Trump propone storico aumento spese militari, domani primo intervento al Congresso

44
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
WASHINGTON, 28 FEBBRAIO – Mentre il tycoon si prepara al suo primo discorso davanti al C...

 WASHINGTON, 28 FEBBRAIO – Mentre il tycoon si prepara al suo primo discorso davanti al Congresso, previsto per domani, ha trovato il tempo per incontrare i giornalisti e presentare quello che si configura come uno storico aumento delle spese militari: bene 54 miliardi saranno destinati alla Difesa, in linea con la promessa fatta in campagna elettorale di rendere gli Usa più sicuri.

Il budget per le spese militari, che sarà presentato ufficialmente il 13 marzo, aumenterebbe quindi del 10%. Per coprire questa cifra, l’amministrazione di Trump prevede tagli per lo stesso ammontare nelle agenzie che non sono legate alla difesa ma non è ancora chiaro quali subiranno i tagli; inoltre verrà proposta un'ampia riduzione degli aiuti finanziari destinati all'estero. "Faremo di più con meno rendendo il governo snello", ha detto il presidente. Inoltre Trump lascerà che il dipartimento della Difesa decida come spendere il denaro extra.

La lettera degli ex militari La protesta è arrivata paradossalmente da più di 120 membri di alto livello delle forze armate statunitensi in pensione, i quali hanno chiesto al presidente di non ridurre il budget destinato alla diplomazia e agli aiuti allo sviluppo, come fa sapere la Cnn. I fondi per il dipartimento di Stato sono "essenziali per garantire la sicurezza degli Stati Uniti", hanno scritto generali e ammiragli in una lettera citata dalla Cnn e indirizzata ai leader del Congresso, a due responsabili del gabinetto Trump e al suo consigliere per la Sicurezza nazionale. Le varie agenzie di aiuto allo sviluppo "sono cruciali per prevenire i conflitti e mettere in pericolo il meno possibile i nostri uomini e donne in uniforme", hanno insistito i firmatari, tra cui il generale in pensione David Petraeus, ex direttore della Cia, e James Stavridis, ex comandante supremo delle forze Nato.

 

Maria Azzarello

InfoOggi.it Il diritto di sapere