Al Politeama di Catanzaro la celebrazione del 167° anniversario della Polizia di Stato

1410
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
CATANZARO 10 APRILE - “Rivolgo, suo tramite un caro saluto a tutti gli appartenenti alla Poli...

CATANZARO 10 APRILE - “Rivolgo, suo tramite un caro saluto a tutti gli appartenenti alla Polizia di Stato, che festeggiano la ricorrenza del 167° anniversario dalla fondazione del Corpo. A loro esprimo il sentimento di stima e gratitudine del Paese per l’opera svolta a tutela della legalità, condizione indispensabile di democrazia, sviluppo e serena convivenza”. Questa, è una parte della lettera inviata dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione proprio della celebrazione degli anni compiuti dalla Polizia dello Stato. L’evento, tenutosi nel teatro Politeama di Catanzaro, ha visto la partecipazione di agenti di diversi corpi, nonché di tanti cittadini e bambini. Prima della celebrazione, il Prefetto e il Questore di Catanzaro, hanno deposto una corona alla lapide commemorativa in ricordo dei caduti della Polizia di Stato presso il Centro Polifunzionale di Via Barlaam da Seminara. Relatrice della conferenza Emilia Caramia (Vice Sovrintendente) che, dopo aver mostrato un video riguardante le tante attività svolte dalla Polizia, sia per la tutela del territorio che per le soddisfazioni sportive da parte del gruppo giovanile di Judo “Fiamme Oro”, ha letto alcune lettere rivolte proprio a questo corpo. Come citato in precedenza, il Presidente della Repubblica si è complimentato con il servizio reso da queste persone straordinarie, affermando come negli ultimi anni “la polizia di stato ha avviato un processo di modernizzazione volta a un’evoluzione aperta al futuro ma al contempo fedele alla tradizione”, indicando in seguito questo corpo come un “patrimonio d’idealità e valori che trae alimento dal lavoro quotidiano di uomini e donne impegnati ad accudire un senso di comunità talvolta minacciato o lacerato dalla paura, dai fenomeni di violenza e dalle fragilità sociali”. Delle persone, quindi, che si “impegnano quotidianamente per risolvere tante tipologie di problematiche, da quelle terroristiche e mafiose, a quelle atte alla difesa dei soggetti più deboli.”

Anche il Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha rilasciato delle dichiarazioni dimostrandosi orgoglioso del servizio reso dalla Polizia “apprezzata dalla stragrande maggioranza degli italiani ma comunque bersaglio di volgari attacchi e accuse infamanti da parte di minoranze violente e incivili.” Un corpo, quello della Polizia, che per il governo svolge un ruolo importantissimo e verso il quale “sono stati stanziati 2,5 miliardi di euro per nuove assunzioni, strumenti operativi ed uniformi”. “Chi governa” ha dichiarato il Ministro “ha l’imperativo di onorare con i fatti, tutti i giorni, chi lavora per la sicurezza e per far rispettare le leggi.”

Un ultimo ma non meno importante contributo è stato fornito da Franco Gabrielli (Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza), il quale ha posto l’attenzione, oltre a questa ricorrenza, anche ad altre. Innanzitutto, sul “centenario dell’aquila dorata dalle ali spiegate”, simbolo che ha sempre incarnato valori di primato e di forza, “unico emblema ad aver accompagnato, i segni distintivi della Polizia di Stato, nei suoi molteplici cambiamenti.” Inoltre, si è posta l’attenzione anche su un’altra importante ricorrenza, poiché in questa data ricorrono anche i “60 anni dell’istituzione del Corpo di Polizia Femminile dall’ingresso delle donne in polizia. Una presenza che via via negli anni si è fatta sempre più qualificata, tanto che oggi le donne che ricoprono ruoli dirigenziali sono oltre il 35 %, a fronte di una presenza femminile del 15 %”. Il capo della polizia si è mostrato molto soddisfatto del lavoro svolto finora, poiché grazie all’etica e alla disciplina, mantra di questa fatica silenziosa, c’è stata una riduzione rilevante degli indici di criminalità con una stima del 4 % nel 2018”.

Infine, Gabrielli ha voluto ricordare un ultimo anniversario, riguardante i dieci anni dal terremoto dell’Abruzzo. Un evento che, “seppur doloroso, ci consente di ringraziare le donne e gli uomini della Polizia di Stato che hanno visto e vedono il nostro paese impegnato troppo spesso sul fronte delle emergenze.”

In seguito ha preso parola Amalia Di Ruocco (Questore della Provincia di Catanzaro), la quale ha ringraziato per la forte presenza nonostante l’urgenza di cambiare location all’ultimo momento. Il Questore, ha ribadito l’importanza di questo corpo, sostenendo come “dietro le divise ci sono persone molto preparate e in continuo aggiornamento, sia dal punto di vista professionale che emozionale, pronti a dare sempre il massimo, con la testa e con il cuore”. Poi, continuando il suo intervento, ha assicurato che “la nostra presenza è costante, continua e silenziosa, non solo nelle strade ma anche sulle piattaforme virtuali, dove vige sempre un’osservazione e un controllo continuo”. Di Ruocco si è inoltre soffermata sulle diverse attività svolte, citando casi di realtà pericolose quali le zone di Pistoia e Aranceto, suggerendo l’importanza “di agire ma, soprattutto, prevenire qualsiasi forma di pericolo attraverso l’aiuto di tutti”. Un’altra iniziativa molto importante riguarda il progetto rivolto alle scuole dal titolo “Educazione alla legalità”; iniziativa, questa, che tramite vari incontri ha visto la partecipazione di 4295 studenti su vari temi quali bullismo, sicurezza informatica, abuso di Alcool e utilizzo di droghe. In questo contesto, sono stati anche scelti i migliori lavori realizzati da parte del 5°A e del 5°B dell’Istituto Comprensivo di Girifalco e della 2°B dell’Istituto Scolastico Comprensivo Manzoni del plesso di Siano, cui vanno i nostri più sentiti complimenti.

La celebrazione è stata accompagnata dalle bellissime melodie proposte dall’orchestra del Conservatorio di Musica “P.I. Tchaikovsky” che, accompagnata dal maestro Francesco Caruso, ha riprodotto diverse marce e brani quali “Giocondità”, rendendo questo evento ancora più interessante e solenne.

Tra i presenti alla manifestazione erano presenti, oltre i gonfaloni di 16 Comuni oltre a quelli della Regione Calabria e dell’Ente Provincia di Catanzaro, anche i labari delle sezioni di Catanzaro e Lamezia Terme dell’A.N.P.S., i quali hanno consegnato delle pergamene ai poliziotti che sono andati in pensione nell’ anno passato.
Durante la mattinata è stato anche proposto un video di Catanzaro Informa dal titolo “La notte delle volanti” avente come protagonisti tanti agenti che quotidianamente circolano di notte nelle strade costatando, attraverso le loro testimonianze, come sia difficile svolgere questo tipo di lavoro, riservato solo a chi ama profondamente questa divisa e che sa proprio, come l'hashtag promosso, esserci sempre.

Sul finire della celebrazione, tanti sono stati i riconoscimenti che Amalia di Ruocco e il Prefetto Francesca Ferrandino hanno conferito ad agenti di vari organi, meritevoli di aver agito con coraggio e abnegazione per il bene dei cittadini e del nostro Paese. Nello specifico sono stati premiati:
Ispettore Capo Tecnico Francesco Palaia: conferimento della Promozione per Merito Straordinario

Motivazione: “evidenziando eccezionali capacità professionali ed elevate competenze di carattere tecnico-amministrativo, in qualità di responsabile della sezione tecnica e coordinatore di più unità operative presso la Zona Telecomunicazioni Calabria della Polizia di Stato, è stato un punto di costante riferimento per gli uffici di competenza in ambito regionale.  Nella circostanza forniva un contributo determinante alle definizioni di soluzioni tecnologiche-operative, assunte successivamente a modello, in occasione di eventi di particolare complessità per la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica con particolare riferimento ai vertici internazionali G7 di Taormina ed Ischia. Chiaro esempio di alto senso del dovere e spirito di servizio”.

---------------

Taormina (Me), 26 e 27 Maggio 2017 – Ischia (Na), 19 Ottobre 2017                                                              
Sovrintendente Capo Sabrina Curcio: Encomio Solenne;
Sovrintendente Arcangelo Castaldo; Assistente Capo Antonello Marasco: Encomio;
Sovrintendente Capo Luca Gigliotti: Lode
Motivazione: “evidenziando elevate capacità professionali, acume investigativo e non comune determinazione operativa espletavano una complessa attività di indagine che si concludeva con il fermo indiziato di delitto eseguito nei confronti di alcuni appartenenti ad un sodalizio criminale di stampo mafioso, finalizzato all’estorsione, al traffico di sostanza stupefacente e di armi”.

Vibo Valentia, 20 Aprile 2016

---------------

Sovrintendente Capo Antonio Cunsolo; Assistente Capo Coordinatore Romolo Fera; Assistente Capo Adalberto Aprile; Assistente Alessandro Caruso: Encomio Solenne
Motivazione: “evidenziando elevate capacità professionali e determinazione operativa espletavano una complessa operazione di polizia giudiziaria che si concludeva con l’arresto di due persone, ritenute responsabili di tentato omicidio, resistenza e lesioni a p.u.”. Catanzaro, 15 Aprile 2016

----------------

Assistente Capo Antonio Bonavita: Encomio Solenne
Motivazione: “evidenziando elevate capacità professionali e particolare competenza nello specifico settore tecnico-amministrativo, effettuava una complessa attività di studio e realizzazione di un innovativo progetto, denominato Mercurio, inerente la dotazione di bordo per le vetture adibite ai servizi di controllo del territorio”.
Roma, 8 Aprile 2016

-----------

Commissario Capo Dott. Salvatore Costantino Belvedere: Encomio
Motivazione: “evidenziando elevate capacità professionali ed acume investigativo, coordinava una complessa operazione di polizia giudiziaria che si concludeva con l’arresto di alcuni appartenenti ad una associazione a delinquere di tipo mafioso, dedita alla commissione di reati in danno del patrimonio e della persona ed in materia d’armi”.
Reggio Calabria, 25 Febbraio 2015

-----------

Primo Dirigente Dott. Marco Chiacchiera: Lode
Motivazione: “dando prova di intuito investigativo e capacità professionale, dirigeva una indagine di polizia giudiziaria, che consentiva di smantellare un sodalizio criminale, composto da pluripregiudicati albanesi, dedito alla commissione di rapine e furti in abitazioni”.
Perugia, 13 Aprile 2016

--------------

Primo Dirigente Dott. Francesco Nannucci: Lode
Motivazione: “in servizio presso la Squadra Mobile, per l’impegno profuso nel dirigere un’operazione di polizia giudiziaria, che si concludeva con l’individuazione e l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un soggetto, resosi responsabile del reato di pedofilia”.
Prato, 6 Giugno 2016

-----------

Sovrintendente Capo Antonio Cunsolo; Assistente Capo Coordinatore Romolo Fera; Assistente Capo Adalberto Aprile; Assistente Alessandro Caruso; Assistente Saverio Fasanaro: Lode
Motivazione:
“dando prova di capacità professionali espletavano un’attività di polizia giudiziaria che consentiva di individuare un deposito illegale di materiale esplosivo”.
Catanzaro, 1 Maggio 2015

---------

Assistente Capo Coordinatore Antonio Vecchi: Lode
Motivazione: “per l’impegno profuso nell’espletamento di un’operazione di polizia giudiziaria che consentiva di assicurare alla giustizia due individui resisi responsabili di coltivazione illegale di circa 1200 piante di canapa indiana.
San Pietro A Maida (Cz), 20 Luglio 2016

--------

Assistente Capo Giovanni Aiello; Assistente Capo Andrea Longo: Lode
Motivazione: “espletavano un’attività di polizia giudiziaria che consentiva di rinvenire, all’interno di un’autovettura e di sottoporre a sequestro, 2.127,11 gr. di cocaina. davano prova, nella circostanza, di capacità professionali ed intuito investigativo”.
Catanzaro, 4 Ottobre 2016

--------

Assistente Antonio Arcuri: Lode
Motivazione: “per l’impegno profuso in un’indagine di polizia giudiziaria che si concludeva con l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare a carico di un soggetto dedito alla commissione di sistematiche ed innumerevoli truffe online”.
Lecco, 23 Aprile 2016

--------

Assistente Michael Gualtieri: Lode
Motivazione: “dando prova di determinazione operativa e spirito di iniziativa, si distingueva in un intervento di soccorso pubblico in favore di un uomo che aveva manifestato intenti suicidi”.
Catanzaro, 16 Agosto 2016

-----------

Agente Scelto Emanuele Alberto: Lode;
Motivazione: “si distingueva in una attività di polizia giudiziaria che consentiva di assicurare alla giustizia l’autore di una rapina commessa ai danni di un esercizio commerciale. dava prova, nella circostanza, di determinazione operativa e capacità professionale”.
Roma, 17 Gennaio 2015

----------

Agente Scelto Saverio Merante: Lode
Motivazione: “dando prova di determinazione operativa e capacità professionali, libero dal servizio, si distingueva in un’attività di soccorso pubblico a favore di una donna con intenti suicidi”.
Catanzaro, 12 Agosto 2016

-----------------

Agente Scelto Antonella Montesano: Lode
Motivazione: “per l’impegno profuso nelle operazioni di soccorso e nelle diverse attività connesse al tragico crollo del ponte Morandi di Genova nel quale persero la vita 43 persone”.
Genova, 14 Agosto 2018

-----------------

Commissario Capo Tecnico Ing. Fabio Caporale: Compiacimento;
Motivazione:
“si è particolarmente distinto nell’assolvimento dei compiti connessi al suo incarico di dirigente dell’Ufficio Tecnico Logistico in una sede con notevoli problemi di natura logistica, in particolare per il suo impegno nel seguire i lavori ancora in corso di ristrutturazione della sede principale di piazza santa Caterina che sta seguendo le non semplici fasi”.
Catanzaro, 29 Marzo 2019

---------

Vice Ispettore Antonio Rosi; Sovrintendente Antonio Tolomeo; Assistente Capo Coordinatore Edoardo Morelli: Compiacimento
Motivazione: “a seguito della segnalazione al 113 da parte di un cittadino sono riusciti ad intercettare gli autori di un furto in appartamento appena consumato in modo da restituire subito il maltolto alla vittima”.
Catanzaro, 25 Febbraio 2019

---------

Consegna pergamene al personale in quiescenza nell'anno 2018 dal Presidente della Sezione ANPS di Catanzaro
Ispettore Superiore Peta Carmine - Gabinetto di Polizia Scientifica;
Ispettore Superiore Peta Alduino - Squadra Mobile;
Ispettore Superiore Esposito Massimo Emiliano - Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico;
Ispettore Superiore Rotundo Pasquale - Squadra Mobile;
Ispettore Superiore Strano Concetto - Polizia di Frontiera di Lamezia Terme;
Ispettore Superiore Feudale Giuseppe - Polizia Stradale di Soverato;
Assistente Capo Coordinatore Corrado Giuseppe - Commissariato di Lamezia Terme.
Motivazione:

“per l'impegno profuso a favore della cittadinanza, la fedeltà e l'attaccamento istituzionale nella lunga militanza in servizio, valori che sicuramente continueranno a riservare nell'attività' associativa”.

Cundò Nicola

InfoOggi.it Il diritto di sapere