Corsa al Quirinale: terza fumata nera, domani si torna al voto

21
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 30 GENNAIO 2015 – Un’ennesima fumata nera ha avvolto il Colle dopo la votazione di...

ROMA, 30 GENNAIO 2015 – Un’ennesima fumata nera ha avvolto il Colle dopo la votazione di oggi pomeriggio per decidere il nome del nuovo presidente della Repubblica.

«Non essendo stata raggiunta da nessuno la maggioranza dei due terzi –ha dichiarato Laura Boldrini, presidente della Camera– occorre procedere al quarto scrutinio». La quarta votazione avrà luogo durante la mattinata di domani, a partire dalle 9:30. Dagli scrutini di oggi, il candidato più votato è risultato l’ex magistrato Ferdinando Imposimato, con 126 voti. Dietro di lui con 56 voti il giornalista e scrittore Vittorio Feltri, la giornalista e scrittrice Luciana Castellina con 33 voti; l’ex ministro degli Affari Esteri Emma Bonino con 23 voti e, con 22 voti, l’onorevole Stefano Rodotà.

Il nome su cui scommette il capo del governo Matteo Renzi è quello del giudice costituzionale Sergio Mattarella, in favore del quale ha oggi lanciato un appello a Ncd e Forza Italia. «Finite le prime tre votazioni –ha affermato Renzi– siamo arrivati al momento chiave. Siamo di fronte alla concreta possibilità che una personalità autorevole e stimata da tutti, un servitore dello Stato come Sergio Mattarella, diventi il presidente della Repubblica con un voto ampio di settori della maggioranza e dell'opposizione parlamentare». Il Premier ha poi concluso, specificando che «non è una questione che riguarda un solo partito: la scelta del Capo dello Stato interpella tutti, senza distinzioni. Per questo auspico che sul nome di Sergio Mattarella, presidente della Repubblica di tutti gli italiani, si determini la più ampia convergenza possibile per il bene comune dell'Italia».

(foto iljournal.today)

Elisa Lepone



 

InfoOggi.it Il diritto di sapere