Europol: vasta operazione antidoping oltre 200 arresti

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 9 LUGLIO – 24 tonnellate di prodotti dopanti e medicinali contraffatti sono stati...

ROMA,  9 LUGLIO – 24 tonnellate di prodotti dopanti e medicinali contraffatti sono stati sequestrati 234 persone sono state tratte in arresto in un'operazione di polizia internazionale su larga scala. 

Secondo una dichiarazione di Europol, l'operazione, che si è svolta in 23 paesi dell'Unione Europea oltre che in Albania, Colombia, Islanda, Svizzera e Stati Uniti, ha portato al sequestro di 3,8 milioni droghe illegali. L'Agenzia mondiale antidoping ha dichiarato che l'intervento ha "smantellato 17 gruppi di criminalità organizzata coinvolti nel traffico di medicinali contraffatti e di prodotti dopanti in tutta Europa". 

L'azione, coordinata dai Carabinieri del Nas e da Europol, denominata in codice ‘Viribus lanciata nel mese di ottobre 2018 nel corso di un “kick-off meeting” tenutosi in Roma presso l’auditorium del Ministero della Salute, è stata condotta in collaborazione con l'Interpol, il Centro comune di ricerca (dell'Unione europea) e l'Ufficio europeo per la lotta antifrode. Secondo Europol, l'operazione, co-presieduta anche dalla polizia greca, è stata la più grande del suo genere mai condotta. 

"Negli ultimi 20 anni, il commercio globale di sostanze anabolizzanti è aumentato significativamente", ha detto Europol citando atleti, fanatici della palestra e culturisti.
"Questo è il tipo di collaborazione ‘
internazionale’ che sta producendo risultati concreti può avere un impatto significativo sulla disponibilità di farmaci illegali e contraffatti utilizzati da alcuni atleti di tutto il mondo", ha dichiarato Gunter Younger, dell’Investigation’s and Intelligence Officer. all'Agenzia antidoping mondiale. 

La stessa operazione ha consentito, parimenti, di scoprire e  sequestrare, nella provincia di Salerno, un laboratorio clandestino per  la produzione di sostanze stupefacenti e dopanti. Infine, le attività  antidoping nei confronti di atleti professionisti, effettuate “in e  out-competition” hanno consentito di sottoporre a controllo oltre 600  atleti, dei quali 19 sono risultati positivi. 

Luigi Palumbo

Fonte foto: La Repubblica

InfoOggi.it Il diritto di sapere