I nuovi scalzi - Il teatro e la cucina quando sono ben fatti, fanno star bene!

41
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
BARLETTA, 26 FEBBRA IO 2013- D’improvviso, inatteso, improvvisato, inaspettato… Da...

BARLETTA, 26 FEBBRA IO 2013- D’improvviso, inatteso, improvvisato, inaspettato… Da Roma a Barletta, dall’Italia al mondo…
Benvenuti in “Arte in tavola, rassegna di teatro e cucina” organizzata dall’associazione culturale “I Nuovi Scalzi” in collaborazione con Elab point – design e comunicazione e la pizzeria San Giorgio, 27 – Barletta.
Il programma è composto da 4 appuntamenti dove la buona cucina incontrerà il suono, i sorrisi ed i ritmi del teatro al fine di valorizzare la cultura del teatro partendo da spazi artistici poco convenzionali.Lo scopo è quello di promuovere la cultura teatrale ed artistica coniugando il binomio ristorazione/arte anche in altri spazi.

L’idea di partenza è quella di piantare l’arte lì dove non la si aspetta, tra un sorso di vino e una bruschetta; per caso, quasi per sbaglio, camminando lungo una strada in salita cosa può esserci di più piacevole che fermarsi, mangiare qualcosa e vedere una pièce, magari è gradita? Cos’è che ci manca per stare bene, se non stare tutti, tutti insieme? Ecco che il teatro fa parte della ricetta per fare due chiacchiere seduti, senza fretta… aspettando un piatto caldo, o sorseggiando un bicchierino…e poi chi lo sa se è di vino, o divino? L’invito è provare, passare il tempo e ragionare… su quel che si vede, su quel che si fa…e forse riusciamo a cambiarla questa realtà!
“Arte in tavola”, nella prima edizione è un modo di vivere in un modo diverso l’andare a cena fuori. Lo spazio del locale diventa un luogo comune in cui da ogni tavolo, nel rispetto dello spazio vitale, si è testimoni e partecipi di uno spettacolo teatrale, di improvvisazioni sceniche o di piccole suggestioni dal sapore artistico. Avvicinare il mangiare alle forme d’arte permette di far vivere la cultura anche tra chi preferisce farsi una buona mangiata che andare a teatro, significa riallacciare i contatti tra il pubblico popolare, la città e l’arte.

Il prossimo appuntamento sarà giovedì 28 febbraio ore 21.00 con Storie dal Basso, di e con Laura Vangi, Gian Battista Rossi e Nicola Calabrese.

D’improvviso, inatteso, improvvisato, inaspettato… l’Associazione Culturale i “Nuovi Scalzi” nasce dalla volontà di 4 giovani artisti, Olga Mascolo, Savino Italiano, Ivano Picciallo e Chiara Spoletini, di creare un gruppo artistico intenzionato a promuovere la commedia dell’arte ed il teatro di strada.
Condurre il pubblico in quel mondo colorato e travolgente della Commedia dell’Arte è la prima prerogativa del gruppo, così piace definirsi ai giovani attori dell’associazione: “Per lungo tempo in Italia e in numerosi Paesi della (futura) Europa la Commedia dell’Arte ha tenuto in vita l’arte teatrale, un’arte girovaga che cerca un rapporto diretto col pubblico di tutte le età, e dunque sempre diverso a seconda delle necessità e dei luoghi in cui arriva; un’arte improvvisata su canovacci o scenari, che ne sono le linee guida e che raccontano la paradossalità delle dinamiche che governano i rapporti, gli interessi, ma soprattutto la vita di tutti i giorni”.
Dalla collaborazione, dai viaggi compiuti (e quelli da compiere) e dalle esperienze nel teatro, dalla giocoleria, dallo spettacolo dal vivo, dalla danza contemporanea e dalla capacità di condividere saperi nascono i progetti dell’associazione.
La formazione in commedia dell’arte è iniziata per il gruppo con un corso di alta formazione in “Tecniche della recitazione teatrale: La commedia dell’arte”, biennio di formazione intrapreso presso l’università La Sapienza di Roma, il Centro Teatro Ateneo, con la direzione di Ferruccio Marotti e con insegnante di spicco internazionale Claudio De Maglio.
Tutt’ora i componenti del gruppo si impegnano ad organizzare e a sviluppare progetti di formazione e produzione di Commedia dell’arte, sempre aperti a collaborazioni e appuntamenti in cui il teatro ritorni ad essere di tutti.
Il gruppo “I Nuovi Scalzi” propone al pubblico diversi lazzi e improvvisazioni che ripercorrono le dinamiche tipiche che la commedia racconta, presenta di volta in volta diversi canovacci all’interno di un progetto unico che prende il nome di “Salti e lazzi”.
La seconda attività cardine dell’associazione riguarda la sfera pedagogica ed è rivolta ai bambini ai quali l’associazione propone attività laboratoriali, spettacoli, e per i quali alcuni componenti stanno conducendo una mirata ricerca nell’ambito della pedagogia e delle potenzialità del teatro in ambito delle tipologie e metodologie dell’apprendimento. Nelle attività laboratoriali ognuno, ed il bambino innanzitutto, può esplorare le proprie capacità, e acquisire competenze attraverso linguaggi diversi: il movimento, la danza, la rappresentazione con oggetti e materiali, la narrazione e la lettura, la drammatizzazione di un racconto, in una parola la concretizzazione di esperienze di gioco.

L’aspetto ludico e quello fortemente comunicativo sono gli elementi imprescindibili per realizzare un contatto tra chi agisce sulla scena e chi ascolta o guarda dalla parte del pubblico, per questo motivo nei progetti che “I Nuovi Scalzi” stanno portando avanti il divertimento è spesso avvicinato a condizioni o problematiche specifiche.
L’Associazione “I Nuovi Scalzi” lavora nei teatri, nelle scuole, in strada, nei festival e ovunque ci sia pubblico da coinvolgere con improvvisazioni di commedia all’ improvviso, performance di fuoco a ritmo di percussioni e lazzi.
Nasce nel 2008 a Roma durante il corso di alta formazione in tecniche e forme della commedia dell’arte con Claudio De Maglio, ad opera del Centro Teatro Ateneo presso l’ università La Sapienza di Roma.
Nel 2009 partecipa al V Festival Internazionale delle Scuole Teatrali di Varsavia vincendo il ‘Grand Prix’ della giuria; Nello stesso anno lavora per la Notte bianca del III municipio di Roma.
Successivamente si sposta a Barletta (BT), in Puglia, dove si costituisce in modo formale come associazione culturale.

Dal 2010 lavora in diverse località italiane nei festival di teatro e iniziative culturali.
Nel 2011 vince il premio come migliore spettacolo di strada alle “Ramblas”, all’interno del Napoli Teatro Festival;
partecipa al festival teatrale “Tutta un’altra Troia”, presso il comune di Troia (FG).
Lavora nelle scuole a Barletta e ha partecipato alle rassegne indipendenti presso i circoli Arci di Barletta con lo spettacolo “La terra è mia”.

Nel 2011 partecipa agli eventi estivi del comune di Forenza (PZ) presentando spettacoli di commedia dell’arte, nuovo circo e fuoco con la partecipazione dell’acrobata e giocoliere Gianluca Gerardo Gentiluomo.
Nel 2012 gli attori dell’associazione (Italiano, Picciallo, Spoletini) lavorano al progetto del Carnevale Romano 2012 partecipando allo spettacolo “Gli Innamorati Immaginari” con la regia di Leonardo Petrillo. Nello stesso anno partecipa a festival italiani quali: “Rosetosbanda” a Roseto Valfortore (FG); Prima edizione di Teatro in strada a Foggia.
Partecipa con animazione e spettacoli di piazza agli eventi estivi del comune di Forenza.
Ha realizzato un laboratorio di lettura e spettacolo per bambini presso la scuola elementare R. Musti di Barletta intitolato “Caro Babbo ti scrivo…”.
Nel 2013 organizza e promuove Arte in Tavola: rassegna di teatro e cucina in collaborazione con elabpoint_design&comunicazione.

(notizia segnalata da Chiara Cristina Lattanzio)

InfoOggi.it Il diritto di sapere