Grecia, ultimatum a Tsipras "Niente vertice se non c'è accordo con i creditori"

22
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ATENE, 21 GIUGNO 2015 – Mentre Tsipras propone alla cancelliera Angela Merkel, al presidente F...

ATENE, 21 GIUGNO 2015 – Mentre Tsipras propone alla cancelliera Angela Merkel, al presidente Francois Hollande e al presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker le nuove proposte per arrivare a un accordo sul debito, da Berlino e Parigi giungono delle indicazioni precise: nessuna riunione sarà possibile se il leader greco non si presenterà con un valido accordo per ripagare i creditori.

Secondo quanto riportato da fonti ufficiali, sia Angela Merkel che Hollande avrebbero telefonato a Tsipras in mattinata, insistendo sul fatto che la riunione, prevista per domani, non potrà essere luogo di dibattito e di negoziazione. A essere presenti questa volta, infatti, saranno ben 19 membri dell’Eurozona: troppi perché si lasci spazio a discussioni. Quello che Tsipras dovrà fare, secondo la Merkel e Hollande, sarà arrivare con un piano che sia già pronto per essere approvato.

I contenuti del piano proposto da Tsipras non sono ancora del tutto noti. Secondo alcune indiscrezioni, la Grecia sarebbe pronta a aumentare l'importo dell’Iva e a giungere ad un accordo relativo ai piani pensionistici.

“Speriamo che si giunga a una soluzione conclusiva”, ha affermato il presidente francese Hollande durante la conferenza stampa all’Expo di Milano. La Grecia ha inviato le sue nuove proposte. Alcuni paesi dispongono una copia. Sono però le istituzioni che devono parlare. Fmi e Bce dovranno trattare con il governo greco”.

Ottimista anche il presidente del consiglio Renzi: “Confermo l'approccio di Francois Hollande per quello che riguarda il sentiment in attesa della riunione di domani a mio giudizio ci sono tutte le condizioni perche' l'accordo possa esserci e possa essere win win”, ha dichiarato.

(foto: thetoc.gr)

Sara Svolacchia

InfoOggi.it Il diritto di sapere