire la burocrazia sarà una delle carte da giocare per aiutare le imprese e innalzare i livelli dell’occupazione. Un pensiero viene rivolto anche alle aree colpite dall’alluvione dello scorso novembre; con una modifica al Patto di stabilità, sarà possibile spendere tutti i fondi presenti per ricostruire le zone devastate dalle acque e dal fango. Bisogna avere un rapporto nuovo e serio con lo Stato, per far in modo che l’Isola abbia ciò che le spetta, ma allo stesso tempo la Regione deve sapersi riorganizzare e lavorare in prima persona per migliorare la realtà sarda.

(Foto da: online-news.it)

Vanna Chessa

InfoOggi.it Il diritto di sapere