Corinaldo, altri due minorenni fermati per droga

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ANCONA, 11 DICEMBRE -Sono stati estubati e respirano adesso spontaneamente quattro dei sette pazient...

ANCONA, 11 DICEMBRE -Sono stati estubati e respirano adesso spontaneamente quattro dei sette pazienti in codice rosso ricoverati nelle rianimazioni dell'Azienda Ospedali Riuniti di Ancona a seguito dei traumi riportati nella calca della discoteca Lanterna Azzurradi Corinaldo. Per tre di loro le condizioni, seppur stabili, sono ancora critiche. Per tutti, la prognosi rimane riservata.

Ciascuno dei sette pazienti segue un protocollo terapeutico diversificato in base alle condizioni cliniche e agli specifici bisogni assistenziali. Un ottavo paziente, ricoverato inizialmente con codice rosso, è stato dimesso dall'ospedale nel pomeriggio di ieri, insieme ai due codici verdi accolti sempre nella giornata di ieri. 

Nel frattempo, le indagini continuano. Altre due persone, oltre al sedicenne che avrebbe spruzzato lo spray urticante nella discoteca di Corinaldo, sono state fermate. Anche nei loro confronti l'accusa ipotizzata al momento è quella di possesso di droga, ma non è escluso che possa cambiare nelle prossime ore. 

L'ipotesi che sta prendendo piede tra chi indaga è che alla Lanterna Azzurrafosse presente una banda di giovani dedita alle rapine nei confronti di coetanei: proprio la banda avrebbe potuto utilizzare lo stratagemma dello spray urticante per coprirsi la fuga. I due nuovi fermati sarebbero un ventisettenne, originario di Fano, e la fidanzata, entrambi bloccati dai carabinieri in un residence di Senigallia.

Claudio Canzone

Fonte foto: repubblica.it 

InfoOggi.it Il diritto di sapere