Ces 2019, Italia fuori dai vertici mondiali dell'innovazione

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 9 GENNAIO - Al Ces di Las Vegas sono stati annunciati i risultati del sondaggio condotto dall'...

ROMA, 9 GENNAIO - Al Ces di Las Vegas sono stati annunciati i risultati del sondaggio condotto dall'associazione di categoria Consumer Technology Association (Cta) riguardante il livello di innovazione di 61 Paesi.

Tra i Paesi osservati, per il 2019, l'Estonia figura al primo posto a livello mondiale, seguita da Svizzera e Finlandia; subito dopo Usa, Singapore e Regno Unito. I nuovi ingressi nella top 16 sono Germania e Israele. L’Italia è in 25ma posizione: pur piazzandosi fuori dal vertice mondiale dell'innovazione, rimane comunque un “leader” nel settore.

I criteri della classifica – stilata tramite voti dalla A alla F - vanno dalla libertà alla diversità di etnie presenti, dalla banda larga al capitale umano, dal fisco fino agli investimenti in ricerca e sviluppo.

L'Italia ha pagato "la mancanza di diversità etnica", un fisco non altamente agevole, la mancanza di "unicorni" - le start-up che hanno superato il miliardo di dollari di valore - e il basso livello di ridesharing, che è "limitato a poche città a causa di rigide norme municipali". Tra i voti positivi italiani, invece, figura una “A” per i veicoli a guida autonoma e una “A+” per l'ambiente: poiché la qualità dell'aria è sotto gli standard dell'Oms, il 100% della popolazione ha accesso a fonti di acqua pulita e protetta.

Fabrizio Rovatti, coorganizzatore della missione italiana al Ces 2019, ha commentato così il risultato: "In linea generale, in alcune di queste classifiche l'Italia non risulta mai tra i primi 16, ma in realtà se guardiamo le tecnologie sviluppate nel nostro Paese e portate sul mercato notiamo che c'è un livello competitivo di generazione di nuova tecnologia.

"Proprio partendo da questo concetto, stiamo cercando di velocizzare l'ingresso sul mercato e la diffusione di queste nuove tecnologie cercando anche di farle conoscere all'estero". Ha continuato Rovatti, aggiungendo anche le componenti mancanti all’Italia per un ulteriore salto in avanti nel settore dell’innovazione: "Manca il sistema-Italia, velocità nel realizzare idee, velocità di esecuzione per diffondere nuove tecnologie e apertura ai mercati internazionali".

Federico Ferro

fonte immagine twice.com

InfoOggi.it Il diritto di sapere