Daniele Nardi, ricerche fermate dal maltempo

1064
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 2 MARZO- Oggi le ricerche dei 2 alpinisti, Daniele Nardi e Tom Ballard, sono state bloccate da...

ROMA, 2 MARZO- Oggi le ricerche dei 2 alpinisti, Daniele Nardi e Tom Ballard, sono state bloccate dal maltempo. I due sono dispersi da domenica scorsa sullo sperone Mummery, tra i 5100 e 7000 metri di quota, sul Nanga Parabat, in Pakistan. L’ambasciatore italiano in Pakistan, Stefano Pontecorvo, scrive su Twitter: “Domani mattina le condizioni potrebbero essere migliori e si proverà nuovamente”.

Commenta l’alpinista Reinohold Messner: "Non c'è grande speranza, o c'è quasi zero speranza, che sia ancora possibile trovarli vivi" spiega: "Secondo me loro sono stati presi da una valanga. Ma non è neve che scende: sono tre seracchi che stanno sopra lo sperone Mummery, a sinistra e a destra" ed aggiunge: "In base alle fotografie che ho visto sono saliti per un pezzo, poi ritornando giù per qualche motivo, forse nel punto più esposto, sono stati presi da blocchi di ghiaccio". Conclude,infine: "Sapendo dov'è la zona, sapendo che in ogni momento, mese, settimana, il seracco non è calcolabile, cade, finito. Chi va sotto rischia la vita. Un alpinista esperto non dovrebbe andare sotto. Nardi ha capito quello che fa. Ballard è un grande alpinista, giovane, ma non ha l'esperienza di questo tipo”.

Resta valida l’ipotesi di trasferire in elicottero dal campo base del K2 il team dell’alpinista Alex Tixon, che con dei droni potrebbe effettuare delle ricognizioni nel luogo della scomparsa; operazione già tentata ieri ma fallita per la troppa neve.

Un’ altra difficoltà nelle ricerche è di tipo economico, in quanto a seguito dei sorvoli avvenuti sia giovedì che venerdì questi sono stati fermati poiché la società, Askari, che gestisce i voli degli elicotteri dell’esercito pakistano, ha richiesto il pagamento anticipato della somma necessaria. La famiglia di Nardi, si è resa disponibile al finanziamento ma i tempi tecnici impediscono il trasferimento di ingenti somme in poche ore”.

L’ambasciatore ha cercato di risolvere la situazione ed ha comunicato che, a causa del maltempo, sia elicotteri che droni potranno partire solo domani mattina.

Ludovica Portelli

InfoOggi.it Il diritto di sapere