• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Italia 5 Stelle, Di Maio stoppa Zingaretti

Campania > Napoli

NAPOLI , 13 OTTOBRE 2019- In un'Arena Flegrea molto gremita, il Movimento 5 Stelle chiude la prima giornata di lavori e incontri della kermesse. Gli applausi sono per il fondatore Beppe Grillo, che si esibisce dopo gli interventi di Di Maio e Conte. Il fondatore dei 5 Stelle parla di innovazione, di progresso mondiale, affrontando anche il tema dell'inquinamento legato alle emissioni della CO2. Un Grillo a tutto campo, che non risparmia tiratine di orecchie ai "parlamentari da 6 mila euro al mese", che appare stanco di parlare della solita politica italiana, ma che vede la possibilità di andare avanti con la sua creatura, che ora deve cambiar pelle. Una creatura "nata dal caos", dalla curiosità. Grillo sottolinea come non ci fossero alternative, sottolinea soprattutto che il M5S, "é riuscito a far votare il taglio dei parlamentari anche al Pd". Un tema che piace alla base che lo applaude. Grillo però non si risparmia e lancia delle battute nei confronti di Luigi Di Maio e di Conte, "che ha un unico difetto, le adenoidi". 

Poco prima avevano parlato Conte e Di Maio, i due colossi di un Movimento che ha cambiato pelle e che non può essere quello delle origini. Di Maio, a inizio intervento, ascolta dei ragazzi che gli chiedono di far ritirare la fornitura di armi alla Turchia, e il Capo politico non si sottrae, accetta l'invito e dice di volerlo chiedere in Europa. Conte invece elogia la base, la coccola, dicendo che in questi anni il Movimento non é stato antipolitica, ma anzi ha portato "pratiche di buona politica", come il "valore dell'onestà". Il pubblico presente intona "onestà, onestà". Conte poi parla dell'obiettivo di recupare risorse, provando a far pagare a tutti le tasse. E fioccano gli applausi. Di Maio, in giornata ha anche respinto le avanches politiche di Zingaretti, dichiarando che "il M5S resta una terza via", che "non é all'ordine del giorno il tema sulle alleanze nazionali e regionali". Nel pomeriggio anche Roberto Fico aveva richiamato all'unità, aveva invitato tutti a metter da parte l'ego, "per evitare scissioni". É stata anche annunciata la riorganizzazione sul territorio, una decisione che apre a una maggiore collegialità decisionale. Domani la seconda giornata di Italia 5 Stelle, nella splendida location della Mostra d'Oltremare di Napoli.