UE, Merkel: ''Ancora sanzioni per la Russia''

56
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
BERLINO, 19 AGOSTO – La Russia non ha rispettato la pace di Minsk e per questo Angela Me...

 BERLINO, 19 AGOSTO – La Russia non ha rispettato la pace di Minsk e per questo Angela Merkel non ritiene ipotizzabile la revoca delle sanzioni Ue, previste fino al 31 luglio 2016 e prorogate fino al 31 gennaio 2017. In un'intervista al RedaktionsNetzwerks Deutschland la cancelliera ha sottolineato come l’annessione della Crimea del 2014 e il sostegno ai gruppi separatisti, abbia dato vita ad una crisi importante, che non può passare impunita.


Il Protocollo di Minsk, un accordo per porre fine alla guerra dell'Ucraina orientale, firmato da Ucraina, Russia, Repubblica Popolare di Doneck (DNR), e Repubblica Popolare di Lugansk (LNR) sotto gli auspici dell’OSCE, non ha mai prodotto i risultati sperati.


‘’L’Europa ha dovuto reagire a questa violazione dei diritti fondamentali’’, ha commentato la Merkel riferendosi all’annessione della Crimea svoltasi in netto contrasto con il diritto internazionale, ora Mosca deve continuare a fronteggiare le sanzioni economiche e non, stabilite dall’Ue.


La cancelliera ha anche aggiunto che lei e il presidente francese Francois Hollande stanno lavorando "con tutte le forze" affinché Ucraina e Russia rispettino l’accordo di Minsk: "Questo è e rimane il parametro per il futuro delle sanzioni", le sue parole.

Maria Azzarello 

fonte immagine:themoscowtimes.com

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere