Settimo raduno del Gruppo Spillo il Bassotto, 150 'nanetti' a Torre del Lago Puccini

327
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
TORRE DEL LAGO PUCCINI (VIAREGGIO), 16 SETTEMBRE 2018 - Sono stati centocinquanta i Bassotti che han...

TORRE DEL LAGO PUCCINI (VIAREGGIO), 16 SETTEMBRE 2018 - Sono stati centocinquanta i Bassotti che hanno partecipato al settimo raduno del Gruppo “Spillo il Bassotto”, dal 14 al 16 settembre presso il camping dei Tigli, nella splendida cornice di Torre del Lago Puccini.

I protagonisti indiscussi dell’evento hanno vissuto tre giorni intensi per annusarsi, socializzare, partecipare alle attività ludico-ricreative organizzate dagli amministratori del Gruppo, e per stare in compagnia dei loro amici bipedi. Possiamo dirlo chiaramente e senza inutili giri di parole: i ‘nanetti’, piccoli di statura e con la loro particolare forma allungata, sono tornati nelle loro rispettive abitazioni con qualcosa in più. Porteranno nel cuore il ricordo di un’esperienza unica, curata nel dettaglio e in ogni piccolo particolare.

 (Lo staff)

Proprio così, nulla è stato lasciato al caso e tutto è stato pensato in funzione della loro individualità e caratteristiche specifiche della razza. Per l’occasione è stata prevista anche la presenza del medico veterinario Luigi Vai, della clinica Campo D’Aviazione di Viareggio.

Passeggiate rilassanti nell’adiacente pineta di Torre del Lago, ‘apericena’ con i pelosi al seguito presso il “Bagno Maestrale”, scorribande in spiaggia, una goliardica caccia al tesoro ricca di squisiti e golosi premi per tutti, divertenti performance di agility dog con il solo nobile intento di far divertire le ‘salsicce’ a quattro zampe, rinomate per il loro carattere peperino e temerario.

Il week end è stato all’insegna della spensieratezza, complice anche il buon clima che si è instaurato tra i partecipanti umani, membri del Gruppo Spillo il Bassotto. In un momento caratterizzato dall’espansione dei social network, che per molti versi uniscono e riducono le distanze fisiche e i confini geografici, i fondatori del Gruppo - Franca Favilla e Marco Mereta - hanno trovato un modo reale per consolidare quelle amicizie nate su Facebook, trasformandole in momenti concreti attraverso l’istituzione del Raduno, giunto alla sua settima edizione.

Da sottolineare alcuni momenti di profonda condivisone, che hanno letteralmente tenuto incollati alle sedie i “due zampe”. Nel pomeriggio di sabato, dal maxischermo del teatro del camping, è stato proiettato l’episodio della Bass saga ideata da Fabrizio La Maestra, i cui interpreti sono stati i Bassotti del Gruppo Spillo. In serata, invece, l’emozione ha raggiunto livelli altissimi di empatia e commozione generale. Da apripista un video di Spillo, il Bassotto di Franca Favilla e Marco Mereta. La triste vicenda di Spillo, scomparso prematuramente a causa di una malattia, ha ispirato la creazione del Gruppo. I suoi proprietari hanno constatato l’importanza di avere un supporto morale quando si attraversano momenti bui e difficili. Tutto sembra così insormontabile, complicato da accettare con la razionalità, ma avere degli amici con i quali confrontarsi e dai quali ricevere parole di conforto, può in un certo qual modo ridurre quel senso di solitudine di chi vive in prima persona la tragedia di un cane che sta per lasciare la sua vita terrena.
Subito dopo i frame che ritraevano Spillo nelle tappe della sua crescita, è stato mostrato il filmato di tutti i Bass aiutati grazie al Gruppo “Il cuore di Spillo”, che nasce per dare conforto e un aiuto economico a tutti i Bassotti che subiscono importanti interventi chirurgici. Ogni membro, volontariamente, effettua una donazione che va esclusivamente sul conto corrente del diretto interessato. In questi anni, grazie al buon cuore dei donanti, sono stati aiutati molti Bassotti. La cifra complessiva raggiunta, sommando tutti i casi, ha superato i centomila euro.

Non sappiamo se i Bassotti aiutati abbiano capito l’importanza della solidarietà, in un mondo caratterizzato, molto spesso, dalla competitività e dall’egoismo. Ma il Raduno era la loro ‘festa’, pertanto, l’evento ha avuto la virata necessaria al perseguimento dell’obiettivo: “Abbiamo organizzato il raduno in loro onore, affinché potessero divertirsi e interagire con i loro simili”, ha affermato Franca Favilla. I nanetti, infatti, anche domenica hanno avuto modo di sgambare, correre, giocare tra loro e con i bipedi, confrontarsi e comunicare - anche in sonori abbai - prima di congedarsi dalle nuove conoscenze o dai consolidati amici del raduno.

 

Luigi Cacciatori

Immagini dal profilo facebook del Gruppo Spillo il Bassotto

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere