Anpas: dare spazio al volontariato nella progettazione

38
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
TORINO 17 APRILE 2013- Presentato il rapporto 2012 sulle attività internazionali della Citt&a...

TORINO 17 APRILE 2013- Presentato il rapporto 2012 sulle attività internazionali della Città di Torino.

Il componente della direzione regionale di Anpas Piemonte, Luciano Dematteis, -assistendo questa mattina, al Teatro Regio, alla presentazione del rapporto 2012 sulle attività internazionali e delle linee programmatiche 2013-2015 della Città di Torino – in riferimento all’intervento del sindaco Piero Fassino sottolinea l’importanza assunta da Torino nel panorama internazionale dal punto di vista della cultura, del turismo, delle relazioni e soprattutto delle attività legate allo sviluppo di opportunità di lavoro, di investimento e di crescita.

 «Ed è proprio nell’ambito delle nuove prospettive – afferma Luciano Dematteische si inserisce la capacità del volontariato di fare rete e attrarre risorse. Diventa per noi interessante verificare la progettazione a livello europeo e internazionale da qui al 2015 e in particolar modo quella collegata all’Expo di Milano, dove il  volontariato troverà certamente spazio. Sarebbe opportuno che realtà associative come l’Anpas prendessero nota dei programmi della Città di Torino per eventuali collaborazioni e sinergici partenariati. La relazione del Sindaco è stata puntuale in ogni sua parte, Piero Fassino ha infatti citato le componenti sociali ed economiche, ma – conclude Dematteis con una nota critica – si è però dimenticato di nominare il volontariato e la posizione strategica che questi occupa nella dimensione nazionale e internazionale».

 L'Anpas Comitato Regionale Piemonte rappresenta oggi 81 associazioni di volontariato con 10 sezioni distaccate, 8.990 militi (di cui 3.074 donne) e 349 dipendenti che, con 399 autoambulanze, 121 automezzi per il trasporto disabili, 216 automezzi per il trasporto persone e di protezione civile, 5 imbarcazioni e 17 unità cinofile svolgono annualmente 409.473 servizi con una percorrenza complessiva di oltre 13 milioni di chilometri. Sono prestazioni di emergenza 118, di dimissioni da ospedali e case di cura, di trasporto dializzati e di pazienti con patologie autorizzabili, di protezione civile, di trasporto di materiale ematico e farmaceutico e di assistenza sanitaria a manifestazioni ed eventi.

Gian Luca Cossari

InfoOggi.it Il diritto di sapere