Musica: L'estate incantata di Ray Bradbury musicata nel primo singolo di Penti

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
BARI, 14 DICEMBRE 2012-S'intitola “Esta”, il primo singolo di Marco Porcelli, ch...

 

BARI, 14 DICEMBRE 2012-S'intitola “Esta”, il primo singolo di Marco Porcelli, chitarrista dei Gardenya in arte “Penti”, fresco di debutto con il suo album Isdiri Misti Sini, edito dall'etichetta dell'artista stesso, la “PORP”. Ispirato da "L'estate incantata", un romanzo di Ray Bradbury, scrittore statunitense che narra le vicende di due fratelli a contatto con la natura di Green Town."E' il libro meno irreale di Bradbury che abbia letto, una cambio di rotta dai suoi temi di fantascienza. Narra di ginocchia sbucciate, di corse allo stremo, di scarpe da ginnastica, di gelato alla vaniglia e al cioccolato, di limonate, di giochi, il più naturalistico...è da qui siamo partiti per la realizzazione della sceneggiatura (Penti)".


Al brano è accompagnato un videoclip girato da PENTI e Nico Cortese, tra Giovinazzo, Bitonto, Margherita di Savoia dove vengono rappresentati i quattro elementi naturali acqua, aria, terra e fuoco."Esta è un sogno, esta è un racconto scritto su pagine di un vecchio libro dimenticato, esta è ciò che è dorme dentro noi, in attesa di essere svegliato. Il video di esta è circolare, il fuoco che brucia e che riscalda, il vento che spegne il fuoco e che rassicura, l'acqua che disseta, la terra che brucia. Esta rappresenta come i quattro elementi siano racchiusi dentro di noi (Nico Cortese)". Il brano ha 2 ospiti importanti, Natale Capurso alla batteria, che ha suonato con Penti in passato nei Gardenya e lo accompagna oggi nei Paipers e nei Retromarce e Francesca Copertino alla voce, cantante pugliese diplomatasi in canto lirico al conservatorio Niccolò Piccinni di Bari.“Ho cercato attraverso la mia interpretazione vocale di evocare nel brano Esta, una dimensione onirica, impalpabile ed ideale.


La voce per questo apparirà a tratti energica e a tratti flebile e si avrà l’impressione che giunga da lontano a sussurrare parole sconosciute di una realtà mistica. Ho lasciato che la voce restasse angelica, e anch’essa come i suoni con cui si amalgama, intangibile (Francesca Copertino)”.Il disco di Penti uscito il 23 novembre scorso sta già raccogliendo subito pareri positivi dalla critica musicale, definito come "un piccolo gioiello", "album sorprendente", è possibile scaricarlo sul sito dell'artista.

Nicoletta de Vita

InfoOggi.it Il diritto di sapere