Inchiesta Lecce: primario torna al lavoro in ospedale

444
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
LECCE, 30 GENNAIO - Ha ottenuto il permesso di tornare al lavoro il primario del reparto di Ort...

LECCE, 30 GENNAIO - Ha ottenuto il permesso di tornare al lavoro il primario del reparto di Ortopedia dell'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce, Giuseppe Rollo, agli arresti domiciliari dal 6 dicembre scorso nell'ambito dell'inchiesta sul presunto scambio di favori con il pm leccese Emilio Arnesano. La richiesta di poter riprendere a lavorare, avanzata da Rollo attraverso i suoi avvocati Ladislao Massari e Renata Minafra, e' stata accolta dal gip di Potenza, Antonello Amodeo, subentrato al collega Amerigo Palma firmatario dell'ordinanza che aveva disposto gli arresti in carcere per il pm Emilio Arnesano e il dirigente dell'Asl, Carlo Siciliano, ed i domiciliari per Rollo, il primario del reparto di Neurologia del "Fazzi", Giorgio Trianni, e l'avvocato Benedetta Martina. Secondo l'accusa, il pm Arnesano avrebbe favorito Giuseppe Rollo in due procedimenti in cui era indagato per colpa medica chiedendo l'archiviazione. In cambio Rollo si sarebbe reso disponibile a contattare un chirurgo del policlinico di Modena per accelerare i tempi di un intervento chirurgico al quale si sarebbe dovuto sottoporre un famigliare di Arnesano.
Notizia segnalata da (Agi)

InfoOggi.it Il diritto di sapere