Camorra: estorsioni su ambulanze, arrestato latitante

272
Scarica in PDF
NAPOLI, 6 DICEMBRE - Era ricercato dal 16 ottobre, quando i carabinieri avrebbero dovuto eseguire un...

NAPOLI, 6 DICEMBRE - Era ricercato dal 16 ottobre, quando i carabinieri avrebbero dovuto eseguire un decreto di fermo perche' aveva cercato di imporre il 'pizzo' a un servizio di ambulanze: il latitante Andrea Teano,, 36enne ritenuto affiliato al Cimmino-Caiazzo attivo nel quartiere Vomero di Napoli, e' stato arrestato dai militari del comando provinciale di Napoli. Dovra' rispondere di tentata estorsione aggravata da metodo e finalita' mafiosi ai danni del titolare di una associazione del settore trasporto di malati. Due mesi fa era riuscito a sfuggire all'esecuzione di un decreto emesso dalla Dda di Napoli e da quel momento se ne erano perse le tracce.

E' stato individuato osservando e pedinando le persone a lui vicine. Teano si era rifugiato in una delle case del complesso di edilizia popolare di via Corrado Alvaro, un posto meno in vista nel quartiere di Pianura, ma l'intervento, organizzato anche con un elicottero dell'Arma e il Nucleo Cinofili, non gli ha lasciato alcuna possibilita' di fuga. Si e' arreso lasciandosi ammanettare. Insieme ad altri appartenenti al gruppo criminale che controlla gli affari illeciti nel quartiere collinare, aveva minacciato ripetutamente e usando anche una pistola il titolare di una onlus che fornisce ambulanze per costringerlo a consegnare 3.000 euro al mese come 'pizzo'. Gli emissari della cosca si erano presentati dalla vittima in tre occasioni, tra settembre e ottobre, tentando di imporgli la tangente, la prima indicando soltanto la somma "per quelli del Vomero", la seconda per insistere, la terza a vuoto perche' la vittima fuggi' appena li vide. Nel corso della perquisizione del covo sono stati rinvenuti e sequestrati soldi e numerosi biglietti scritti a mano di interesse investigativo.

InfoOggi.it Il diritto di sapere