Faide familiari, un motivo di stress nel cane

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 3 AGOSTO 2015 - Sopraffatti dall'idea che l'amore finalmente abbia scelto voi come testimoni ...

ROMA, 3 AGOSTO 2015 - Sopraffatti dall'idea che l'amore finalmente abbia scelto voi come testimoni della rappresentazione terrena della coppia perfetta, oltre all'assecondare il colore delle tende e far finta che la vostra "lei" sia raggiante e solare anche quando si alza dal letto dopo aver dormito con la testa appoggiata al dito per non rovinare l'acconciatura, penserete che superate le prove di una convivenza pari alla durata al tempo massimo di conservazione di un tramezzino,  sia giunto il momento giusto per il grande passo. Il matrimonio? No! Adottare un cucciolo credendo erroneamente che il cane possa diventare un surrogato di un figlio, il cui arrivo verrà procrastinato per quando la vostra carriera sarà ben avviata e le rate del mutuo saranno alla metà del periodo di ammortamento.

E se il palco di Cupido smettesse di essere illuminato e si trasformasse in un ring nel quale combattere la battaglia  a suon di ripicche, faide e rivendicazioni? Accade frequentemente che a pagare il prezzo di guerre umane intestine, possa essere il cane. Inizialmente idolatrato e coccolato anche soltanto perché ha respirato e, successivamente, ritenuto, invece,  gravemente indiziato di non aver fatto nulla per cercare di sanare un rapporto che ormai agonizzante, è giunto all'epilogo.

Sono un Bassotto, non un esperto di psicologia di relazioni sentimentali tra bipedi, però, vorrei analizzare le ripercussioni che un cane potrebbe avere a livello psico-fisico, a seguito del clima creatosi per via delle guerre familiari. Mentre starete controllando il cellulare con l'intento di scoprire un tradimento o pensando alle giustificazioni che il mondo potrebbe chiedervi in merito al fatto che la dolce metà non metta più cuori sulla vostra bacheca di Facebook, il cane avrà bisogno di mangiare, uscire a fare una passeggiata, sentirsi amato e parte integrante della famiglia. Una famiglia che, però, sta cadendo a pezzi come l'intonaco di una vecchia abitazione mai restaurata.

Il cane ha un'empatia estremamente sviluppata e, oltre a percepire gli stati d'animo dell'essere umano, potrebbe sentirsi particolarmente stressato dalle tensioni familiari. Un amico a 4 zampe che si trova a vivere situazioni del genere, potrebbe, tra l'altro, iniziare a perdere molto pelo, ad espletare i suoi bisogni corporali in casa, a non avere appetito, a leccare ossessivamente alcune parti del corpo fino a sviluppare comportamenti autolesionistici o manifestare forme di aggressività. È lecito che in una coppia possa esaurirsi l'amore e la voglia di stare insieme, ma non è corretto, durante il periodo del conflitto, prima che si arrivi alla separazione, trascurare il cane e che le sue  richieste di attenzione vengano viste come un peso ed una seccatura. Non ha scelto di entrare a far parte del vostro mondo e, non merita di restare parcheggiato ad una cuccia nel periodo dei raid verbali, dei rabbiosi affronti o delle provocazioni reciproche tra due esseri umani che si erano tanto amati.

Aaron

 

 

 

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere