• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Meteo Weekend: vortice freddo con neve poi prossima settimana Irruzione Invernale. Prvevisioni

Lombardia > Milano

L'Italia sarà avvolta da un prepotente e freddo vortice ciclonico per tutto il corso dell'imminente weekend e tra sabato 4 e domenica 5 potrà scendere, un po' a sorpresa, anche la neve fin quasi in pianura in un contesto molto instabile per tante regioni.
Questo è quanto emerge dagli ultimi dati a nostra disposizione.

Non cambia dunque il contesto meteo sul nostro Paese ormai da giorni condizionato da numerose fasi di freddo maltempo caratterizzate da piogge a tratti battenti, da nevicate anche a bassa quota e anche da tanto vento.

Ebbene, anche il primo fine settimana di dicembre è destinato a trascorrere sotto il segno di una forte instabilità.

La giornata relativamente meno capricciosa sarà quella di sabato 4 dicembre quando almeno nella prima parte del giorno il tempo si manterrà abbastanza asciutto nonostante un contesto votato alla variabilità. Insomma, per capirci meglio ci saranno tante belle nuvolette a spasso per l'Italia.

Nubi che si faranno però più minacciose nel corso della giornata quando potrà tornare a cadere qualche pioggia sul Levante ligure, sul nord della Toscana e verso sera su Sardegna e medio-basso Tirreno. Su quest'ultime regioni in serata i fenomeni tenderanno ulteriormente ad intensificarsi.

Il maltempo proseguirà poi anche durante la notte quando qualche pioggia potrà raggiungere pure alcuni settori del Nord. Sarà il caso dell’Emilia-Romagna, il Veneto e il Friuli-Venezia Giulia dove, stante un generale calo termico, ci attendiamo qualche nevicata anche a quote molto basse.


Sarà questo il preludio a una domenica che inizierà ancora con rischio di neve sull'Emilia Centrale fino a quote collinari, ma sempre a quote bassissime anche sull'area del Triveneto dove tuttavia il tempo andrà rapidamente migliorando col passare delle ore.

Continuerà invece a fare i capricci il meteo su gran parte delle regioni centro-meridionali in particolare sul lato tirrenico dove le precipitazioni potranno a tratti risultare di forte intensità specie sull'alta Toscana, Lazio (in serata), litorali campani e settori tirrenici della Calabria.

Attenzione inoltre ai forti venti in particolare su alta Toscana e Liguria di Levante (sabato) dove un furioso Libeccio potrà raggiungere anche i 100 km/h con mareggiate intense lungo le coste più esposte.

Occhi puntati anche su Sardegna e Sicilia che verranno raggiunte da un burrascoso Maestrale che potrebbe provocare non pochi disagi ai collegamenti marittimi.

Insomma, ci attende il classico weekend da trascorrere sul divano, magari avvolti da una bella e calda copertina di lana a sorseggiare un bel tè caldo.

Previsioni prossima settimana

Se ancora non fosse abbastanza chiaro che dalla festività dell'Immacolata nevicherà sulla Val padana, abbiamo preparato un articolo apposito su questo tema con tutte le mappe che mostrano la previsione delle precipitazioni nel dettaglio.
Ma la prossima settimana non sarà caratterizzata solamente dalla neve in pianura, ci sono infatti tante novità sul fronte meteo con un'irruzione invernale che colpirà più di mezza Italia. Tracciamo dunque una tendenza analizzando gli ultimi aggiornamenti appena arrivati.

La settimana inizierà lunedì 6 dicembre all'insegna del maltempo in particolare sulle regioni meridionali e su quelle del medio Adriatico, con la possibilità di piogge e nevicate sull'Appennino fin verso i 500/600 metri di quota. Andrà meglio sul resto d'Italia, dove il tempo si manterrà più stabile e soleggiato.

Le temperature però sono previste in crollo a causa dell'afflusso di correnti artiche che provocheranno estese gelate notturne sulla Val Padana e nelle vallate del Centro. Poi, dopo un martedì 7 con residua instabilità sulle regioni del Sud e in Sicilia, il vero colpo di scena è atteso per mercoledì 8 dicembre, festa dell'Immacolata.

Secondo gli ultimi aggiornamenti una una forte perturbazione collegata a un freddo ciclone in discesa dall'Atlantico darà il via ad una fase molto instabile con precipitazioni a partire dal Centro-Nord. Date le temperature molto fredde che interesseranno l'Italia, ci aspettiamo nevicate fino in pianura al Nord Ovest: possibili fiocchi di neve quindi in città come Cuneo, Torino, Genova (qui magari mista tra la pioggia), Milano, Bergamo e Piacenza con accumuli compresi tra 5 e 10 cm entro la fine dell'evento.

Nel contempo la perturbazione si estenderà alle regioni tirreniche portando forti rovesci temporaleschi. Vista la distanza temporale non è escluso che la tendenza possa cambiare riservando ulteriori soprese, anche nevose, fino a quote molto basse.

Infine, da venerdì 10 poi si formerà un vortice ciclonico al Sud che dispenserà maltempo diffuso, mentre al Nord avanzerà un campo di alta pressione che con tutta probabilità diventerà il protagonista dei giorni successivi. (iLMeteo)

In aggiornamento