Le mappe di Google tornano sui dispositivi Apple

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
MOUNTAIN VIEW, 13 DICEMBRE 2012 - A quanto pare il divorzio tra Apple e Google non è def...

MOUNTAIN VIEW, 13 DICEMBRE 2012 - A quanto pare il divorzio tra Apple e Google non è definitivo. Da oggi è di nuovo disponibile l'applicazione Google Maps per gli iPhone e dal 4 gennaio lo sarà anche per le piattaforme IOS 5.1 e i dispositivi iPad.

Le preziosissime mappe della società di Mountain View erano state rimosse dai dispositivi Apple nel giugno 2012, quando la casa di Cupertino decise di lanciare un'applicazione proprietaria, come nel suo stile, che provocò delusioni e critiche da parte degli amanti della "mela morsicata".

Adesso tutti possono tirare un sospiro di sollievo, perché la Apple si è resa conto delle pecche e dell'inaffidabilità delle informazioni geografiche messe a disposizione dal proprio software e ha deciso di
ritirarle dallo store da cui venivano scaricate.

Causa incompetenza nel realizzare un'applicazione che potesse reggere il confronto con quelle di Google,
l'amministratore delegato Tim Cook si è scusato con i propri clienti e ha deciso di reintegrare le mappe del
vecchio "rivale", con le dovute modifiche.

Sì, perché la nuova app è stata da Google riprogettata e ottimizzata per il diverso sistema operativo, e tante sono le novità. L'interfaccia è più ampia e intuitiva e, come spiega Daniel Graf responsabile di Maps per il mobile: «L'applicazione offre alla mappa più spazio sullo schermo e ne rende la fruizione in mobilità estremamente intuitiva. Il risultato è una mappa vettoriale ancora più nitida che si carica velocemente e consente di ruotare agevolmente le visuali 2D e 3D».

Non macano le informazioni su esercizi commerciali e luoghi d'interessi visualizzabili sulle mappe, sul traffico in tempo reale e sulle fermate effettuate dai mezzi pubblici, street view a 360 gradi e immagini satellitari. Per questa nuova versione di Maps è previsto anche un navigatore vocale con le indicazioni stradali, per poter guidare l'utente anche in auto. Al servizio si potà associare il proprio account Google, proprio come si fa per i dispositivi Android, per avere sul proprio iPhone/iPad le informazioni e i dati cronologici delle ricerche effettuate, ad esempio, sul pc.

Che questo nuovo accordo sia l'inizio di un armistizio tra i due colossi della tecnologia?

Foto da: ilmattino.it

 

Valentina D'Andrea

InfoOggi.it Il diritto di sapere