Di Maio contro Draghi: “Avvelena il clima ulteriormente”

278
Scarica in PDF
ROMA, 26 OTTOBRE - Oggi il vicepremier e Ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro, Luigi Di Ma...

ROMA, 26 OTTOBRE - Oggi il vicepremier e Ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro, Luigi Di Maio, era negli studi Rai per registrare la prima puntata di Nemo, in onda stasera, e ha commentato le dichiarazioni del Presidente della Bce, Mario Draghi di ieri: "Secondo me siamo in un momento in cui bisogna tifare Italia e mi meraviglio che un italiano si metta in questo modo ad avvelenare il clima ulteriormente”. Il Ministro ha precisato che Draghi "può dire quello che vuole e non sono nessuno per censurarlo”, ma “è singolare che in questo momento vedo da alcuni ministri di altri Paesi, come quelli tedeschi, molto più rispetto per quello che stiamo facendo che dal capo della Bce”. Di Maio ha continuato: “Stiamo facendo una manovra di bilancio che dà alla parte più debole. Stiamo provando a fare qualcosa mai fatta prima, togliamo a banche e assicurazioni per dare ai cittadini, che non hanno avuto mai nulla".

Il vicepremier ha assicurato: “Sulla legge di Bilancio non torniamo indietro” e ha dichiarato di non essere preoccupato della valutazione di Standard & Poor's sull’Italia, attesa per questa sera: "Non ho paura del giudizio di Standard & Poor's. Abbiamo un debito privato quasi inesistente e questo crea una stabilità economica" per il Paese. "Lo spread - ha aggiunto il Ministro - sale perché c'è una paura verso questo governo che è quella che porti l'Italia fuori dall' euro e dall'Europa. Non è vero, non è nel contratto di governo. Non c'è nessuna volontà di portare l'Italia fuori dall'euro".

Fonte immagine: gds.it

Fabio Di Paolo

InfoOggi.it Il diritto di sapere