Vendola: "A Bari un evento europeo sul futuro dell'Aerospazio"

24
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
BARI, 9 OTTOBRE 2013 - Questo pomeriggio è stato divulgato dalla Regione Puglia il seguente c...

BARI, 9 OTTOBRE 2013 - Questo pomeriggio è stato divulgato dalla Regione Puglia il seguente comunicato: “La Puglia ospiterà quest’inverno un appuntamento europeo sul futuro dell’aerospazio. Sarà una conferenza tematica per la rifondazione e il rilancio dell’intera rete aerospaziale. Un rilancio del settore attraverso il coinvolgimento di tutto il sistema d’impresa, del sistema accademico della ricerca e di quei soggetti che, nei diversi luoghi della società dall’organizzazione sanitaria a quella della protezione civile, possono essere i beneficiari dei servizi spaziali. E noi, attraverso Nereus (ricordo che la Regione Puglia è membro del management board europeo del network di regioni che lavorano in questo settore di avanguardia) saremo particolarmente lieti di portare la Puglia che guarda al cielo in Europa e di portare l’Europa che investe nell’aerospazio nella nostra regione, a Bari”.

Lo ha annunciato a Bruxelles il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola partecipando alla riunione del Comitato di direzione del network Nereus che si è svolta presso la sede di rappresentanza della Regione Puglia. L’obiettivo degli Stati generali dell’Aerospazio che si terranno a Bari presumibilmente a febbraio del 2014, sarà quello di affrontare il tema della cooperazione multiregionale con particolare attenzione sia allo scambio di buone pratiche nelle attività spaziali sia alle iniziative di armonizzazione delle capacità industriali per favorire lo sviluppo delle Piccole e medie imprese e la fruizione dei servizi da parte degli enti regionali e di tutti i cittadini.

“Le regioni d’Europa, insieme con le agenzie dello spazio di ciascuna nazione, e tramite le agenzie nazionali e quella europea, possono svolgere un ruolo molto importante nel settore dell’aerospazio – ha aggiunto Vendola - non si tratta infatti solo di finanziare la ricerca, di stimolare l’innovazione o di costruire oggetti tecnologicamente stupefacenti. Si stratta di capire che ci sono ricadute straordinarie sulla vita civile quando si finanzia la ricerca sull’aerospazio, basta immaginare quale è il rapporto tra questa ricerca e il settore della protezione civile. Credo che un evento organizzato in questo modo, possa fare di Nereus non una lontana èlite europea, ma un soggetto vicino ai bisogni e ai diritti dei cittadini”.

Vendola ha sottolineato come la Regione Puglia abbia investito moltissimo in questo settore. “costruendo oggi, tra Grottaglie, Brindisi e Foggia, uno dei distretti anticrisi più importanti d’Italia, consentendoci di continuare a dare lavoro a migliaia di persone nelle nostre aziende”.

“Ora – ha concluso Vendola - è fondamentale però non solo strutturare questi risultati ma anche collegarci con le altre regioni d’Europa, guadagnare conoscenza, importare in Puglia buone pratiche da altri territori. Diventare insomma protagonisti del futuro”.

(Fonte Regione Puglia)

Gianluca Teobaldo  

InfoOggi.it Il diritto di sapere