Un valdostano conquista il Kangchenjunga, la terza vetta più alta del mondo

46
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
AOSTA, 19 MAGGIO 2014 – Alle 11.30 della giornata di ieri, il valdostano Marco Camandona...

 AOSTA, 19 MAGGIO 2014 – Alle 11.30 della giornata di ieri, il valdostano Marco Camandona è riuscito nella sua impresa: conquistare la terza vetta più alta del mondo, il Kangchenjunga, a 8,586 metri d'altezza. La scalata è stata conclusa in assenza di ossigeno. Non era solo, Marco, ma accompagnato da altri due corregionali, Emrik Favre, maestro di sci di Ayas, e François Cazzanelli, del Centro Sportivo Esercito. Entrambi, però, non hanno fatto compagnia a Marco fino alla vetta. Emrik s'è fermato a quota 7,800 metri, mentre François è rimasto a 200 metri più giù.

Un quarto componente del gruppo, Marco Confortola, ha invece arrestato la propria scalata a 8,200 metri, a causa del forte vento. Camandona è ora impegnato nella discesa, e a breve dovrebbe far rientro al campo base.

Foto: valledaostaglocal.it

Dino Buonaiuto

InfoOggi.it Il diritto di sapere